Tuesday, January 29, 2008

Daniele Luttazzi copia!


ATTENZIONE: Le centinaia di battute copiate da Luttazzi sono riportate qui. Il seguente articolo è quello iniziale, scritto all'apertura del blog (Gennaio 2008: quando le battute plagiate nella lista erano "solo" una cinquantina) e non sarà più aggiornato. Lascio l'articolo nella versione originale in quanto testimonianza cronologica degli eventi, ma non ha più nessun valore, considerando la quantità dei plagi. Non avrei mai intrecciato una corrispondenza con Luttazzi per chiedere conto delle battute copiate se avessi saputo da subito che i plagi erano centinaia, né avrei preteso un "mea culpa". Il numero dei plagi e delle bugie è imbarazzantemente alto.

Da leggere anche le testimonianze di altri e questa vicenda.


Il video inchiesta (non realizzato da me) sulla questione e che mostra una piccola parte dei plagi di Luttazzi a confronto cogli originali è scaricabile da torrent:
http://www.torrenthound.com/torrent/a3b789f78851bd9b77134311db5d8b5ac2554775
Metterlo su youtube o altri servizi di streaming non ha molto senso, perché la Krassner (aka Luttazzi) ne richiede prontamente la rimozione.


Prima di tutto voglio dire che sono sempre stato (finora) un grande ammiratore di Luttazzi e che conosco a memoria tutti i suoi monologhi a teatro e i suoi libri, insomma qualsiasi battuta. Ed è proprio ciò che mi porta a scrivere questo post.

DUBBIO INIZIALE

Una volta scrissi a Luttazzi per chiedere come mai il comico americano Emo Philips aveva nel repertorio alcune sue battute (ne cito alcune qua):

People come up to me and say, "Emo, do people really come up to you?"

I ran three miles today... finally I said, "Lady, take your purse."

I always wanted a beautiful loving wife and she always wanted to be a citizen.


Mi rispose che dal 1999 (post Barracuda) collabora con HBO e Comedy Central e che passa sue battute a comici americani come anche Jay Leno. Quindi, mi ero (erroneamente e vedremo dopo perché) messo l'anima in pace. Adesso, qualche anno dopo, ho scoperto insieme ad un mio amico, ovvero colui che mi ha linkato una battuta di Hicks identica a quella di Luttazzi e che è stato l'incipit di questo post, battute di comici che le hanno scritte ben prima del '99. Prendiamo ad esempio Bill Hicks (morto di cancro nel 1994). Ecco qui alcune battute che ho trovato su wikiquote (quindi nemmeno a dire che ho visto gli spettacoli o letto i libri). Le parti combacianti con le battute italiane di Luttazzi sono in grassetto.

Not all drugs are good. Some … are great.

I actually did that act one night in the south. Then, after the show, these three rednecks came up to me. "Hey, buddy! We're Christians and we didn't like what you said." I said, "Then forgive me."

And by the way, that 3 month old kid in your belly is not a fucking human being, okay? It's a bunch of little congregated cells. You're not a human … till you're in my phone book.

I'm sorry if anyone here is Catholic. I'm not sorry if you are offended, I'm actually sorry – just the fact that you're Catholic. Gotta be one of the most ludicrous fucking beliefs ever. Like these vampire priests sink their twin fangs of guilt and sin into you as a child and suck your joy of life out of you the rest of your fucking existence.

Wouldn't you like to see a positive LSD story on the news? To hear what it's all about, perhaps? Wouldn't that be interesting? Just for once?
"Today, a young man on acid realized that all matter is merely energy condensed to a slow vibration … that we are all one consciousness experiencing itself subjectively. There's no such thing as death, life is only a dream, and we're the imagination of ourselves. Here's Tom with the weather."


Keith Richards outlived Jim Fixx, the runner and health nut. The plot thickens. You remember Jim Fixx? This human cipher used to write books on jogging. Now, what do you fuckin’ write about jogging? ‘Right foot, left foot, faster, faster, oh hell, I dunno, go home, shower.’ Pretty much covers the jogging experience, I do believe. Then this doofus goes out and has a heart attack and dies.... while jogging. There is a God. ‘Right foot, left foot, hemorrhage.

"Today a young man on acid, thought he could fly, jumped off a building, what a tragedy." What a dick! If he thought he could fly, why didn't he take off from the ground?

This is it, folks. This is the idea which has kept me virtually unknown for the past 16 years. I have watched my crowds dwindle. I am going nowhere, and nowhere quick, but, those of you who have children, I am sorry to tell you this, but they are not special. Wait! I know some of you are going: "What, what?" Let me just clarify: I know you think they're special … ha ha ha! I'm aware of that. I'm just here to tell you that they're not! Ha ha ha ha! Sorry. Did you know that every time a guy comes, he comes two-hundred million sperm? One out of two-hundred million – that load, we're only talking about one load – connected: Gee, what are the fucking odds? Do you know what that means? I've wiped nations off of my chest with a grey gym sock. Entire civilizations have flaked and crusted in the hair around my navel! […] I've tossed universes in my underpants while napping. Boom! A Milkyway shoots into my jockeyshorts: "Unngh … what's for fucking breakfast?!"

Cosa mi ha portato a pensare che siano (sic) copiate? Il fatto che sono pre '94 e che in quel periodo Luttazzi non collaborava proprio con nessuno in America (questo secondo la sua biografia su wikipedia). Inoltre, alcune battute nella versione di Luttazzi sono portate fuori contesto, come quella sull'agenda telefonica che, nella versione inglese, è inserita in un contesto ben preciso e plausibile. Quindi Bill Hicks è l'unico (apparte Emo Philips) ad avere battute in comune con Luttazzi? No, ne ho trovati altri. Per esempio George Carlin. Eccovi alcune battute sempre prese da wikiquote (quindi non è che ne ho potute leggere molte):

(questa è accreditata prima del '96 e nella versione di Luttazzi è modificata nella parte degli esempi)
Here's another question I have. How come when it's us, it's an abortion, and when it's a chicken, it's an omelette? Are we so much better than chickens all of a sudden? When did this happen, that we passed chickens in goodness. Name 6 ways we're better than chickens. See, nobody can do it! You know why? ‘Cause chickens are decent people. You don't see chickens hanging around in drug gangs, do you? No, you don't see a chicken strapping some guy into a chair and hooking up his nuts to a car battery, do you? When's the last chicken you heard about come home from work and beat the shit out of his hen, huh? Doesn't happen, 'cause chickens are decent people.

Religion easily has the best bullshit story of all time. Think about it. Religion has convinced people that there's an invisible man...living in the sky. Who watches everything you do every minute of every day. And the invisible man has a list of ten specific things he doesn't want you to do. And if you do any of these things, he will send you to a special place, of burning and fire and smoke and torture and anguish for you to live forever, and suffer, and burn, and scream, until the end of time. But he loves you. He loves you. He loves you and he needs money.

[The entire segment with the sun and the Joe Pesci praying (instead Luttazzi uses Monica Bellucci); Luttazzi puts togheter the sun worshipping joke and the Joe Pesci one]

If there is a god, may he strike this audience dead.

Un altro satirico pre '99 che ho trovato è Mort Sahl (nato nel 1927):

(la battuta di Luttazzi era fra Berlusconi e Rutelli)
Reagan won because he ran against Jimmy Carter. If he ran unopposed he would have lost.

Poi ho trovato Jerry Seinfeld (che non ho mai seguito molto):

Dogs are the leaders of the planet. If you see two life forms, one of them's making a poop, the other one's carrying it for him, who would you assume is in charge?

It's amazing that the amount of news that happens in the world every day always just exactly fits the newspaper.

Credo che si potrebbe fare una ricerca approfondita sull'argomento guardando i monologhi dei satirici americani, il problema è che poco o niente del loro lavoro arriva qui in Italia. Io non mi considero del tutto a digiuno di comicità straniera, anzi, tuttavia è vero che proprio la satira spesso è meno diffusa (anche perché spesso ha troppo mordente per essere molto popolare). Io Bill Hicks fino ad un anno fa non sapevo nemmeno chi fosse. Se Luttazzi ha copiato, la questione è molto grave. Anche perché in ogni spettacolo Luttazzi si lamenta di comici italiani come Grillo, Benigni & co. che gli hanno copiato una battuta (pure Bonolis). E su questo fronte Luttazzi è sempre stato molto, diciamo, "aggressivo"; non ha mai tollerato i plagi su se stesso, quindi voglio sperare che vi sia una spiegazione al materiale qui fornito. E ribadisco, io sono convinto che sia giusto poter modificare battute, l'arte va avanti così, una tecnica comica può avere infinite forme, ma queste battute sono l'esatta trasposizione in italiano della versione inglese. Questa battuta di Lenny Bruce è molto simile (ma molto) a una di Luttazzi:

If Jesus had been killed twenty years ago, Catholic school children would be wearing little electric chairs around their necks instead of crosses.

Trovo che la modificazione, in questo caso, sia accettabile. Anche la battuta per cui hanno chiuso pretestuosamente Decameron è simile a un'altra battuta che anche Hicks ha fatto, ma non c'entra nulla con quel che ho riportato in questo post. Inoltre, ho evitato di cercare fra quotes di gente come Jay Leno di cui so che Luttazzi è un autore. Anche su Chris Rock non sono sicuro, queste due battute sono post '99:

Everytime a man's being nice to you [women], he's offering you dick.

It's beautiful that abortion is legal in America. I love going to abortion rallies to pick up women, cause you know they're fuckin'. You ain't gonna find a bunch of virgins at the abortion rally, you might even see some clear heels! [referring to strippers]


Nel caso quel che ho scritto finora corrispondesse alla verità, allora sarei fortemente deluso e non andrei mai più a guardare uno spettacolo di Luttazzi, nonostante egli abbia, in ogni caso, dei grandi meriti civili. Sempre per dirla con Luttazzi: "by-passare i sottoprodotti e giungere agli originali". Ogni possibile spiegazione sarebbe gradita.

AGGIUNTE

La prima manciata di battute erano solo la punta dell'Iceberg. Tratto da wikipedia (me l'ha linkato una persona in chat):

Santorum is a sexual neologism proposed by American humorist and sex-advice columnist Dan Savage in 2003 to "memorialize" then US Republican Senator Rick Santorum from Pennsylvania due to the controversy over his statements on homosexuality. Savage asked his readers to submit new definitions for the term; the winning definition was "that frothy mixture of lube and fecal matter that is sometimes the byproduct of anal sex."

Vi ricorda nulla? Il cosiddetto giulianone!

Giungendo al surreale, qualcuno su un forum mi ha detto che anche la battuta sulla mosca che vola dritta è di Carlin. Ho controllato e in effetti:

You know how you can tell when a moth farts? When he suddenly flies in a straight line.

È incredibile, per anni Luttazzi sì è letteralmente lamentato per mezz'ora in ogni suo spettacolo teatrale che Bonolis una volta a Striscia aveva detto codesta battuta ed egli l'aveva copiata in primis da Carlin? Credo che ciò si possa considerare un ultraplagio. Su questa storia a quanto pare c'è stata una polemica perché qualcuno gliel'ha fatto notare. Luttazzi ha risposto che, oltre ad aver [sic] migliorato la battuta, lui l'ha inserita nel monologo per una specie di caccia al tesoro per i suoi fan che devono divertirsi a scovare le varie "citazioni". Chissà quanto saranno contenti gli ignari autori americani da cui ha preso le battute di questa stupenda mega caccia al tesoro. Vedremo...

Intanto, un'altra battuta di Carlin plagiata da Luttazzi:

(la versione di Luttazzi è su Berlusconi al posto di "americani")
I don't believe there's any problem in this country, no matter how tough it is, that Americans, when they roll up their sleeves, can't completely ignore.

Un amico mi ha passato la sequenza copiata da Luttazzi di Hicks sulle droghe, aggiungendo una battuta alla lista:

Guy on acid... [quoted above]

Positive LSD story in the news [quoted above]

[The joke with Keith Richards' brain, which, when on drugs, makes the sound of "Satisfaction".] That's him on drugs? Give him some more! Let's see what else he pumps out!

Keith Richards outlived Jim Fixx... [quoted above]


Secondo me, assolutamente inaccettabile: un'intera sequenza di cinque minuti plagiata (e non vi sono dubbi, dato che è dell'89)!

Un altro segmento che ho trovato con battute molto simili è quello di Carlin sul femminismo contro la guerra nel quale parla del fatto che gli uomini vanno in guerra solo per dimostrare chi ce l'ha più grosso; e che tutti i proiettili e le bombe hanno forma fallica ecc. Ok, Luttazzi dice nella sua versione che le guerre sono solo un modo di dire che "il mio dio ce l'ha più grosso del tuo [segue parte sul maschilismo e sulle bombe e i proiettili che hanno forma fallica]". Quindi, anche se questo magari non è da considerarsi un plagio, si riconoscono comunque i pattern. (ndr. Anche quella de "il mio dio che ce l'ha più grosso del tuo" è di Carlin!)

Mi è stata passata un'altra battuta (è divenuta una caccia ormai) di Carlin sicuramente copiata (l'apparizione di Carlin è pressappoco degli anni '70 a occhio e croce):

Farts are shit without the mass.

Anche questa io me la ricordo molto bene inserita nel contesto "fatti poco noti a proposito della scoregge" di Luttazzi.

P.S. Un cosiddetto uovo di pasqua (o citazione) che trovai anni fa è la poesia di Cummings trattata come battuta: "The voice of your eyes is deeper than all roses.". Ecco, quello è un uovo di pasqua; mica inserire battute di altri comici col proprio nome, col risultato che chiunque ignora la battuta originale pensa che sia di Luttazzi.

EPILOGO: EMO PHILIPS

Visto che mi era ritornato il dubbio, ho contattato Emo Philips riguardo alle tre battute citate all'inizio (più una che parla di un quadro donato anonimamente a un museo e lui che va alla cassa e dice: "il donatore anonimo sono io e lo rivoglio"). In meno di 12 ore mi arriva la risposta di Emo. Ecco un estrapolato della sua risposta:

the jokes referenced are all jokes that i wrote by myself, for
myself. i have not sold any of them to anyone.

the first , second and fourth jokes are from my album e=mo
squared, first released in 1985, and now on CD.

the third joke you mentioned (loving wife - citizen) is from my
CD "Emo", released in 2001.

all of the above jokes have also been performed on american
television programs.

thank you so much for getting involved!


Quindi, Emo non le ha acquisite né vendute da/a nessuno! E tre delle quattro battute che ho menzionato sono dell'85, altro che '99! Se le cose stanno così come sembrano, non solo Luttazzi ha copiato, ma anni fa mi ha anche mentito dicendo che è stato lui a passarle a Emo! Vediamo se riesco a contattare anche Carlin... Peraltro, ho provato a contattare anche Luttazzi com'è giusto che sia, ma non ha risposto alla mia email. Intanto, ho trovato un'altra battuta di Emo datata 1983 che Luttazzi ha usato (l'ho vista in uno spezzone su youtube di qualche minuto):

You know when you are in bed at night and your house starts making noises you don't hear during the daytime, like "Emo I'm going to kill you...". Well, I remember that song: [sings a song I don't know]. And I start whispering [makes sound of whisper]. And I feel a hand around my neck and a voice "thanks, I thought I'd never find you in the dark".

Ci tengo a precisare che io ho trovato una grande quantità di battute uguali grazie al wikiquote e a youtube, sarebbe interessante vedere quante battute uguali troverei assistendo a un intero spettacolo di uno di questi comici americani. Attendiamo il seguito...

ACCUSA

Non so come reagiranno le altre persone. Alcuni, forse, mi diranno che potevo stare zitto, perché comunque Luttazzi si è schierato per delle cause giuste. Ma io non credo a questa sorta di ragionamenti: il mezzo, a mio parere, conta quanto il fine. E non credo nemmeno che si possa tacere solo perché la scorrettezza è stata commessa da "uno dei nostri", per carità! Sicuramente questa faccenda verrà sfruttata per attaccare Luttazzi anche su altri fronti. Ovviamente, mi dissocio (ora e in futuro) da tali atteggiamenti. Ciò che io contesto a Luttazzi sono le seguenti cose:

a) di aver copiato
b) di aver mentito sul fatto di aver copiato
c) di aver camuffato i plagi con una specie di caccia al tesoro
d) di aver criticato gente che apparentemente gli aveva copiato una battuta
e) di averlo fatto anche quando la battuta non era neanche sua (vedi battuta di Carlin sulla mosca)


Addirittura, sfogliando wikiquote, ho trovato questa email di Luttazzi diretta a chi gestiva il suo personale wikiquote:

Ciao. Sono Daniele Luttazzi. Qualcuno degli autori Wikiquote mi ha chiesto se ero d'accordo sulla pubblicazione di alcune mie battute. Ok, ma solo una decina. Di più è approfittarsene. Non costringetemi a ricorrere all'avvocato. Ho scelto personalmente le battute pubblicate su Wikiquote. Sono nella versione corretta: in internet girano spesso versioni parafrasate. Se vuoi una conferma, scrivimi a info@danieleluttazzi.it. Ciao e buon lavoro.

Solo una decina di battute perché di più è approfittarsene? Ricorrere all'avvocato contro dei ragazzi che magari citano 30-40 battute come per ogni comico? E te quante ne hai copiate, Daniele, spacciandole per tue? Ben più di dieci! Anche tu, quindi, ne hai approfittato! E senza nemmeno chiedere consenso agli autori (ovvio, sennò col cazzo che sarebbero finite nei tuoi libri e nei tuoi show tali battute).

In quanto ex-fan di Luttazzi non posso nemmeno spiegare che sensazione vomitevole ho provato leggendo il materiale da me raccolto. Probabilmente, una maggioranza di persone continuerà ad andare a vedere Luttazzi a teatro e riterrà che, in fondo, non è che sia così grave e via dicendo. Io posso solo testimoniare che moltissime persone, come me, si sono schierate in prima persona a difendere Luttazzi in ogni occasione, contro qualsiasi sopruso e che adesso sono rimaste fortemente deluse. Plagiare deliberatamente l'arte, a mio parere, è persino peggio che non pagare le tasse, dato che in parte i soldi guadagnati sono introiti rubati ad altri. Tanto più che ritengo che i soldi siano l'ultimo dei problemi in questa vicenda. Il problema principale è spacciare il talento altrui per proprio. Senza nemmeno considerare che Luttazzi mi ha implicitamente (per email) mentito sull'aver copiato e che in ogni spettacolo (o quasi) ha tartassato tutti con lui che si sveglia ogni giorno e compone poemi, che il plagio è la cosa peggiore tra comici, che Bonolis gli ha copiato la battuta della mosca, che a lui le battute vengono "così" (facilmente, spontaneamente, genialmente) ecc. C'è chi obietterà che, nonostante tutto, Luttazzi ha un repertorio tutto suo e che quindi, in ogni caso, ha determinati meriti. A ciò posso solo rispondere con la frase di un ex-fan amareggiato almeno quanto me: "anche se il 99% delle sue opere è originale e scritta da lui ai fan come me e [nome] non gliene può fregare un cazzo, la credibilità non c'è più!". Mi dispiace creare un'ulteriore mini-divisione in un paese frammentato come l'Italia, ma ci sono cose su cui non posso sorvolare, e comunque la questione sarebbe, prima o poi, venuta alla luce, anche senza il mio (modesto) contributo. Non ho idea se questa faccenda avrà conseguenze legali, ma credo che sia giusto che chiunque sappia a chi appartenga realmente una battuta.

Una delle difese (lo dico in anticipo) assunte da Luttazzi potrebbe consistere nel fatto che molte battute sono state leggermente modificate. Ma questa non è una scusa, la battuta per non considerarsi un plagio deve cambiare nella sua essenza. Si può usare la stessa tecnica comica, ma non basta cambiare due o tre parole e arrivare alla stessa conclusione comica. Anche perché, altrimenti, già la trasposizione da una lingua all'altra tutelerebbe dal plagio, poiché impone spesso una differenza di parole e, trattandosi di paesi differenti (e a volte anche di periodi), di contesti. Sarebbe onesto da parte di Luttazzi, invece di difendersi (o, peggio ancora, attaccare), fare un "mea culpa" e cercare di correggere la situazione. Ad ogni modo, non spetta a me indicare condotte da seguire, diciamo solo che ritengo che gli ex-fan come me lo apprezzerebbero.

Fornisco, inoltre, una versione inglese del testo, cosicché anche all'estero comici come Emo Philips sappiano come stanno le cose e prendano le misure che più parranno loro opportune. Sarebbe quantomeno giusto che nelle future edizioni dei libri di Luttazzi vi fosse scritto il nome originale dell'autore (o ispiratore, volendo usare un eufemismo) della battuta (sempre che esse non vengano proprio rimosse, non so come funzioni e se vi siano implicazioni di questo genere).

Ringrazio Emo Philips per tutta la sua disponibilità e confesso di ammirare molto il suo lavoro. Spero che questo mio post contribuisca ad aumentare le file del suo pubblico.

DANIELE LUTTAZZI RISPONDE

SCAMBIO DI EMAIL

È trascorso quasi un mese da quando mandai la prima email a Luttazzi (prima di publicare il post); e oggi, finalmente, mi ha risposto. Il post è già stato visto da tante persone, vediamo se con la risposta di Luttazzi si può chiudere questa faccenda. Tutte le email sono riportate nella loro forma integrale, non ho cambiato nulla (e ci mancherebbe anche). Riporto prima l'email che ho mandato quando il mio era solo un dubbio e non una certezza:

Oggetto: Hicks, Carlin, Seinfeld, Philips, Sahl ecc.

Testo:

Caro Daniele,

volevo chiederti come mai alcune tue battute coincidono con quelle di comici americani. So che da '99 hai lavorato per HBO (secondo quanto dice wikipedia), ma almeno Hicks è morto nel '94.


Segue la scambio di corrispondenza di questi due giorni fra me e Daniele Luttazzi.

Daniele Luttazzi:

Caro Tyuuen, da anni organizzo per i fan ( lo spiego sul blog ) una caccia al tesoro. Consiste nello scoprire battute e poesie di celebri autori americani che inserisco qua e là nei miei libri/monologhi. Chi scopre i riferimenti vince un libro o un cd. Gli ultimi due vincitori sono stati Davide Prevarin ( il tema era Chris Rock) e Mauro Madeddu ( Bill Hicks ). Con internet, il riferimento di solito viene scoperto subito, ma non sempre. La citazione di una poesia di e.e.cummings ( inserita in Adenoidi nel '94 ) è stata individuata solo nel 2001!

Mi diverto così. :-)

Ciao.

Daniele


Io:

Sì e fui proprio io anni fa ad individuare la citazione di Cummings, peraltro.
Ho trovato tante battute non solo di Hicks, ma di molti altri. Anni fa ti scrissi per chiederti come mai avevi in comune battute con Emo Philips e te mi dicesti che era perché dal '99 collabori con HBO. Non mi rispondesti al tempo con questa cosa della caccia al tesoro. Peraltro, Emo Philips non sapeva nulla del fatto che gli hai preso (o citato) una decina di battute.Di battute "citate" poi, ne ho trovate un bel po' (veramente non poche) di diversi autori. Peraltro, la battuta della mosca (questo si sapeva già) era di Carlin. Perché hai accusato Bonolis (che per carità farà pure pena) di averti plagiato? Ha solo raccontato la battuta sulla mosca, semmai ha plagiato Carlin (anche se l'avesse scoperta nel tuo spettacolo, comunque avrebbe plagiato Carlin). Inoltre se ricordi tu stesso dicesti che lo stesso Bonolis aveva giustificato il plagio con la mera citazione, allora cosa c'era di sbagliato? Non importa che Bonolis sia Bonolis, anche se è una persona spregevole o comunque non è un comico. Il concetto qua è un altro, ovvero il distinguere cosa sia citazione e cosa invece sia plagio/copia.Secondo il mio modesto parere una citazione ha una caratteristica dalla quale è indissolubile, ovvero la capacità per il lettore (o l'ascoltatore) di intuire che quel testo sia riportato da un'altra fonte a prescindere dalla conoscenza o meno della fonte medesima. Nella scrittura si usa il corsivo o le virgolette o entrambi. Nel parlato in genere o si usano le virgolette in aria oppure si cita direttamente l'autore nella forma di "come diceva tizio...". Poniamo che nel tuo caso fossero metodologie troppo esplicite, considerando lo scopo della "caccia", comunque avresti dovuto mantenere la stessa caratteristica propria della citazione, lasciando a chiunque la capacità di intendere che tale fosse, per esempio cambiando il tono di voce o assumendo sempre una determinata posizione o espressione solo durante la "citazione". Altrimenti non fai né più né meno quello che ha fatto lo stesso Bonolis, ovvero plagiare. E qui veniamo a quale invece sia la caratteristica fondamentale propria del plagio, ovvero il copiare qualcosa di qualcun altro ottenendone così vantaggi personali, economici o di popolarità. E il risultato è proprio questo, dato che quasi nessuno conosce i comici americani e le loro battute. Ovvero, la maggior parte delle persone pensano che quelle battute ti appartengano. Questo per quanto riguarda la "citazione", ovviamente cambia quando la citazione è in realtà un mero riferimento parziale, magari anche decontestualizzato, come nel caso della poesia di Cummings, che era perfettamente legittimo. Infatti, essendo una frase molto particolare e detta in modo particolare poteva spingere l'ascoltatore/lettore a farsi una ricerchina per curiosità o a far sorridere chi quel poeta lo conosceva. Però non c'era un grande vantaggio personale diretto nel dire quella frase. Per intendersi, non avrebbe mai indotto il classico "sting", il breve rullo di batteria tipico della battuta, non avrebbe "alzato il punteggio" per dirla in modo brutalmente riduttivo.


Daniele Luttazzi:

Caro Tyuuen, mi scuso allora se con la mia risposta ti ho indotto a equivocare. Il mio carteggio americano è con autori di serie tv comiche. Con loro scambio idee e battute. Non ho mai detto di averlo fatto con Philips, però, nè so che se ne fanno gli americani delle mie battute, anche se ogni tanto Jay Leno ne dice qualcuna ( e la cosa mi fa molto piacere, ovviamente ). Quando Benigni, il mese scorso, ha ripreso su Raiuno la mia battuta Bindi/Bondi, a chi me l'ha fatto notare ho risposto:-L'avrà trovata degna del suo genio.- L'arte della commedia è commedia dell'arte: siamo tutti nani sulle spalle di giganti.

La questione Bonolis, però, è diversa e non riguardava la paternità di quella battuta ( che è di Carlin ) ma il fatto che Bonolis l'avesse detta in tv due giorni dopo averla sentita da me a teatro, come lui stesso mi ha confermato. Il paradosso divertente è che la battuta di Carlin la usavo come esempio delle battute generiche che la tv permette e chiudevo dicendo:-La cosa triste è che di tutto il monologo politico di questa sera, questa della scoreggia della mosca sarà l'unica battuta che ricorderete.- E qui c'era la risata che volevo, su una battuta che fa satira sui gusti del pubblico. Come volevasi dimostrare, da tutto un monologo di due ore su Berlusconi, Bonolis ha poi estrapolato quella!

La caccia al tesoro mi serve soprattutto per un motivo di difesa legale: ti chiudono un programma o ti citano perchè sei volgare, tu dimostri che gli esempi citati vengono dalla tradizione satirica antica e moderna. Un vecchio trucchetto di Lenny Bruce, ripreso anche da Hicks. Se rivelassi in modo evidente la provenienza, lo stratagemma non funzionerebbe. ( A sua volta, Hicks riprende temi e battute da Bruce, come Carlin ( l'opera OMNIA di Carlin è in pratica una lunga variazione sul monologo di Bruce "SEMANTICA" ); Bruce rifaceva pari pari Joe Ancis; Woody Allen rifà Mort Sahl e Groucho Marx; Robin Williams è addirittura una tal girandola di citazioni che certi comici evitano di esibirsi se in sala c'è lui, certi che riprenderà le loro battute a modo suo magari da Letterman! Di Hicks e Carlin, fra l'altro, sono stato il primo a parlare in Italia, in un'intervista a Radio2, all'epoca di Barracuda. E citai come esempi proprio alcune delle battute che poi sono confluite nella caccia al tesoro. )

Considera sempre che nell'arte è il MODO che fa la differenza. Un comico rimproverò in pubblico il grande Eddie Foy perchè Foy aveva detto una sua battuta. Foy replicò:-Sì, ma io l'ho detta meglio.- Ovvero: nell'arte ha un valore l'originalità, ma ne ha uno altrettanto importante il miglioramento.

La caccia al tesoro mi permette così proprio questo: uno studio scientifico sulla variazione. Non è tanto il tema di una battuta a far scattare la risata, quanto la tecnica. E' il motivo per cui, quando un giornalista riproduce una battuta facendone la parafrasi, la battuta non ti fa ridere, al massimo sorridere. Ed ecco il mio studio: ho dimostrato a più riprese che, come una stessa frase diventa una battuta se ne cambi il contesto o il modo o l'intenzione, così una battuta acquista nuovi effetti e/o significati variando quegli elementi, o togliendo un avverbio, o spostando una virgola, o scegliendo un termine piuttosto che un altro. Le possibilità sono tantissime. Se riesco a ottenere una mutazione interessante ( risata maggiore e/o altro significato ) con una modificazione quasi nulla, per me è un gran risultato. Ma devo provarlo in teatro davanti a un pubblico. E' un lavoro in corso! A volte il risultato c'è, a volte no: ne ricavo sempre un insegnamento. Tu hai notato alcuni aspetti di queste mie povere ricerche che durano da ormai vent'anni. Spero di averti dato un po' il quadro d'insieme.

C'è di più: nella mia lezione sulla comicità di Woody Allen ( è sul blog in podcast ) racconto di nuovi sviluppi dal mio laboratorio: la gag visiva di Keaton della mucca in "Go west" è, dal punto di vista della topologia comica, IDENTICA alla battuta del clarinetto di Allen in "Io e Annie". Eppure apparentemente sono diversissime. Nessuna ricerca su Google avrebbe mai potuto far scoprire la cosa. Lì spiego perchè sono la stessa battuta.

Buon divertimento!

Daniele


Io:

Caro Daniele,

allora posto che ho frainteso io riguardo a Philips, comunque, il discorso della caccia al tesoro non l'avevi accennato al tempo (parliamo di qualche anno fa) quando ti chiesi di Philips. Comunque ok, ho sicuramente capito male io.

Capisco il senso della battuta sulla mosca, ma ricordo anche bene che te ti lamentasti a teatro dicendo "ora che l'ha detta Bonolis in tv non posso più dirla io, altrimenti mi direbbero: "eh ma questa l'ha già detta Bonolis"". Per evitare tutto ciò non sarebbe stato molto più semplice dire: "questa battuta non è né di Bonolis né mia, ma di Carlin". Problema risolto.

Lo scopo della caccia al tesoro, poi, non mi convince del tutto. Dici che, se rivelassi la fonte, lo strattagemma non funzionerebbe. E perché mai? Non sarebbe ancora più efficace dire "questa battuta è di tizio/caio" prima di dirla? In questo modo tutti saprebbero che ci sono altre persone che han fatto battute "forti" in altri paesi dove non vengono censurati. Inoltre, non tutte le battute che hai "citato" possono essere usate a questo scopo. Per esempio la battuta:

"Today a young man on acid, thought he could fly, jumped off a building, what a tragedy." What a dick! If he thought he could fly, why didn't he take off from the ground?

Non può certo essere usata per proteggersi legalmente o cose così. Quindi te mi dirai che questa è una perla per i fan o una cosa così.

Ma il problema principale che ponevo nell'email precedente e a cui tu non mi hai risposto era: una citazione non dovrebbe procurare vantaggi economici, di popolarità ecc.

Te mi hai scritto che molti comici si rifanno ad altri comici. Siccome non conosco così bene Bruce, non posso risponderti su di lui. Però, conosco a memoria il repertorio di Allen e Marx (film, libri, apparizioni in tv ecc.), e non mi risultano battute in comune fra i due. Anzi, una sì in effetti. Mi pare che ci fosse quella del club in comune ("non farei mai parte di un club che mi accetterebbe come membro"). Ma poi? Non mi pare che Allen prenda molte battute da Marx, seppure lo stile comico è quello. E non potrebbe neppure farlo, perché tutti se ne accorgerebbero, sono famosi entrambi nello stesso paese. Di Robin Williams, invece, semplicemente si sa che copia. Ma non lo considero nemmeno: sarà anche un comico, ma di certo non è un Autore rinomato nel settore.

Mi hai anche scritto che nell'arte ha un valore il miglioramento. Ora, messo anche che tu abbia detto "meglio" (e parlo dell'intonazione della voce, perché il testo è identico) le battute di Emo Philips rispetto a lui, ma non ha un valore anche la paternità della battuta? Cosa mi impedisce allora di prendere diverse battute tue che ritengo belle ed inserirle nel mio monologo e se tu poi ti lamenti, ti rispondo: "eh ma io le ho dette meglio e le ho migliorate". Il fatto che siamo entrambi in Italia? È solo quello? Allora, dai il permesso a tutti i comici stranieri di prendere tue battute, l'importante è che varino un po' (magari cambiando qualche nome), la inseriscano in un altro monologo e la dicano meglio. Non c'è problema, suppongo. Penso che anche gli altri si possano prendere la briga di cambiare una virgola o un termine, anche solo perché la trasposizione da una lingua all'altra lo esige di per sé.

Be', la variazione va bene, difatti anche la battuta di cristo crocifisso con un'erezione assomiglia a una battuta di Bruce. Ma questo va bene, la tecnica è riutilizzabile, ma prendiamo la sequenza di battute:

------------------------------------
"Today a young man on acid, thought he could fly, jumped off a building, what a tragedy." What a dick! If he thought he could fly, why didn't he take off from the ground?

Wouldn't you like to see a positive LSD story on the news? To hear what it's all about, perhaps? Wouldn't that be interesting? Just for once?"Today, a young man on acid realized that all matter is merely energy condensed to a slow vibration . that we are all one consciousness experiencing itself subjectively. There's no such thing as death, life is only a dream, and we're the imagination of ourselves. Here's Tom with the weather."

Keith Richards outlived Jim Fixx, the runner and health nut. The plot thickens. You remember Jim Fixx? This human cipher used to write books on jogging. Now, what do you fuckin' write about jogging? 'Right foot, left foot, faster, faster, oh hell, I dunno, go home, shower.' Pretty much covers the jogging experience, I do believe. Then this doofus goes out and has a heart attack and dies.... while jogging. There is a God.

[The joke with Keith Richards' brain, which, when on drugs, makes the sound of "Satisfaction".] That's him on drugs? Give him some more! Let's see what else he pumps out!
------------------------------------

Dove sta il miglioramento? È una sequenza di 5 minuti da uno spettacolo di Hicks che te hai riutilizzato pari pari. Be' sì, la battuta su Fixx cambia un po' perché in Italia nessuno sa chi sia stato Fixx e quindi sei costretto all'introduzione "Jim Fixx, l'inventore del jogging", ma per il resto cosa cambia? Sono quattro battute di fila prese tutte e quattro. Il fatto che tu abbia citato Hicks e Carlin su Radio2 non credo cambi molto. Non hai mai fatto questi nomi a teatro e non hai mai scritto nei tuoi libri la paternità delle battute. Quindi, il guadagno in popolarità, secondo me, c'è stato eccome! Io non so quanti abbiano seguito la tua intervista a Radio2, ma a quanto ho visto pochissime persone conoscevano queste "citazioni"...

Ora, se te mi dici che è tutto legittimo secondo te, ok. Allora, ritengo che abbiamo opinioni differenti a riguardo. Niente di grave.


Daniele Luttazzi:

Caro Tyuuen, se può servire come spunto di riflessione fra appassionati di comicità ti allego alcuni esempi di come gli autori dei lateshow USA si scambiano battute e le riadattano all'attualità o allo stile del comico. Il 19 giugno, Craig Ferguson, monologhista tv, dice nel suo programma:

Great day for Hillary Clinton. She choose the song for her campaign, a song by Celine Dion. Is it wise choosing a Celine Dion song? She’s a singer best known for doing a song based on a sinking ship.

La sera dopo, Jay Leno riprende l’idea nel proprio monologo:

Hillary Clinton has picked "You and I” by Celine Dion as her campaign theme song. And in a related story, John McCain’s campaign song is also by Celine Dion — it’s the theme from "Titanic.”

Il prossimo esempio coinvolge invece Jay Leno e Jon Stewart:

Apparently, Bush referred to the Pope as 'sir' rather than 'your holiness.' And also as 'stretch' and the ... 'Popeinator'" ---Jon Stewart

President Bush was in Rome ... and had a big gaffe at the Vatican. President Bush is in trouble for calling the Pope 'sir' instead of 'your holiness.' Hey, it could have been worse. I'm surprised he didn't call him the 'Popester'" ---Jay Leno

Nella tradizione del vaudeville americano, la tecnica della variazione sul tema è definita “ the old switcheroo ”. Tre anni fa, nel mio “Bollito misto” dicevo:

“Al Qaeda ha rivendicato la messa in onda di Domenica in”.

Il 13 giugno di quest’anno ecco Letterman riproporre la mia battuta, adattata alla notizia del giorno:

"This just in: al Qaeda is claiming credit for the vague ending of 'The Sopranos.”

Letterman mi ha copiato? No. Ha eseguito la sua variazione sul tema, usando una formula comica che ogni autore un po' esperto conosce.

Mi accorgo che la vediamo diversamente. Ma se pensassi di attribuirmi la paternità di battute di Hicks o Carlin o Philips o Seinfeld sarei un pazzo, dato che sono pubblicate da anni su video e cd e libri. Fra gli appassionati sono famosissime. Ecco perchè sono tranquillo che verranno prese per citazioni. E' come se uno accusasse Enrico Rava perchè nei suoi assoli ripete fraseggi di Miles Davis. Il fan riconosce la strizzatina d'occhio.

Grazie dello scambio di idee.

Buona giornata.

D


Nota Finale

Intanto, ringazio Luttazzi per la cortese risposta. Non ho mandato altre email perché secondo me non sarebbe stato molto utile. Infatti, è emersa una differenza di opinioni di fondo. In questa ultima mail Luttazzi mi ha risposto solo parzialmente a ciò che gli avevo chiesto. Il problema che per due email ho sollevato è che una citazione non dovrebbe far aumentare la popolarità del comico che la fa. Il fatto che Luttazzi scriva che non pretende di avere la paternità di quelle battute cambia poco. Che la battuta X non è sua lo so io e lo sa lui, ma chi dei fan italiani di Luttazzi è conscio che una battuta sia sua o meno? Parliamo di una minoranza piccolissima (nemmeno uno 0,1%) e anche chi conoscesse una battuta di Hicks non è detto che conosca anche tutti gli altri comici che Luttazzi ha "citato". Il risultato è che il fan attribuisce quelle battute a Luttazzi: anche nei suoi libri non vi è cenno della paternità di una battuta. Luttazzi non mi ha risposto riguardo ad Allen, Marx, ma mi ha citato invece esempi come Leno, Letterman e Ferguson, che io non considero autori. Conducono un Late Night Show quotidiano e lo sanno tutti che si fanno scrivere le battute. Che Luttazzi se la prenda o meno con Letterman perché gli ha preso una battuta è una questione che non mi riguarda. Comunque, almeno per me, non è affatto la stessa cosa di un Allen che prende battute da altri (come Groucho Marx). Inoltre, Luttazzi non mi ha risposto riguardo al discorso del prendere battute sue. Se la variazione è lecita a questi livelli allora qualsiasi comico francese o tedesco è autorizzato a pescare battute di Luttazzi e metterle nei propri libri. Io, però, ricordo molto bene cosa disse Luttazzi, parlando dei plagi tra comici, a teatro riguardo alla paternità di un'opera d'arte come una poesia (e una battuta è "come una piccola poesia"): "è come se un poeta volesse concludere la sua poesia con: - e m'illumino d'immenso - . No, non lo puoi fare!". Che differenza c'è? Io, in un mese di ricerca e di visione di spettacoli di comici come Carlin e Hicks, ho trovato almeno 40-50 (non le ho contate) battute identiche (sì ok, cambia una virgola o un termine, ma le battute sono proprio quelle). Non è che mi sia impegnato, le ho trovate senza sforzi. A questo punto, se queste battute (e il repository in cui sono raccolte continuerà a essere aggiornato via via) siano citazioni lecite o meno, dovrà essere il lettore a stabilirlo. Io resto dell'idea che sarebbe giustissimo riportare la paternità perlomeno nei libri. Mantengo il titolo originale del post: "Daniele Luttazzi Copia!", ma, se non siete d'accordo, potete leggerlo come "Daniele Luttazzi Cita!". Riguardo al fatto che Luttazzi mi abbia mentito nella prima email, lo ritiro, per carità, avrò equivocato io. Ma ricordo bene che non v'era traccia della "caccia al tesoro" in quella email.

477 comments:

1 – 200 of 477   Newer›   Newest»
Terendo said...

/me si sbatte la testa al muro!!!

mips said...

di hicks conosco veramente tutto e a memoria, e se luttazzi ha preso questo pezzo:

Wouldn't you like to see a positive LSD story on the news? To hear what it's all about, perhaps? Wouldn't that be interesting? Just for once?
"Today, a young man on acid realized that all matter is merely energy condensed to a slow vibration … that we are all one consciousness experiencing itself subjectively. There's no such thing as death, life is only a dream, and we're the imagination of ourselves. Here's Tom with the weather."

allora ha sicuramente:
1) copiato o
2) citato senza specificare l'autore originale..

solo hicks poteva scriverlo, e l'ha fatto molti anni fa.

comunque in tutti gli show di luttazzi che ho visto non avevo mai trovato "riferimenti" del genere

Ntoskrnl said...

Quella battuta è contenuta in un libro di Luttazzi. Non tutte le battute sono negli show. Come detto io conosco a memoria sia i pezzi dal vivo che gli scritti, per quello faccio poca fatica a trovare riferimenti.

indiealex said...

Da fan di luttazzi sono disgustato... Su questa storia bisogna andare fino in fondo. perchè quando c'è stato da difenderlo, durante l'attacco dei media e della politica, c'è stata gente che si è esposta in prima persona.

Luttazzi parla di pescare dal repertorio classico, ma questo non è repertorio classico, questo è copiare da autori contemporanei. Cosa che luttazzi aveva sempre fortemente criticato quando qualcuno copiava le sue battute. Predica bene e razzola male.

Luttazzi è sempre stato per le prese di posizione ed i messaggi forti... probabilmente solo a parole visto quello che sta emergendo ora... io però ci credo ed il mio messaggio forte lo voglio dare, ed è questo: hai tradito i tuoi fans, hai tradito te stesso... vendo tutti i tuoi libri e i dvd. Non so che farmene di opere copiate da altri testi.

Musik said...

http://www.danieleluttazzi.it/node/144
Io sapevo che c'era questa specie di caccia. Poi c'è il fatto che talvolta si "para le spalle" citando battute altrui, tipo quelle sui cristiani (sedia elettrica) poichè nel momento in cui qualcuno gli rinfaccia che le sue battute non sono satira, ecco che svela che le battute non sono sue, e che, a meno che non si osi dire che neanche quella era satira, bisogna ammettere che si giudica l'autore e non le battute.

Ntoskrnl said...

Sì, ho sentito di questa storia, ma una citazione va bene, ma mica puoi copiare duemila battute con questa scusa/cazzata. Poi come detto, questa è solo la punta dell'Iceberg, ne sto trovando sempre di nuove e fra poco ne posterò alcune.

Musik said...

Ma infatti aspettiamo anche la risposta del Luttazzi... anche se ho una paura incredibile, che il suo non rispondere non può che confermare.

Sm4iL said...

http://danieleluttazzi.it/node/326

[tratto dal post che ho linkato sopra]

Leggo su Repubblica.it dei blog che mi avrebbero " smascherato ": la mia battuta su Ferrara si ispira a una celebre battuta di Bill Hicks. Hicks in realtà si ispirava a sua volta a Rabelais, e quando lo accusavano dicendo che la sua non era satira, Hicks replicava:-Neanche Rabelais è satira?- Memore del suo insegnamento, così ho fatto io: a chi ha chiuso il mio programma perchè la mia non era satira, adesso posso dire:- Neanche Hicks e Rabelais sono satira?- :-)

Post scriptum:
la battuta su Ferrara è mia ed è originale perchè il significato di quella battuta è mio ed è originale. Una battuta è più della somma dei suoi componenti. Uffa.

* * *

Note tecniche per appassionati e non

Non parlerei mai di calcio. Non me ne intendo. Non ne conosco i fondamentali. E' stupefacente invece vedere quanti esperti di satira e comicità ci siano in Italia. A giudicare dai programmi tv, questi esperti sono tantissimi. La cosa mi rincuora. Certo, se dimostrassero di saperne qualcosa sarebbe preferibile. Penso quindi di fare cosa gradita ovviando alle lacune più disastrose e diffuse con le seguenti note tecniche.

La variazione sul tema è, da sempre, una pratica comune a chi scrive comicità. Dai classici ( Shakespeare e Moliere che riprendono non solo le trame, ma anche intere pagine di dialoghi da Plauto, parola per parola ) ai contemporanei. Il 19 giugno di quest'anno, Craig Ferguson, monologhista tv USA, dice nel suo programma:

Great day for Hillary Clinton. She choose the song for her campaign, a song by Celine Dion. Is it wise choosing a Celine Dion song? She’s a singer best known for doing a song based on a sinking ship.

La sera dopo, Jay Leno riprende l’idea nel proprio monologo:

Hillary Clinton has picked "You and I” by Celine Dion as her campaign theme song. And in a related story, John McCain’s campaign song is also by Celine Dion — it’s the theme from "Titanic.”

Il prossimo esempio coinvolge invece Jay Leno e Jon Stewart:

Apparently, Bush referred to the Pope as 'sir' rather than 'your holiness.' And also as 'stretch' and the ... 'Popeinator'" ---Jon Stewart

President Bush was in Rome ... and had a big gaffe at the Vatican. President Bush is in trouble for calling the Pope 'sir' instead of 'your holiness.' Hey, it could have been worse. I'm surprised he didn't call him the 'Popester'" ---Jay Leno

Nella tradizione del vaudeville americano, la tecnica della variazione sul tema è definita “ the old switcheroo ”.

Un film uscito in America nel 2005, intitolato The Aristocrats, è l'esempio definitivo di questo metodo: un centinaio di comici eseguono la propria variazione di un celebre joke sconcio di Milton Berle. La personalità di ogni artista crea, a partire dallo stesso spunto, le battute e i monologhi più diversi.

Tre anni fa, nel mio “Bollito misto” dicevo questa battuta:

“Al Qaeda ha rivendicato la messa in onda di Domenica in”.

Segue uno scambio amichevole di e-mail con Bill Scheft, headwriter del Letterman. E il 13 giugno di quest’anno ecco Letterman riproporre la mia battuta, adattata alla notizia del giorno:

"This just in: al Qaeda is claiming credit for the vague ending of 'The Sopranos.”

Letterman mi ha copiato? No. Ha eseguito la sua variazione sul tema. E’ l’arte della commedia.

By Daniele Luttazzi

Ntoskrnl said...

La battuta su Ferrara è sua ed originale, nessuno l'ha messo in dubbio, lo stesso articolo di cui sopra lo ribadisce. Ma la battuta sulla mosca, per esempio, no. E' di Carlin e Luttazzi non hai mai detto che Bonolis ha eseguito una variazione sul tema. Quindi non vedo cosa c'entri. A me fa incavolare perché sta storia della battuta di Ferrara ora fa da paravento, quando invece non c'entra nulla. Lo ripeto LA BATTUTA SU FERRARA NON E' UN PLAGIO, ANZI.

Sm4iL said...

Non ti ho riportato il topic per rimettere in discussione la battuta su Ferrara. Ma per riportarti l'ultimo commento ufficiale di Daniele (corredato da esempi) riguardo alle ormai innumerevoli accuse di plagio che gli imputano ormai da anni.

Nella tua lista ci sono battute che a mio avviso sono state reinterpretate da Luttazzi sia dal punto di vista tecnico che del contesto nel quale l'ha reinserita.
"non si ride del contenuto di una battuta ma della tecnica".
Devo però ammettere che ho trovato qualche battuta che non mi so spiegare perchè mi sembra solo una riproposizione tale e quale.
Inoltre ti informo che ci sono altre battute di altri comici che Luttazzi ha reinterpretato ma che mancano alla tua lista. Alcune di queste sono state dei semplici "tesori" da trovare per i fan (battute di Chris Rock sui rappers riproposte nell'ultimo libro Lepidezze postribolari).
Altre invece sono evoluzioni o ricontestualizzazioni.
Riguardo alla "mosca che scoreggia" di Carlin, quello è un inside joke usato sia per i fan, sia per costruirci un'altra battuta (nello spettacolo dopo averla detta ci fa sopra un altra battuta dicendo che dopo di 2 ore di satira il pubblico si ricorderà solo quella battuta). Tieni anche presente che Luttazzi e Carlin si conoscono, Daniele l'ha incontrato quando preparava la prefazione alla biografia di Lenny Bruce (di cui Carlin era allievo).

Altro non mi viene in mente adesso.. comunque il lavoro che stai facendo è interessante però occhio a non infilare nel pentolone delle battute copiate tutto quello che si somiglia altrimenti non ti basterebbe un intero database. L'arte è figlia dell'arte ed è in continua evoluzione. Un pò come le note musicali che di base sono solo 7 ma che da secoli vengono mischiate e reimpastate per generare opere differenti.

Se ti capita guardati "The Aristocrats" è un bellissimo docu-film dove i migliori comici americani si sbizzarriscono a fare le loro variazioni sul tema ad una vecchia battuta.

Ntoskrnl said...

Uhm ok scusa non volevo risponderti troppo sommariamente, ma è pieno di gente che mi reincolla il discorso della battuta su ferrara. Era meglio se aggiungevi subito questo che hai detto ora. In linea generale sono d'accordo con te, e non avrei trovato grave la battuta della mosca in sé, ma il fatto che per anni se la sia ripresa con bonolis che l'ha detta (senza peraltro aggiungere la roba di luttazzi) non mi pare giusto. Bonolis può benissimo averla presa da Hicks stesso. Che ne sa Luttazzi? Intendo dire che questa gliel'avrei abbonata al 100% se non fosse che ha buttato merda su Bonolis per anni. Hai ragione ho sentito di Rock ma siccome quel libro di Luttazzi è uno degli ultimi e non me lo ricordo molto bene, peraltro l'ho lasciato in Germania (come tutti i suoi libri) e adesso sono in Italia. Se cmq sei sicuro di alcune battute puoi mandarmele.

Guarderò assolutamente il film che mi hai indicato e ti ringrazio per il commento costruttivo, una rarità di questi tempi.

Sm4iL said...

Farti un elenco delle battute che ho riscontrato anche in altri comici mi è ora impossibile dato che le battute vanno scritte esattamente come le ha formulate il suo autore, dato che basta cambiare la posizione anche di un solo termine e si rischia di non far scattare la risata. Ti dico solo che grazie a Daniele ho potuto conoscere grandissimi comici di lingua inglese (chissà quanti ce ne perdiamo in altri idiomi) e personalmente quando sento una battuta detta da due comici diversi piuttosto che gridare al plagio me la vado ad esaminare dal punto di vista tecnico e cerco di cogliere gli aspetti che differenziano le due versioni mettendo a confronto anche i contesti e l'ideologia dell'autore.
E' una cosa bellissima e molto interessante, te lo garantisco.
Di recente è capitato che Benigni abbia fatto una battuta in rai sull'assonanza Bindi/Bondi. Luttazzi aveva sfruttato prima di lui, sia a teatro che su la7 la stessa assonanza per farci sopra una battuta. Le due battute erano totalmente diverse pur avendo lo stesso contenuto e ti confesso che ho trovato quella di Daniele molto più divertente e meglio costruita.
Venendo a Bonolis. Luttazzi ci ha rosicato parecchio perchè Bonolis ha sfruttato la battuta di Luttazzi per un suo programma in onda su canale 5 (berlusconi) senza citare, senza apportare alcunchè di nuovo ma per fare il simpatico. Fastidioso il fatto che di un repertorio di due ore di battute su Berlusconi e Co. avesse citato solo quella della mosca. Fastidioso il fatto che l'avesse fatto su Canale5 mentre a Daniele è tutt'ora impedito di mettere piede in Rai a causa del volere del proprietario della stessa Canale5. Fastidioso che in passato Bonolis avesse cercato di strumentalizzare la presenza di Daniele in tv, proponendogli di andare a domenica in ma senza intervenire o parlare della sua situazione, solo come presenza a mò di spauracchio.
Insomma fossi stato io ci sarei andato anche più pesante con Bonolis..

Per il resto vedi che ti risponde Daniele via mail, anche se in questo periodo è un pò lontano dal pc.

Io resto a disposizione per parlare di questa cosa che mi interessa parecchio. Basta che il discorso si mantenga a un livello alto in termini tecnici altrimenti diventa del tutto inutile perdere tempo.

Ntoskrnl said...

Non metto in dubbio la questione Bonolis sul lato della fastidiosità, ma luttazzi ha tartassato sul fatto che ha copiato, su lui che compone poemi e che bonolis glieli copia e che quindi quella battuta non può + usarla. Cioè critica bonolis per quello che ti pare, ma non perché ha usato una battuta non tua. Non dire che ti ha copiato, anche se lo avesse fatto, anche te hai copiato. Per quanto concordassi al tempo coll'accusa di Luttazzi a Bonolis, adesso ritengo che le cose stiano diversamente. Non confondiamo il problema Berlusconi e Bonolis ecc. con questo qua.

Per quanto riguarda il livello di questo discorso, vediamo. E' sicuramente molto impopolare quel che ho scritto e mi arrivano molti insulti via mail. Mimportanasega ovviamente, però non capisco perché tanto baccano. Se secondo qualcuno è legittimo prendere battute di altri, benissimo, ma non venga a raccontarmi che non conosco l'arte comica o cazzate di questo tipo (ed è già successo). Poi oh questo post mi è costato qualche ora di stesura, sembra che stia portando avanti un lavorone, è un semplice post che si è un po' ingrossato e ha attirato un po' di attenzione. Non è che son andato a spammarlo in giro per incrementare le visite.

Anonymous said...

Il problema è sulla questione morale...

Luttazzi ha sempre sostenuto e difeso la paternità delle sue battute. Ora, da uno così attento ed oculato ci si aspetterebbe che ad ogni citazioni ci metta un avviso a caratteri cubitali per evitare fraintendimenti.

La caccia al tesoro non c'entra proprio nulla con le battute in questione...

Come ha detto Ntoskrnl, quì si trae vantaggio dalla battuta citata e questo non è corretto.

Allora tutti potremmo "citare" battute altrui e diventare famosi?

Ma quale caccia al tesoro? Ma quale variazione sul tema? Molte di queste battute sono i pezzi forti di Luttazzi... è proprio su queste che ha puntato nei suoi monologhi.

Mi dispiace, io sono un suo fan da moltissimo tempo ma questo non mi impedisce di vedere la cosa con un minnimo di obbiettività.

M. said...

Ne ha prese parecchie anche da Eddie Izzard. Un paio di Steven Wright. E da vari altri autori, talvolta tutt'altro che conosciuti nella stessa America.
Anch'io scrissi a Luttazzi con esattamente gli stessi risultati.

Ottimo lavoro ed ottimo post, comunque.

Grande delusione sulla questione, invece. Amaro in bocca.

M.

Anonymous said...

è anche triste vedere come su uno dei forum più popolati di quelli a lui dedicati

http://freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=53537&f=53537

nonostante la gente tiri fuori ogni giorno nuove battute riprese da luttazzi dal materiale di altri comici, molti si autoconvincano ugualmente della storia delle Variazioni Sul Tema, e dell'altra storia, quella sul Gioco di Citazioni, come se invece non fossero entrambe scuse indigeribili quali sono.

Ntoskrnl said...

Intanto, ringrazio M. per le dritte. Appena ho tempo vedrò di guardare qualche spettacolo di questi comici. Per carità, non apposta per trovare i riferimenti, ma è sempre interessante conoscere nuovi comici. Ringrazio anche per l'apprezzamento del "lavoro", ma alla fine non è nulla di che: solo un post che ha fatto incazzare molti (non si sa perché).

anonymous: Ho appena letto il topic che parla delle "citazioni". ahahahha c'è una uscita che è stupenda riguardo alla battuta:

Emo Philips
People come up to me and say, "Emo, do people really come up to you?"

Daniele Luttazzi
A volte la gente mi si avvicina per strada e mi chiede, "Daniele, davvero la gente ti si avvicina per strada e ti chiede?"

Che secondo due del forum sarebbe completamente diversa perché Luttazzi mette il "ti chiede" alla fine che cambia tutto. Non voglio offendere quei due sul forum, ci mancherebbe. Però son scoppiato a ridere...

Io credo che questo difendere Luttazzi a spada tratta derivi in primis dai suoi meriti civili e dal fatto che per molti è un genio comico. Personalmente, dopo aver scoperto tutte queste battute, io l'ho sentito molto ridimensionato (ma tanto tanto). Se fate caso moltissime di queste battute fanno parte del repertorio alto di Luttazzi. Anche io sarei capace di fare satira così. Se mi mettessi a piluccare in qua e là, sarei considerato un genio. Oh, e magari le miglioro pure un po', non è che ci voglia molto a migliorare qualcosa rispetto a crearlo. Non che voglio fare satira, ci mancherebbe, sono un programmatore, era per dire... (Specifico perché tanto sennò mi arriva il commento di uno che come al solito ha capito tutto scrivendo che voglio sminuire Luttazzi perché è la concorrenza. Ci mancherebbe solo questo, ormai.)

M. said...

Figurati. Stavo per aprirlo io un blog del genere.

Wright e Izzard sono in assoluto i miei comici preferiti, quindi te li consiglio vivamente.


Ti lascio con due battute che forse riconoscerai:

When I was crossing the border into Canada, they asked if I had any firearms with me. I said, "Well, what do you need?"
(Steven Wright)

And Steve McQueen is just there in jeans and a T-shirt, disguised as an American man! He romps out, jumps in a motorbike, knocks a guy off, and within 15 minutes, he's in the borders of Switzerland. This is from Poland! And if you don't know the geography, it goes Poland, Czechoslovakia, Holland, Venezuela, Africa, the Hanging Gardens of Babylon and then Switzerland
(Eddie Izzard)


Chris Rock e Lewis Black mi piacciono di meno, ma sono altre grosse fonti del nostro. Ahimè.

Saluti.

Ntoskrnl said...

Aggiornamento: ho appena visto Circle di Izzard. Ho trovato almeno 10 minuti interamente "citati" da Luttazzi. In effetti, come M. ha fatto notare, pare che Izzard sia una fonte piuttosto prolifica di Luttazzi. Ringrazio per le due citazioni.

Sm4iL said...

Per quello che mi riguarda Luttazzi, nelle sue mail, non ha aggiunto nulla di più di quanto già sapessi.
Daniele è un grandissimo appassionato di umorismo, lo studia da anni, conosce quasi tutti gli autori e i testi comico/satirici dall'antica Grecia agli ultimi stand-up comedian made in USA.
Lui è un tecnico, un esperto. Quando riprende una battuta cerca di migliorarla, a livello tecnico, dal suo punto di vista per darle un altro significato per sondare i vari modi in cui può essere detta e vedere le reazioni del pubblico. La risata è una cosa automatica che scatta a livello mentale, ma per suscitarla non basta dire una cosa divertente. Come spiega sempre, basta cambiare una parola, o la semplice disposizione dei termini che il gioco mascheramento/smascheramento salta. Un esempio semplice per tutti potrebbe essere una barzelletta. Ci sono persone che le sanno raccontare e persone che non le sanno raccontare nonostante il contenuto sia quello e spesso anche le parole. O altro esempio sono le citazioni di battute fatte nei giornali o su internet quando queste non rispettano l'esatta disposizione dei termini fatta dall'autore.
Venendo più in concreto al fatto di dichiarare o meno la citazione prima di farla, penso che sarebbe sbagliato se Daniele durante lo spettacolo dicesse: "questa è di Tizio". Shakespeare non avvisava il pubblico prima di mettere in scena le sue commedie dicendo: "Guardate che The Comedy of Errors è basata su Menaechmi e su Amphitruo di Plauto, oltre a trama e personaggi ci sono pure dialoghi uguali. L'ho fatto per strizzare l'occhio ai miei fans".
Ovviamente per chi, come Shakespeare, era un esperto della commedia riconosceva al volo il lavoro Plautino e poteva godersi la rielaborazione del grande scrittore inglese. Chi era un semplice spettatore digiuno di letteratura, non si poteva accorgere di tutto ciò e apprezzava solo quello a cui assisteva. Shakespeare ci guadagnava in fama ma nessuno si è mai sognato di alzarsi e dirgli: "Sei un copione, questo è Plauto!". C'è gente che tutt'oggi studia e scrive libri cercando di analizzare il lavoro di Shakespeare in relazione a quello di Plauto. Come c'è ancora gente che studia i testi di Plauto in relazione a quelli greci a cui Plauto si ispira e fa le sue rielaborazioni. La cosa fondamentale che rende diversi due artisti è il MODO con cui scrivono/recitano i propri testi anche quando sono copiati/citati/rielaborati. Su questo Daniele ha perfettamente ragione e l'ho potuto verificare io stesso.

Daniele ha scritto monologhi e battute bellissime anche senza usare citazioni, quindi non credo che la sua fama derivi da quello. Inoltre la riprova dei suoi esperimenti tecnici sono le sue stesse battute che spesso sono state variate/migliorate/rielaborate nel corso degli anni e a volte nel corso dello stesso tour. Personalmente ho assistito negli anni a 3 rappresentazioni diverse del suo monologo "Sesso con Luttazzi". Vi assicuro che anche le battute che formano l'impianto stabile del monologo sono sempre state dette in maniera diversa o facevano ridere per altri motivi (anche legati al fatto che dal 1999 al 2008 anche il mio gusto comico si è evoluto). Io pur conoscendo a memoria il monologo ho riso per due ore e ho potuto apprezzare i miglioramenti.

Comunque resta sempre il fatto che ognuno la pensa come vuole, di sicuro l'unica cosa con cui sono d'accordo con l'autore del Blog è che riguardo alla battuta della mosca, a partire dal monologo "Adenoidi" del 2003 avrebbe potuto concludere il suo rimprovero a Bonolis dicendo: "tra parentesi, questa battuta della mosca è di Carlin e io la usavo per farci un altra battuta nello spettacolo Satyricon".
Per il resto quando io mi accorgo di una battuta citata mi incuriosisco e vado a vedere le tecniche usate dai due comici cercando di apprezzare le loro doti artistiche e capire come fanno!

Martin said...

Sono un neo-fan di Luttazzi.
L'ho scoperto da poco, ma ancora non ho comprato suoi libri/dvd, a parte un cofanetto adenoidi/satyricon che comprai anni fa in allegato col corriere.
Il tuo blog mi ha inquietato, poichè in effetti ricordo invettive parecchio feroci nei confronti di chi copiava le sue battute...
Ora mi (e ti)chiedo: è davvero utile spendere soldi su luttazzi? Dico la verità: non conosco Hicks, nè Carlin, nè Wright, nè Izzard...la domanda che veramente mi faccio è: luttazzi crea davvero i suoi monologhi? Va' dove ti porta il clito sarà quasi sicuramente suo, ma se ci inoltriamo in altri monologhi tipo decameron, Barracuda, sesso con luttazzi ecc. oltre ai sopracitati
adenoidi e satyricon, quanto c'è di luttazzi in tutto ciò?

Dispiace che lo faccia, anche perchè è diventato una sorta di stemma, di esempio del comico satirico isolato perchè scomodo (altra domanda: gli attacchi interni, la sua satira politica, è copiata?)

Noto però che è fermo a più di un anno fa; come mai?

spero in una risposta lampante, perchè il dubbio si è insinuato ed è peggio di un tarlo nel cervello.

Ntoskrnl said...

Ciao, non si saprei dire quanto c'è di Luttazzi in un suo monologo e credo nessuno te lo sappia dire con esattezza, poiché solo Luttazzi stesso può sapere da chi ha copiato. Gli Stati Uniti sono pieni di comici e aver visto ogni loro spettacolo è una cosa che richiede tempo. Dei monloghi sopracitati puoi però notare che le migliori battute sono elencate in questo blog. La satira politica a volte è riadattata, tipo la battuta di Fini "andato a visitare Auschwitz dove ha perso un parente, che è caduto da una torretta". Questa pattuta era stata ideata per Pat Buchanan.
Oppure quella che disse su Storace "Una volta storace mi ha salvato la vita. Sì dei teppisti mi stavano picchiando, Storace disse: "può bastare!"". Questa battuta era stata fatta su Frank Sinatra sempre negli USA. Se ti sfogli l'elenco di battute riportato su questo blog riconoscerai molte battute anche politiche. Può anche darsi che più del 50% di uno spettacolo l'abbia scritto Luttazzi stesso, ma è giusto copiare anche "solo" un 20% di estrema qualità? Considerando poi che solo in Italia la gente è così idiota da bersi favole come la "caccia al tesoro" e dell'arte "che riprende, trasforma ecc.". Emo Philips, comico da cui Luttazzi ha preso un sacco di battute, non è mica contento di questa storia e ha assolutamente negato il consenso all'uso delle sue battute.

Ho sentito che Luttazzi è fermo da un anno, ma ho sentito che ha indotto un concorso per i fan che ora possono scrivergli le battute. Ha trovato la forma perfetta per non faticare nella totale legalità adesso.

Spendere soldi su Luttazzi? Ci sono gli spettacoli di Hicks, Carlin ecc. su youtube, persino con sottotitoli in italiano (casomai non riuscissi a comprenderli in inglese).
Spero che ciò risponda in parte alla tua domanda.

Martin said...

grazie della risposta esauriente e rapida; l'ultima domanda però l'ho sbagliata a scrivere io: volevo dire, come mai questo blog (il tuo) è fermo da una anno?
E poi una curiosità: se hai abbandonato il "culto" di luttazzi, come fai a liberarti di tutto ciò che hai memorizzato?
Credo sia difficile...

Ntoskrnl said...

Ciao Martin, chiaramente non posso dimenticare quanto già letto. Il mio blog è fermo da un anno perché non ho molto da aggiungere. Mi fa persino fatica aggiungere battute che via via riconosco nei vari spettacoli di comici anglofoni. Il motivo? Non serve a niente. Non sto portando avanti una crociata contro Luttazzi. Il blog l'ho aperto in preda all'indignazione per ciò che ho scoperto. Ho seguito la carriera di Luttazzi da quando ero piccolo, avevo i libri, son andato agli spettacoli. È evidente che sul momento, quando l'ho scoperto, mi son sentito "leggermente" amareggiato. Anche perché generalmente solo da bambino si possono sviluppare dei miti. Ma sai veramente qual è la cosa più agghiacchiante di tutta la faccenda? Non che Luttazzi abbia ingannato i fan come me o che si comporti da furbetto (sempre secondo me). Ma che tutti (o quasi) i suoi seguaci lo difendano e se la bevano, a dimostrazione che quest'Italia è davvero tutta uguale. Non importa se destra o sinistra (sì, quelli di destra sono peggio senza dubbio, ma faccio per dire), comunque difendono il "leader" contro ogni accusa e acriticamente. Non voglio equiparare il difendere un mafioso come Berlusconi a un comico che copia battute. Ma la radice, se riesci a comprendermi, è sempre la stessa. Ovvero, una disaffezione verso l'etica, il buon senso e la critica.

Se vai a leggerti in giro per la rete i thread nei forum su questo argomento sono solo di due tipi:

a) gente che dice "sì ma chi se ne frega di Luttazzi"
b) no no Luttazzi le migliora le battute, l'arte che cita se stessa, la trasformazione ecc ecc

L'Italia, come sempre, è il paese dell'incontrario. Io faccio notare che Luttazzi copia spudoratamente interi spettacoli di comici anglofoni (guardati solo la parta copiata da Robert Schimmel: un intero spettacolo, o almeno, la parte migliore) e vengo accusato di avere secondi fini. E' lo stesso atteggiamento assunto da quelli di destra quando vengono criticati, ovvero cercare di screditare la voce critica.

Il tutto è insopportabile considerando che Luttazzi tiene intere lezioni sulla satira e se uno gli chiede da dove tragga ispirazione, egli risponde: "dalla vita e opinioni di Tristram Shandy di Laurence Stern" o cose simili. Ma va a cagare!

Luttazzi è figlio del suo paese e del suo tempo. E questo è quanto, secondo me.

Ho semplificato la questione per brevità, ma suppongo tu abbia capito cosa io intendessi dire.

Darlene said...

Luttazzi ruba? Mah, anche se fosse vero, non mi sembra grave. In fondo saccheggia comici che in Italia sono pressoché sconosciuti e non hanno mercato, quindi il danno artistico e/o economico è nullo. Un crimine senza vittime è ancora un crimine? Secondo me no. Il vero crimine sarebbe perdersi certe gag made in USA; e molti di noi se le perderebbero, se non fosse per il recupero che ne fa Luttazzi.

Ntoskrnl said...

E' una gustificazione a posteriori che è eticamente scorretta. Se qualcuno diffondesse i nomi di questi comici, cosa che Luttazzi pur prendendone le battute non fa, si creerebbe interesse e da lì poi anche la possibilità di vederli. Già su youtube si trovano alcuni spettacoli di Carlin e Hicks con sottotitoli in italiano. Se l'interesse aumentasse, ve ne sarebbero di più. L'ingiustizia poi a livello morale/economico non è tanto che i comici americani non percepiscano soldi da Luttazzi (con tutto che anche quello è ingiusto), ma che Luttazzi ne tragga benefici economici considerevoli.

Ovviamente non è grave come cosa se la si paragona ai tanti misfatti che capitano ogni giorno. Ma essendosi Luttazzi sempre proposto come una figura etica, anche contro il plagio, la cosa diventa relativamente grave.

headbox said...

Riporto un pezzo integrale di Barracuda 2003 (tempo 1:09:00 circa): "I comici sono una specie di setta, così come i maghi fondamentalmente, cioè fra di noi ci conosciamo tutti quanti sappiamo quali sono i monologhi l'uno dell'altro sappiamo chi inventa sappiamo chi copia c'è una gerarchia ben stabilita ecc... così come i maghi i maghi sanno chi fa i trucchi chi copia ecc... ORA ESISTE UNA DEONTOLOGIA NESSUN COMICO COPIA MAI LE BATTUTE DI UN ALTRO COMICO E' VIETATO PERCHE' E' L'UNICA COSA CHE ABBIAMO, CI SI PICCHIA QUANDO CAPITA, CI SI STRANGOLA SIAMO DEI KILLER FONDAMENTALMENTE SE CAPITA UNA COSA DEL GENERE. Nell'ambiente c'è ancora un aneddoto che riguarda Faletti che picchiò Paolo Rossi per un equivoco del genere [..] (cita la battuta della mosca "copiata" da Paolo Bonolis e detta a Striscia la Notizia) Al che io telefono ad Antonio Ricci dicendo "Senti Antonio spiega a Bonolis che noi comici strangoliamo quando capitano cose del genere io adesso quella battuta lì non potrò più dirla NOI COMICI DICIAMO COSE NUOVE NOI COMICI NON POSSIAMO RIPETERE UNA COSA [...] (il giorno dopo Ricci richiama Luttazzi dicendogli che Bonolis aveva detto "io ero consapevole che la battuta sulla mosca fosse di Luttazzi, cos'è adesso non posso neanche CITARE LE BATTUTE CHE MI PIACCIONO?") e Luttazzi :"AAAHHHH CI-TA-RE (evidenziando il termine con tono e sguardo come a dire "sì certo come no, citare")"

headbox said...

(sono sempre headbox scusa ho diviso il commento in due parti sennò non me lo prendeva)

Sono senza parole, davvero.
Non posso credere che battute come quella della mosca, Storace che dice "basta" ai suoi scagnozzi, Keith Richards che sopravvive all'inventore del jogging e molte altre che come qualche utente ha già scritto rappresentano parecchio dell' "alto" ormai attribuito a Luttazzi, non gli appartengano.

Ascoltando questo pezzo di Seinfeld http://www.youtube.com/watch?v=ca2JwbOXnhg dal minuto 1:30 fa la gag delle confezioni di latte dove è scritto esattamente il giorno di scadenza + gesto di marchiare a fuoco la data sulla confezione + cucchiaino che trema se si beve il latte il giorno dopo la scadenza + mucca che appena fatto il latte dice il giorno esatto della scadenza. Insomma avete capito la stessa gag di Daniele in non mi ricordo quale spettacolo (ho cercato un pò ma non l'ho trovata ma sono sicuro di ricordarmela) considerando il punto dove siete arrivati non sarà un problema verificare (sempre se ne abbiate ancora voglia) chi ha copiato chi, anche se io ormai non ho più molta fiducia nel ragazzo di Santarcangelo.

2 anni fa scrissi tramite myspace a Daniele per segnalargli la battuta (già da voi individuata) sempre di Seinfeld "Dogs are the leaders of the planet. If you see two life forms, one of them's making a poop, the other one's carrying it for him, who would you assume is in charge?" lui mi rispose così

"Caro headbox, grazie della segnalazione, ma la battuta è mia. Per colpa di internet, ne vedo diverse ormai attribuite a questo e a quello. Non posso difendermi. C'è di peggio. Un mese fa, Jay Leno ha detto due battute prese pari pari dal mio Tabloid del 1996! Come si spiega? I suoi autori, come quelli di Seinfeld, setacciano internet. Non c'è protezione. Ne scriverò altre.

Ciao.

D."

Ma quali inside jokes? Nel caso io l'avevo scoperto e glielo avevo segnalato, altro che libri e cd lui parla di "protezione" perchè le battute sono cose da difendere.
Quante persone sanno che parte degli spettacoli di Luttazzi sono copiati da altri comici americani? Quasi nessuno. Io seguo Luttazzi da anni, mi considero un fan devoto e lo scopro solo ora. Non prendiamoci per il culo, Daniele abbi l'umiltà di dire che alcune battute non sono tue, devi segnalare TUTTE le "citazioni" che hai fatto..
Poi anche questa storia della Palestra ora sul suo sito, che sia o no un'idea derivata dal forum Spinoza poco me ne cale, ma poi ne farà un libro edito Feltrinelli.
A chi andranno quei soldi?
Daniele io ti ho dato dei soldi anche perchè pensavo che delle battute geniali come quella della mosca fossero tue e solo tue.
E poi cos'è questa storia del limite di 10 battute su Wikiquote sennò chiami l'avvocato? Ma Cristo di Dio stiamo veramente parlando di Daniele Luttazzi che minaccia di chiamare l'avvocato se si pubblicano più di 10 battute su Wikiquote?

Non è giusto generalizzare e Daniele rimane per me uno dei più grandi autori di satira politica italiani ma cominciano ad esserci troppi "Dark Side" e comportamenti che veramente quelli si appartengono al paese dei sottosopra.

Ntoskrnl said...

headbox grazie della testimonianza. Mi sono permesso di postare la tua testimonianza, poiché era un peccato lasciarla rilegata in un commento:
http://ntvox.blogspot.com/2008/01/testimonianze.html

headbox said...

Ciao sono headbox grazie per aver pubblicato la mia testimonianza, tutto ciò è veramente triste e capisco perfettamente come ti senti. E' pazzesco come dici te il comportamento dei fan che continuano a difenderlo a spada tratta senza porsi neanche una domanda.
Seguirò questa tua pagina con molto interesse.
Ps: ho sbagliato il riferimento non è Barracuda 2003 è Adenoidi 2003!

Ntoskrnl said...

Ciao, ho corretto il riferimento. Sì, sai, come puoi notare dalla data dei post è passato più di un anno. Per me è una faccenda ormai metabolizzata e non mi sorprende nemmeno più la gente che arriva qua dicendo che "l'arte imita arte". Però è buffo come siam tutti figli dello stesso paese.
Ah, ho anche aggiunto la tua battuta sul latte di Seinfeld, ricordo tale battuta ma non sapevo fosse copiata. Sentiti libero di segnalare qualche altra battuta quando la trovi, dato che io non passo il mio tempo a cercarle e quindi sono sicuro che me ne sfuggano tantissime.
Grazie

Anonymous said...

Aggiungo l'inizio di Zeitgeist the Movie... è IDENTICO a un pezzo che si trova in un monologo di luttazzi, riferito alla religione.

che tristezza però...mi sa che non vado più a vederlo a teatro...

Daniele..non ti costava nulla precisare che spesso e volentieri riutilizzi battute altrui..non c'è nulla di male! Anche io,dopo che mio fratello è stato al bagno, riutilizzo la stessa carta igienica usata poco prima da lui!
dai..questa ti autorizzo a copiarmela XD
sei comunque un grande...

Anonymous said...

guardatevi "breaking the rules" di sam kinison.
Li si trova la gag del sesso orale mimando le lettere. ;)

Bera said...

Ntoskrnl

Ho scoperto questo blog solo oggi.
Ti faccio io miei complimenti.
Ho scoperto casualmente le scopiazzature di EMO da parte di Luttazzi (ed erano le battute di Luttazzi ce preferivo) da li ho scoperto le altre. Sottoscrivo il tuo post del 7 luglio. Se di "caccia al tesoro" si tratta dimentica di dire che il tesoro lui l'ha rubato!
Corrado

Ntoskrnl said...

Ciao Bera,
grazie del commento,
hai perfettamente ragione riguardo alla caccia al tesoro, ma, finché la gente se la beve, è tutto grasso che cola per Luttazzi.
Poi sai, è anche abbastanza difficile arrivare a questo blog, tu ci sei arrivato solo perché hai scoperto da te ciò che ho riportato e quindi non ne avevi nemmeno bisogno.

INCAZZATO said...

Nonostante io continui a chiedere spiegazioni al "genio" della comicità italiana, lui non fa che cercare di risupercazzolarmi sempre con gli stessi argomenti. quindi basta, sono stufo. si fa forte dei tanti fans che ha, che gliene frega se uno o due li perde. Nulla! dopo che ho visto come su youtube la gente lo adori come IL GENIO mi sono stufato! vi propongo questo, per ogni utente che visita questo sito. Dato che ha poca visibilità: DIAMOGLIELA!
Basta che ad ogni video reperibile su youtube tratto da qualche spettacolo di luttazzi commentiate con due semplici righe:

LUTTAZZI COPIA!!!!
http://ntvox.blogspot.com/2008/01/daniele-luttazzi-copia.html

et voilà! E che ognuno si faccia la sua opinione dopo aver saputo quel che c'è da sapere!
Vediamo se poi il "genio" riuscirà ancora a convincere tutti con "la caccia al tesoro"!!!

MI RACCOMANDO!!!!!!!!

Diego said...

Interessante, direi illuminante...inizio a guardare il documentario Zeitgest su youtube e sento la battuta su dio di Luttazzi, in inglese...cerco un pò e trovo queste informazioni...che dire, da ammiratore (non dico fan poichè odio il fanatismo in tutte le sue forme)sono abbastanza deluso..La caccia al tesoro mi pare una bella trovata/furbata per giustificarsi..Il 99% delle persone che va a teatro a vedere Luttazzi non sa una cippa di comici americani...le citazioni vanno bene, ma se poi ci guadagni soldi....Bah...vorrà dire che andrò a documentarmi su qualche autore americano doc ;)

Anonymous said...

Ho cercato di darti un pò di visibilità con youtube. Il tuo ottimo lavoro deve essere visionato da tutti!
Se vuoi che rimuova il link al tuo blog fammelo sapere scrivendomi direttamente da Youtube ;)
Sei un grande!

PS: basta cercare luttazzi copia sul Tubo

Ntoskrnl said...

Ah, accidenti, hai fatto davvero un bel lavoro (azzeccata molto anche la canzone =).

Peccato ci sia ancora nei commenti del video chi dice che cmq va tutto bene perché Luttazzi lo ammette ecc. Devo assolutamente ritrovare la ormai famosa prima mail...

Grazie per il tuo contributo.

Anonymous said...

complimenti, sono un fan di luttazzi e già la Palestra mi aveva lasciato grossi dubbi, ora leggere questo blog è stato illuminante per molte cose.
grazie di tutto

Ntoskrnl said...

Grazie a te.

RivéR said...

Quoto l'ultimo commento anonimo:
"complimenti, sono un fan di luttazzi e già la Palestra mi aveva lasciato grossi dubbi, ora leggere questo blog è stato illuminante per molte cose.
grazie di tutto."


A mio parere, se ti sei preso la briga di cercare queste informazioni comportandoti per altro in maniera molto corretta chiedendo spiegazioni ai diretti interessati, è sicuramente perchè ti premeva sapere in quanto ammiratore di Luttazzi - interessato alla questione in prima persona.

Lo stesso ho fatto io, motivo per il quale mi sono imbattuto in questo post cercando in rete "Luttazzi copia".

Sono anni ormai che seguo Luttazzi e lo stimo come comico e come uomo di cultura. Quello che ho sempre apprezzato di lui è il suo "genio creativo" e l'originalità.
Non che a questo punto siano elementi di cui è privo, ma notando queste cose ho dovuto ridimensionare il fenomeno Luttazzi, che avevo di fatto - evidentemente - troppo idealizzato.
Come dicevo sono anni che rido delle sue battute, ma sono sempre stato più interessato a Luttazzi che alla Satira e alla comicità in genere (parlo di quella "alta" e quindi anche internazionale). Questo fino a poco tempo fa.
Poco dopo aver deciso di andare oltre cercando altri satiristi, mi sono imbattuto ovviamente in Carlin e Hicks e direi che quasi immediatamente ho riconosciuto alcune battute di cui avevo già riso con Luttazzi.
Ho iniziato a cercare altro, di comici non solo italiani, soprattutto perchè sono un aspirante comico-satirista e in quanto tale sono ovviamente interessato all'ambito.

Questo fa luce sul primo aspetto a mio avviso importante di questa vicenda:
IL SEMPLICE SPETTATORE O LETTORE, CHE NON SIA UN AMANTE DELLA SATIRA O UN ESPERTO DI COMICITA', NON HA MODO DI CAPIRE "IL GIOCO" CHE LUTTAZZI DICE DI PROPORRE E QUINDI PROBABILMENTE NON SAPRA' MAI CHE STA RIDENDO DEL GENIO DI QUALCUN ALTRO!

Questo riporta subito all'aspetto più importante messo in luce da te nella mail. E cioè che con le battute degli altri, e quindi con il genio creativo di altri comici, Luttazzi fa ridere quelli che diventano così i SUOI fan, che A LUI portano riconoscimenti e soldi (teatro, libri...).

Sinceramente con la storia della caccia al tesoro mi è sembrato un bel po' paraculo!
Se sono un "esperto" riconosco la battuta e se non vedo citare l'autore mi si torce lo stomaco.
Se sono "inesperto", ignaro di tutto (caccia al tesoro compresa), rido e la questione finisce lì,...
In entrambi i casi non c'è un seguito che giustifichi la cosa. Ah già... il cd e il libro in regalo... CHE CULO!
-"Hey Daniele... sono qui... ero in sala prima e ho riconosciuto una battuta di Hicks... Ho vinto qualche cosa?"
-"Eccoti un CD. E' di Mina. Ora ascoltalo e sparisci come lei!"

RivéR said...

Anche la questione dell' "autodifesa legale" non regge. Se uno vuole chiudergli il programma lo fa lo stesso (come infatti è successo per Decameron) e se c'è un contratto che stabilisce che non può essere censurato, basta quello a tutelarlo. Anche perchè questa scusa (perchè per me è un'ennesima SCUSA) potrebbe essere valida solo se TUTTE le sue battute sono di noti satiristi, riconosciuti tali e quindi liberi di dire ciò che vogliono (e lui insieme a loro) senza ripercussioni legali. Ma potrebbe una qualsiasi altra battuta scritta da lui divenire motivo di denuncia. Per chi farebbe partire la querela, le altre battute copiate non giustificherebbero quella battuta in particolare, se presa di mira.
E' come se domani andassi in tv a dire "La legge è uguale per tutti. Ma per alcuni è più uguale di altri" e poi il giorno seguente sempre in tv dicessi che Hitler è stato un grande e sono a favore del genocidio. Se fossi attaccato per la seconda affermazione, non potrei certo usare in mia difesa la citazione del giorno prima! Non c'è nesso.

Inoltre mi sembra ancora più paraculo per uno che fa interi monologhi contro "le tecniche di regime e la libertà di Satira" dire che lo fa per tutelarsi legalmente. LENNY BRUCE veniva arrestato una volta a settimana per quello che diceva, e continuava a dirlo. Ed erano tempi diversi da questi. E' vero che in Italia siamo indietro di decenni, ma se non si fa qualcosa per cambiare le cose non ci sarà mai un' evoluzione. In pratica a mio avviso, se ha qualcosa da dire che reputa valido e ha i mezzi per farlo, dovrebbe farlo e basta, senza preoccuparsi troppo delle conseguenze se la sua è davvero Satira.
Mi pare che l'abbia fatto quando si è beccato una denuncia da Berlusconi e poi ha vinto la causa. E lì non c'era di mezzo una semplice battuta. Ora improvvisamente si preoccupa così tanto dell'aspetto legale ed è "costretto" a tutelarsi usando battute altrui!? Mah, continuo a non vedere il nesso.

Riguardo all'aspetto della tecnica che potrebbe giustificare il tutto, mi dispiace ma non sono d'accordo.
Una cosa è avere un proprio repertorio e raramente RIPROPORRE al pubblico il genio di uno dei tuoi "padri", come tributo - quindi citandolo!... altra cosa invece è copiare pari pari (in pratica traducendo in italiano) senza rendere giustizia al vero autore della risata del pubblico. Sarà che voglio occuparmi di questo e che quindi la cosa mi sta particolarmente a cuore... ma io non mi sognerei nemmeno di prendere idee nate dal genio di un altro autore e modificarle a mio piacimento,facendole MIE e vantandome pure. C'è poco di originale in questo. Ripeto, una rivisitazione può essere un omaggio al suo autore... ma non è detto che a quell' autore la cosa faccia piacere, soprattutto se la fonte viene di fatto nascosta al pubblico. In definitiva: acquisire un certo stile frutto di una serie di influenze riconducibili ad autori precedenti, ci sta e c'è sempre stato. COPIARE battute senza che l'autore, nè lo spettatore sappia... NO!

SE E' COSì BRAVO AD INTERPRETARE (E MIGLIORARE, SECONDO ALCUNI) BATTUTE E SPEZZONI INTERI DI MONOLOGHI ALTRUI... QUESTO FA DI LUTTAZZI PIù UN ATTORE CHE UN AUTORE.

Ntoskrnl said...

Sono molto d'accordo con l'eccellente intervento di RivéR. Vorrei solo precisare una cosa riguardo a:

"Inoltre mi sembra ancora più paraculo per uno che fa interi monologhi contro "le tecniche di regime e la libertà di Satira" dire che lo fa per tutelarsi legalmente."

Luttazzi ha cominciato a copiare ben prima di aver problemi con denunce. Per esempio, ha copiato praticamente tutto il repertorio di Robert Schimmel in "Sesso con Luttazzi", spettacolo teatrale del 1994!

Anonymous said...

Ed inoltre mi sembra che la trovata de "La Palestra" sia, ad una prima occhiata, un'ottima idea, un bel territorio dove poter sperimentare le proprie doti satirico-comiche..
Poi però.."sarà pubblicato un libro con tutte le battute pubblicate sul suo blog"..WOW..e i proventi?!?!?!
Cos'è, ha trovato un modo "legale" di rubare battute agli altri e di farci soldi?

Paolo Burini said...

A pag. 78 del libro 'Adenoidi' c'è una battuta che trovo geniale: "Quando viaggiate in avanti su una macchina del tempo, evitate di sporgere il gomito fuori dal finestrino, o vi diventerà un fossile."
Tradotta in inglese fa: "When you're riding in a time machine way far into the future, don't stick your elbow out the window, or it 'll turn into a fossil."
L'ho scritta in inglese su Google. Risultato: il vero autore è Jack Handey, autore americano nato nel 1949, famoso per aver scritto per il Saturday Night Live negli anni '70 e per i suoi libri di battute 'Deep Thoughts'.

Quello che Luttazzi spaccia per il meglio del suo repertorio è in realtà il meglio della comicità di tutti i tempi (vedi Carlin sulla religione, Hicks sulla droga, Schimmel sul sesso...). Luttazzi non è il genio che per anni ci ha fatto credere di essere: è solo un simulacro della genialità comica.

Paolo Burini

Ntoskrnl said...

Grazie della testimonianza Paolo, mi sono permesso di aggiungerla tra le testimonianze, appunto, e tra le battute copiate.

Annuncio che ho delle novità succose che fra poco pubblicherò. Veramente, roba interessante.

Anonymous said...

Ma accusate Luttazzi di una cosa che lui non ha mai nascosto. Basta leggere un suo post datato 2005 sul suo blog per rendersene conto. http://www.danieleluttazzi.it/node/285

Dire che Luttazzi ha inventato la caccia al tesoro come scusa "dopo essere stato scoperto" è FALSO e configura il reato di diffamazione.

Quindi: informarsi prima di accusare a vanvera diffamando.

(Senza considerare che alcune battute qui citate, ad esempio quella "di Seinfeld" sui giornali o quella "di Leno" su Auschwitz, in realtà sono di Luttazzi, che le ha dette diversi anni prima, basta verificare le date. Qui il vostro torto è doppio.)

Ciao Paolo

Ntoskrnl said...

Be' intanto, il discorso caccia al tesoro fu taciuto nella famosa email che gli mandai, e poi, cosa conta? Luttazzi ha cominciato a copiare mooolto prima del 2005 e quindi un post del 2005 che introduce la caccia al tesoro non conta niente. Qualcuno nel 2005 forse si è accorto di qualche plagio. Diffamazione? Cioè uno copia per 10 anni, poi scrive un post come scusa e io non posso più dire che è una scusa sennò è diffamazione?

Riguardo alle battute da te citate controllerò volentieri. Quella di Auschwitz era unsourced quindi non verificata, la rimuovo volentieri. Quella di Seinfeld non saprei dove controllare la data. In ogni caso, torto doppio: se quella battuta di Auschwitz l'ha detta Leno, significa anche che gliel'ha pagata a Luttazzi. Noi non siamo un team di professionisti (io tantomeno) se mi contesti 2 battute delle 100 che ho trovato, non mi pare così grave.

sback said...

ciao! quando hai le novità succose mi raccomando segnala anche spettacolo e minutaggio così non impazzisco a trovare gli spezzoni!

marcus said...

Salve a tutti! Ho trovato il video su Google quasi per caso. Pur non essendo un grande fan di Luttazzi,l'ho sempre apprezzato e qualche volta mi sono cimentato nella sua palestra di satira. E' un ottimo lavoro il tuo,Ntoskrnl...Peccato che pochi lo conoscano, perchè hai ragione su tutta la linea. Ci son battute prese pari pari,anche altre tipo scambiare una mosca con una falena a mio giudizio non modifica la battuta(il corpo comico è che scorreggiando va dritta...). Che dire? Luttazzi m'ha deluso assai. Inoltre mi chiedo a chi vadano i proventi dell'almanacco che andrà a stampare e avrà 2000(questo è il numero di mail che dice gli arrivino al giorno) *365 battute per i prossimi spettacoli da cui scegliere nel caso decidesse di attingere da questo serbatoio(mi auguro vivamente di no)!

Ntoskrnl said...

Grazie marcus. Purtroppo, stai pur certo che il progetto palestra non è stato un caso e ora come tu l'hai definito ha un "serbatoio" dal quale attingere legalmente.

fausto 'RivéR' said...

3 anni fa durante uno show televisivo, nel mio monologo aggiunsi una battuta di Luttazzi. Avevo poca esperienza e copiai la battuta senza nemmeno citarne la fonte. Due giorni dopo arriva sulla mia scrivania una lettera:

"Caro Fausto,
sabato ho seguito il tuo pezzo in TV.
Non è stato molto carino da parte tua copiare una delle mie battute migliori.
Spero non si ripeta più.
Saluti,
George Carlin."



Quando seppi che Luttazzi copia le battute pensai di sfidarlo. Ma solo un illuso può sperare di battere Bill Hicks.


Aspetto con ansia le tue novità succose... intanto mentre noi siamo qui a discutere, il buon Luttazzi - dopo aver riproposto il tour "Sesso con Schimmel" -, anni dopo sta riproponendo "va dove ti porta il cito".

Sbacknsbrinz said...

Ciao, ecco che è arrivata.
La notifica di violazione del copyright da parte della Krassner enterteinment del nostro eroe per aver violato non so quale copyright (dato che non c'era nulla di luttazzi nel mio video, sempre che non ammetta di copiare!)
Non sono riuscito a contattare qualcuno di youtube per avere chiarimenti ma nel frattempo il mio video è già leggenda e io non so nemmeno PERCHE'!!!!
Non mi resta che scrivere a Luttazzi direttamente...vediamo se risposnde e cosa dice...ma secondo me otterrò soltanto di essere bannato dal suo sito...
Dio se mi girano le palle....

Ntoskrnl said...

Grazie RivéR, mi sono permesso di aggiungere la tua testimonianza.

Sbacknsbrinz: pazzesco. Fai ricorso su youtube, in genere verificano. Se le accuse sono infondate, il video lo rimettono. Il discorso del video è ridicolo, perché appunto non hai infranto nessun copyright riguardante Luttazzi. Comunque, ho aggiunto la tua testimonianza così che non venga dimenticata.

Ultimamente ho avuto qualche commento di sentore legale tipo quello di cui sopra, ma la faccenda fa ridere i polli. Queste cose non fanno paura a nessuno. Luttazzi ha plagiato, anche trascinando qualcuno in tribunale otterrebbe solo tre effetti:

a) massima pubblicità riguardo alla questione
b) calo di rispetto da parte di tutti
c) una sentenza a suo sfavore

Quello che dovrebbe fare riflettere è che se all'inizio di tutta questa faccenda si fosse semplicemente scusato, avesse fatto un mea culpa e avesse corretto le ristampe dei suoi libri aggiungendo fonti (e magari remunerando anche gli artisti plagiati), allora sarebbe stato tutto ok, o quasi.

Ed invece nega tutto, fino alla fine, sempre smentire. E' un comportamento che mi ricorda qualcosa.

C'è da chiedersi cosa ci si possa aspettare da un paese in cui neanche un comico è capace di assumersi le proprie responsabilità.

Paolo Burini said...

Ntoskrnl, credo che il commento di RiveR fosse scherzoso: mi sembra inverosimile che George Carlin contatti un comico sconosciuto e non sappia niente di Luttazzi.

Ad ogni modo senti questa battuta di Emo Philips:
A guy came over and asked if he could read my gas meter. I said, ‘Whatever happened to the classics?’

Luttazzi l'ha tradotta pari pari (Il mese scorso un tizio è venuto a casa mia e mi ha chiesto di leggere il contatore del gas. Voglio dire, i classici non sono più di moda?) e non solo l'ha inclusa nel "suo" libro Adenoidi, ma ha avuto il coraggio di metterla in copertina!

Paolo Burini

Ntoskrnl said...

RivéR può sempre chiarire le circostanze. Semmai aggiorno.

Grazie Paolo per la battuta, l'ho aggiunta al repository.

E ora pubblico anche quello che avevo anticipato giorni fa.

sback said...

io quella di rivèr l'avevo intesa dall'inizio come una battuta satirica sul fatto che luttazzi copia...mi sbagliavo? se no sarebbe davvero inverosimile ;)

Sback said...

Incredibile!!!! Passo sul blog di luttazzi e trovo questo:
http://www.luttazzi.it/node/324

Cos'è? sta sentendo che qualcuno comincia a farsi delle domande e mette le mani avanti per poter dire "ma io non ho mai nascosto nulla!" ??? Fatemi sapere cosa ne pensate...io se penso agli avvenimenti di questi giorni comincio ad unire i puntini cronologici!

Ntoskrnl said...

Be', non è un mistero che Luttazzi segua questo blog dall'inizio. I vari fan in cerca di risposte glielo hanno segnalato i primi giorni e questo si può anche notare dal commento lasciato da lui un anno fa con nick "giulietta".

Inoltre, anche quel Paolo (non Burini) qualche commento sopra mi pare altamente sospetto.

Quindi no, non è un caso. Ma è un disperato tentativo di arginare i danni, anche perché caccia o non caccia, quel che Luttazzi ha commesso è altamente scorretto se non addirittura violazione del Copyright.

Anche se, come ho fatto vedere oggi nello scambio di email, la cosiddetta "caccia" non è sempre stata menzionata, nulla toglie alle accuse di plagio. La "caccia" non è una formula magica per poter copiare interi monologhi di altri comici.

Quella di RivéR può essere una battuta, in tal caso correggerò. Però, nulla è impossibile. Se uno effettivamente prende una battuta "di" Luttazzi e la ripete negli USA, è plausibile che succeda.

Anonymous said...

Luttazzi l'ho sempre trovato un grande, ma anni fa mi accorsi di una certa arroganza e furbizia. Intanto non fa altro che insultare altri, specie comici, sempre con arroganza, poi chissà perchè fa le stesse cose. Una volta glielo feci notare educatamente e da fan, e lui cancellò i post, credo anche di altri infatti subito dopo mise in bella mostra sul blog una sorta di regolamento secondo cui lui a piacimento pubblica solo i posts che vuole, a suo dire per evitare spam e maleducazione. Ridicolo, evidentemente altri hanno iniziato a fargli d domande scottanti.
Ed ora vedo che copierebbe pure le battute, lui che non perde occasione per attaccare che secodno lui gli avrebbe copiato le sue. Sembra proprio che ne esca la figura di un vero furbacchione....peccato

marcus said...

No,siamo davvero all'assurdo!!! Far ritirare un video su youtube(a parte che ce ne sono tantissimi di presunti plagi musicali) per un presunto copyright che non sta nè in cielo nè in terra...
Spero che il prossimo passo non sia quello di tentare di far fuori questo blog...

headbox said...

Siamo al grottesco, non ha senso censurare quel video per violazione di copyright, era la trascrizione di una serie di battute di comici americani! L'atto di censura è in pratica un'autodenuncia!
Che tristezza.

Ti lascio l'ennesima segnalazione, in "come uccidere causando inutili sofferenze" (5a e ultima puntata di decameron minuto 13:30 ca) riprende la battuta di Robert Schimmel spettacolo Guilty as Charged (http://www.youtube.com/watch?v=ufLUSMSa6i0) minuto 5:40 riguardo gli squali e le fibre.

Cmq un risultato c'è già:
con la lista "provvisoria" di "appena" 183 autori che sono stati scoperti riportata sul blog luttazzi ci dice che "almeno" 183 battute non sono sue.
http://www.luttazzi.it/node/324

Ah no scusate ma "è la caccia al tesoro"! Giusto, ma di chi?

Ntoskrnl said...

State attenti: la lista pubblicata da Luttazzi è una mistificazione per nascondere i plagi. La lista comprende poeti, scrittori, scienziati. Si va da Freud a Zola. L'idea di mischiare citazioni vere e proprie ai plagi è un tentativo di confondere le acque.
Se gli dici una cosa del genere, headbox, lui ti smentirebbe, dimostrando che non ha plagiato Zola, ma solo citato e quindi tutto va bene e te hai torto.

Non è niente di complicato, un semplice tentativo di rendere i plagi meno lapalissiani. Tenativo vano, ovviamente.

Grazie, della segnalazione headbox. Ti sarei grato se specificassi anche quanto dura la batttuta, in modo che io possa trascrivere solo la parte plagiata.

marcus: credo che "l'infrazione" di copyright commessa dal video fosse l'uso di una foto di Luttazzi. La Krassner (chissà incitata da chi =) avrà fatto perno su questo fattore. E' pieno di video con Luttazzi su youtube. Non è un caso che proprio quello che lo accusa di plagio sia stato rimosso.

headbox said...

Luttazzi la riduce parecchio, cmq la parte essenziale della battuta va (nel video di shimmel) da 5:54 a 5:58.
Riguardo la lista delle battute grazie per avermelo fatto notare, è sicuramente come dici te.

Ntoskrnl said...

Ho controllato la puntata di Decameron e in effetti c'è l'ennesimo plagio.

shark eats you, eats the cushion as little fiber and has an A shit the next day

Già aggiunta al repository. Grazie headbox.

Fausto 'RivéR' said...

Ho sempre sognato di assistere ad uno spettacolo con tutti i più grandi comici di sempre, che recitano le loro migliori battute sullo stesso palco. E grazie a Luttazzi ho realizzato il mio sogno.

Allen, Carlin, Bruce, Hicks, Schimmel, Seinfeld... Avrei voluto conoscerli tutti di persona, così ho chiamato Luttazzi per un caffè.

La prima edizione del nuovo libro di Luttazzi è andata esaurita in una settimana. Ben 2 copie vendute.
[Segui il link per la foto dei due fortunati: http://img692.imageshack.us/img692/749/luttazzi2.jpg]

Successo per il nuovo libro 'La Guerra Civile Fredda'.
"Sono davvero soddisfatto. Ho scritto il libro in pochissimo tempo" ha dichiarato David Letterman.

Teatri pieni per il tour di Daniele Luttazzi.
Tutti ansiosi di sapere chi avrà plagiato questa volta.

Svelato il finale di One Piece, il famoso manga sui pirati. Il tesoro ricercato in tutto il mondo non è altro che la raccolta completa delle citazioni di Luttazzi.
Per il pirata fortunato in allegato anche un CD.

Luttazzi pubblica sul suo blog la lista degli autori copiati. "Tanti, ma non ancora tutti. La caccia è ancora aperta" ha scritto.
Ecco alcuni plagi di autori che mancano:
Buonasera (Pippo Baudo)
Sono felice (Gino Bramieri / Nonno Felice)
La Rai è pubblica (Berlusconi)
Stai attento (Mia Madre)
Prendo il viagra per non pisciare sulle scarpe (Mio Nonno)
IO SONO Paolo Bonolis [Luttazzi cambia solo il suo nome con quello di Paolo Bonolis]
La stempiatura di Gigi D'AlessiO.

Astronomia: speranze deluse dopo l'avvistamento di un nuovo sistema solare.
Era in realtà un semplice riflesso dell'ego di Luttazzi.


;]

Fausto 'RivéR' said...

Ah... in tutto ciò ho dimenticato di scrivere quello che volevo...

Magari ci avete già pensato, ma voglio porre alla vostra attenzione un "piccolo" particolare relativo alla questione 'Bonolis' durante lo show Adenoidi.
In quello spezzone Luttazzi critica Bonolis per averlo copiato, e fin qui ci siamo. Poi quando gli si fa notare che ha copiato da Carlin la battuta di cui parla, si difende (e anche alcuni fan lo difendono) dicendo che la battuta è solo un pretesto per arrivare alla VERA battuta conclusiva, ovvero che il pubblico di tutto quello che dice alla fine si ricorda solo della mosca che scoreggia.
Ma c'è un problema di fondo...
Questa scusa non può reggere, perchè se Bonolis ha preso da lui la battuta per poi ripeterla, è perchè - come dice lo stesso Luttazzi - era in prima fila durante un suo spettacolo.
Quindi durante quello spettacolo lì, la battuta era quella della mosca e mancava tutto il pezzo successivo su Paolo Bonolis. A meno che non fosse una battuta che prevede il futuro!
Magari è un ragionamento scontato, ma trovo che sia importante questo passaggio, perchè mette in luce come messo alle strette cerchi scuse che di fatto non reggono, ma che molti riportano per difendere un mito costruito su basi errate.

Aspetto ancora con ansia le novità succose ;) .

Ntoskrnl said...

Ahahaha RivéR, belle. Quella sull'ego è molto vera, tant'è che l'universo ha smesso di espandersi. Comunque, non so se qualcuno se n'è accorto, ma mentre ho trascritto l'intero spettacolo di Schimmel (Sesso con Luttazzi, si fa per dire), mi son accorto che l'unica battuta bella che non ha plagiato è quella concernente la propria quantità di sperma che dice: "è così poco che dalla punta del pene scivola giù e bagna il buco del culo". Che strano che non l'abbia plagiata =)

Be' la novità era lo scambio di email del 2006:
http://ntvox.blogspot.com/2009/11/il-famoso-scambio-di-email.html
Forse ho esagerato definendola "succosa". Però, è interessante.

Per quanto concerne il tuo ragionamento su Bonolis, non fa una piega. Non può avere detto la battuta perché già sapeva che qualcuno l'avrebbe ripresa. E' una trappola a posteriori, cioè una cazzata.

headbox said...

Ho notato che in entrambe le risposte che ci ha dato nel primo scambio di email mio (che hai messo in "Testimonianze") e tuo ("Il famoso scambio di email"), Luttazzi riporta in entrambi i casi:
- un mese fa
- Jay Leno
- Tabloid

nonostante le due email siano state scritte ad un anno di distanza (la mia è del 03/04/2007), curioso.

Pensavo a una cosa, secondo te non sarebbe utile contattare i comici interessati e seguire la linea che hai adottato com Emo? Purtroppo quei due mostri sacri di Carlin e Hicks non ci sono più ma potremo contattare Seinfeild, Schimmel, Izzard o altri. Forse ci diranno che questo è un tremendo abbaglio, lo spero vivamente. Fammi sapere nel caso sono ovviamente a disposizione ;-)

Bera said...

@Ntoskrnl

Volevo ringraziarti per questo blog ancora una volta.
Ho notato che esiste una censura maniacale, de facto, su you tube e sulla pagina di Wiki Italia riguardo al soggetto "Luttazzi-plagi". Mi domando chi possa esserne l'autore? Lui no di certo, è contrario alla censura :D

Ntoskrnl said...

headbox, sì contattare i comici è una buona idea, ma non è sempre semplice. Ci si prova.
Un abbaglio non è. Se così fosse, sarebbe notevole quanto si dà da fare per farla franca. Notata la citazione?

Grazie, Bera. Sì, e senza considerare che la pagina su wikipedia è più lunga di quella di Napoleone, Ghandi e Kafka combinate (e già è stata ridotta, prima era più lunga). E vi sono parti tipo:

"Chi lancia accuse di volgarità è un ignorante, e dovrebbe leggersi i capolavori del genere: Aristofane, Ruzante, Rabelais, Swift, Sterne, Karl Kraus e Dario Fo.[124]"

Io li avrei anche letti, a parte Swift che giace ancosa su una mensola in attesa di essere letto. Ma sono sicuro che anche lì non troverò un'autorizzazione a plagiare a tutto spiano. Anzi, sono sicuro che Rabelais, riprendendo la frase di wikipedia di Luttazzi "la merda è per l'autore satirico quello che la pietra filosofale era per l'alchimista. L'autore satirico utilizza l'escremento per arrivare alla grazia dell'arte.", l'avrebbe fatto mangiare da Gargantua e, quindi, espellere nel modo che sappiamo, in modo che "l'autore" diventasse la tanto agognata pietra filosofale della satira.

Con questa uscita, un po' sopra le righe (sperando me la concediate), volevo ironizzare sul discorso plagi e letteratura. Luttazzi cita spesso nomi di scrittori e altri uomini d'ingegno, ma nessuno di essi difenderebbe i suoi plagi. Diderot nel suo "Jacques il fatalista e il suo padrone" riprende letteralmente una piccola parte del "Tristram Shandy" di Sterne, in segno di omaggio. Ben conscio che tutti avrebbero riconosciuto la citazione e comunque, come sottolineai nello scambio di email nell'articolo, la citazione, a differenza del plagio, non fa aumentare il "punteggio" artistico di chi la compie.
Ovviamente, a ciò Luttazzi non risponde.

Sm4iL said...

Premetto che sono uno che ancora crede alla giustificazione data da Luttazzi. Non quella della caccia al tesoro/difesa legale, che è vera ma relativa. Piuttosto credo al fatto che riprenda battute di comici famosi, a suo avviso migliorandole, cambiandone qualcosa (o a volte nulla) per sperimentare le tecniche della risata. Mi espose la sua teoria per email qualche anno fa. Su alcune battute ho provato a seguire le sue tesi e devo dire che sembrano filare. Per altre (alcune di quelle prese parola per parola e senza modifiche su intonazione, contesto o altro di rilevabile), invece, navigo ancora in alto mare. Magari non colgo qualcosa, oppure ha ragione Ntoskrnl. Il problema è che, al momento, ho avuto solo una spiegazione tecnica (di parte) dello stesso Luttazzi. Mi piacerebbe sentire qualche altro esperto sulla comicità o sulla commedia dell'arte che dicesse la sua sullo "switcheroo". Credo che dire semplicemente "ehi, ma sono le stesse parole!" non sia sufficiente.

Sperando di non venire linciato da alcuni partecipanti a questa discussione, volevo puntualizzare solo due cose:

1) Quando Fausto 'RivéR' ricorda che, nel monologo "Satyricon", Luttazzi fa la battuta della mosca di Carlin senza aggiungere nulla si sbaglia. Verificate pure. La battuta della mosca funge da premessa per la successiva battuta di Luttazzi (cito a memoria): "la cosa incredibile, è che di tutto lo spettacolo questa è l'unica battuta che ricorderete".

2) Riguardo al primo scambio di mail tra Ntoskrnl e Daniele, non ci vedo nulla di strano. Alla presentazione di Lepidezze Postribolari, incontrai Daniele di persona e gli chiesi se nel libro ci fossero battute della caccia al tesoro. Lui mi disse: "No, nessuna battuta".
Settimane dopo venne scoperta la citazione di Chris Rock e allora gli scrissi chiedendogli come mai mi aveva detto una bugia. La sua risposta fu: "non ti ho avvisato perchè sennò che caccia al tesoro è? Bisogna sempre stare in campana."
Quindi non ci trovo nulla di strano nel fatto che non ti diede all'epoca la spiegazione della caccia al tesoro.


Concludo ribadendo che l'unica cosa davvero interessante da fare sia sentire un parere tecnico sulla questione dello "switcheroo" e de "l'arte che si nutre dell'arte". I nostri commenti amatoriali, purtroppo, lasciano il tempo che trovano.

Ntoskrnl said...

Scusa Sm4iL, ma ti devo correggere su alcuni punti.

1) Emo Philips è un esperto no? (dato che molte battute copiate sono sue e Emo è considerato tra i più grandi joke writers di sempre) E non è felice dei plagi di Luttazzi, per nulla proprio, come non lo sarebbe nessun comico.

2) Io nell'email del 2006 avevo già trovato le battute. Scusa eh, io ti trovo le battute e te non mi dici della "caccia al tesoro"? Ma scusa, allora quando dovrebbe menzionare la "caccia"? Solo sotto tortura?
Non ha molto senso questo tuo ragionamento.

3)Il plagio è un reato per cui gente sborsa miliardi. Anche SE (e non è così) Luttazzi migliorasse le battute, resta un reato. Cioè il miglioramento non giustifica niente. Tutti, allora, sono capaci di fare satira col genio dei migliori al mondo. Che ci vuole?
Poi, pensare di migliorare Hicks è un sacrilegio.

Sm4iL said...

Rispondo ai tuoi appunti:

Emo è un grandissimo autore. Ma non so se sia uno che studia tutti gli altri grandi autori. E non so neanche cosa ne pensi dello switcheroo sulle battute. Luttazzi, invece, è il classico secchione. Possiamo dubitare su tutto meno sul fatto che non sia preparato a bomba su satira, umorismo e tecniche della comicità.

Che io sappia, Luttazzi comunicava solo al primo che gli segnalava la battuta la vittoria della caccia al tesoro. Io ho solo detto che non trovo strano il fatto che te l'abbia taciuto nella mail. I tuoi dubbi e la tua diffidenza, però, sono più che legittimi.

Che il plagio sia reato non lo metto in dubbio. Bisogna infatti vedere se quello che dice Luttazzi sullo switcheroo e sul riprendere il materiale di autori famosi sia effettivamente vero o solo una sua teoria. Mi piacerebbe ascoltare l'opinione di Dario Fo, ad esempio.

P.S. Hicks è grandioso. Lo adoro. Però è puro istinto. Quell'appunto di Luttazzi sulle sue battute fastistoidi (tipo quelle contro i gay) l'ho trovato molto interessante.
Quando parlo di "migliorare" lo intendo sempre dal punto di vista di chi ha la presunzione di farlo.

Fausto 'RivéR' said...

Rispondo a Sm4iL riguardo la Carlin-battuta e lo "Switcheroo".

Sm4iL ha ragione riguardo al fatto che già in Satyricon Luttazzi, dopo la battuta sulla mosca, chiude con quella che lui definisce la VERA battuta (di tutte le battute il pubblico ricorderà solo quella sulla scoreggia).
Ma quello su cui volevo focalizzarmi io è un altro aspetto, e in un certo senso il fatto che la battuta fosse già presente in Satyricon avvale la mia tesi. Concentravo la mia attenzione sulla predica fatta a Bonolis. Se già nello spettacolo precedente la battuta che gli interessava fare c'era, allora tutto lo spezzone contro Bonolis è fine a stesso, infatti non da un valore aggiunto al contesto in termini di risata finale.
Se usare la battuta di Carlin era solo un pretesto come dice, allora:

1. Non ha senso fare tutta la paternale a Bonolis. Se quella battutina serviva solo per agganciare la vera 'battutona', allora poteva risparmiarci la metafora dei maghi e della setta tra comici, soprattutto sapendo che la battuta in questione non era sua.
2. Definire una battuta di Carlin un semplice pretesto, è presunzione e offensivo nei confronti del suo genio creativo. Se gli serviva una battutina, poteva inventarsela da sè, non credo avrebbe faticato molto a formulare una battuta che spianasse la strada alla panchline. O forse sì?

Fausto 'RivéR' said...

Per quanto riguarda lo Switcheroo, è sì una tecnica comica, ma non viene certo applicata come ne parla Luttazzi. Non lo giustifica affatto. Le sue sarebbe semplici citazioni o rivisitazioni (in alcuni -pochi- casi) se solo menzionasse le fonti. Se usi PARI-PARI delle battute e non citi l'autore è plagio. Attenzione, parliamo di battute non di aforismi o versi che entrano nell'uso comune e quindi già di per sè abbastanza famose da non dover essere necessariamente citate. Quindi si chiede il permesso agli autori, e si pagano i diritti. Altrimenti si fa un tributo agli stessi autori, ma specificando di cosa si tratta, cioè di un omaggio a Carlin, Hicks, Allen... o anche tutti questi insieme.

Tornando alla tecnica dello switcheroo, è un'improvvisa e inaspettata variazione o inversione, spesso associata ad una battuta.
Woody Allen nei primi tempi la usava così spesso che alcuni amici-colleghi presero a chiamarlo scherzosamente 'Allen Woody'. Ma facciamo qualche esempio per capire come Allen applica questa tecnica, e perchè non c'entri nulla con quello che fa Luttazzi(plagiare).

"Portavo una spada per strada; se qualcuno mi attaccava si trasformava in un bastone da passeggio, così la gente era dispiaciuta per me".
oppure
"Ero solito portare una pallottola nel taschino, all'altezza del cuore. Un giorno un tizio mi tirò addosso una Bibbia, ma la pallottola mi salvò la vita".

La variante sul tema e l'inversione sono palesi.
Innanzitutto si parte da un qualcosa di CONOSCIUTO, che non è una battuta (o almeno non necessariamente) e la si rende tale, giocando col tema conosciuto reinventandone il meccanismo.
Prendendo il secondo esempio, Allen inverte il tema della Bibbia nel taschino vicino al cuore che salva la vita dal proiettile. Il tema è conosciuto e in ogni caso c'è un effettivo lavoro di rivisitazione comica, non è già una battuta comica modificata. E anche se così fosse, alla base di quello che Luttazzi definisce un "miglioramento" non dovrebbe esserci la stessa idea. Puoi partire dal tema di una battuta e con un'idea tua reinterpretarla, ma è diverso.

Fausto 'RivéR' said...

A tal proposito, prendiamo un altro esempio molto significativo. Il film 'The Aristocrats' che qualcuno ha già menzionato (forse lo stesso Sm4iL, non ricordo).
Nel film c'è un tema centrale che è una vecchia barzelletta americana che non fa ridere, sulla quale i migliori comici si dilettano a creare idee comiche NUOVE, partendo da alcuni elementi di base.
Il tema comune è il seguente:
Una famiglia entra in una talent agency. C'è il padre, la madre, il filio, la figlia e il cane. Il padre dice all'agente, "Abbiamo una recita meravigliosa"
E l'agente: "Mi dispiace, non prendiamo recite familiari."
La madre dice, "Signore, ci dia solo due minuti."
L'agente: "OK. OK. Avete due minuti."
A questo punto ogni comico spara la sua versione cercando di essere più volgare, originale e creativo possibile.
Dopo la scenetta della famiglia l'agente dice: "E' una diavolo di scenetta! Come l'avete chiamata?!"
E il padre: "Gli Aristocratici!".

Qui un esempio classico con la versione di South Park (SubIta) http://www.youtube.com/watch?v=swaCCnV2QcM
Ma in questo film, l'esempio che in particolare può interessarci, rispetto a Luttazzi e lo switcheroo, è la versione di Aristocrats che propone Wendy Liebman.
Il link è questo:
http://www.youtube.com/watch?v=yfaKld5ahfw
Normalmente si trattava di rendere volgare quanto più possibile il tema centrale, per poi creare un maggiore effetto sorpresa sul titolo finale "The Aristocrats". Qui Wendy realizza un ottimo switcheroo: la famiglia mette in scena un dramma familiare molto tranquillo, pacato, normale. Nulla di strano insomma, a parte il totolo "The Cocksucking Motherfuckers" (che sostituisce il solito The Aristocrats).
In pratica la battuta viene normalmente narrata come una volgare serie di azioni seguita da una pulita punchline, Liebman invece narra di una aristocratica serie di azioni seguita da una volgarissima punchline.

Le differenze con Luttazzi mi sembrano sostanziali. E' inutile rielencarle.

Intanto volevo segnalarvi un simpatico link.
E' un articolo di Repubblica dove Travaglio e Luttazzi si lamentano che BERLUSCONI gli copia le battute.
http://archiviostorico.corriere.it/2006/gennaio/27/Travaglio_copiato_tre_battute_mie_co_9_060127028.shtml
Una delle battute in questione recitata da Berlusconi è: "Chiedevo a mio figlio Pier Silvio: quanti anni hai? Lui rispondeva: cinque. E io: vergogna, quando avevo la tua età ne avevo già sei!"
In realtà questa battuta mi pare un bel po' vecchiotta. Sono sicuro di averla sentita in uno spettacolo di Luttazzi, che ovviamente ne rivendica la paternità. Quello di cui non sono sicuro è se è effettivamente partita da lui.
Cercando su internet è pieno, anche Franceschini l'ha usata, sempre usando come protagonista Berlusconi.
Ma è difficile formularla in modo da trovarla (magari anche all'estero) su internet, perchè il concetto base "ne avevo più di te" è breve, mentre tutto il resto può essere facilmente modificato (l'età, i protagonisti della gag, ecc...). In tal caso, se dovesse essere effettivamente partita da Luttazzi, non vedo perchè se la prende tanto... in fondo Franceschini, Berlusconi e tutti gli altri hanno solo "eseguito la loro variazione sul tema", o no ?! ;]

Sback said...

segnalo http://www.youtube.com/watch?v=HHyPXly9Br4 minuto 3:05 ;)

Anonymous said...

Trovo un pò inutile discutere. Ripeto, io sono (o forse ero) un fan di Luttazzi. Detto questo:
1) Luttazzi non fa altro che attaccare per qualsiasi motivo gli altri comici. E in particolare perchè qualcuno avrebbe copiato le battute (per questo li ha pure insultati). Ora, io non ho mai notato di avere l'anello al naso, e di certo non basta che un nerd secchione, che sa usare in maniera impeccabile un linguaggio forbito, mi prenda per scemo. Battute copiate...no parzialmente modificate...no..è una caccia al tesoro!!!!! Roba da ridere sino a domani. E certo, io da domani inizio a fare il musicista, cerco brani famosi all'estero ma sconosciuti in Italia, li copio e poi quando vengo beccato (ma dopo averci fatto bei soldini) dico che era una caccia al tesoro!!! Che ridereeeeeeeeeeeee…
2) Le scuse di Luttazzi sono ovvie, come ho detto sopra da un pò di tempo la gente si è accorta dei suoi comportamenti, del predicare bene e razzolare male, e lui ovviamente deve correre ai ripari, prima censurando i commenti sul suo blog (lui che fonda ogni suo spettacolo sull'odio verso la censura), poi inventandosi scuse sulle battute che copia, poi inventandosi la palestra, così non dovrà più copiare da artisti famosi (rischiando magagne legali) ma da perfetti anonimi.
Mi spiace, sono già diverse volte che vedo il suo ultimo libro e sono tentato di comprarlo, ma non mi va di dargli dei soldi. Ne sta venendo fuori la figura di un brutta persona, arrogante, maleducato, che insulta gli altri e poi segue la stessa strada, o meglio se ne approfitta per fare soldi.
Ma poi che ne vogliamo dire del fatto che non vende nemmeno più i DVD dei suoi spettacoli (dove sa che ci farebbe molti soldi), solo per l’odio verso chi li scarica dalla rete.. Mi sembra un drogato di fama, soldi, e per questo che differenza c’è tra lui e Berlusconi che tanto insulta?
Mah?????? Che tristezza. Mi viene da pensare che se non va più in tv è perché chi lo conosce bene sa che tipo è.

Fausto 'RivéR' said...

Sono d'accordo con l'ultimo commento anonimo.
C'è poco da discutere ormai.
Alla fine si rischia davvero - come dicevo in una battuta sopra- di creare un nuovo fenomeno Luttazzi solo per vedere quanto e chi plagia. Vengo di continuo su questo blog sia perchè è interessante sia perchè mi è sembrato da subito un ritrovo di persone APERTE e DISPONIBILI, predisposte a cercare una verità, e non una semplice critica.
La delusione è forte perchè eravamo tutti suoi estimatori.
Ma ad un certo punto bisogna abbandonare il fenomeno. Andrebbe per gioco aggiornata la lista delle battute copiate (già in corso) e sarebbe divertente sapere cosa hanno da dire gli autori copiati. Se molti di loro ci rispondessero potremmo chiedergli anche cosa c'è dopo la morte.
Tutto il resto è per me ormai fine a se stesso, così come lo stesso Luttazzi. E' un bravo attore, traduttore ed esperto di satira; come persona non entro nel merito perchè non lo conosco e il successo fa brutti scherzi. Ma ormai di lui nella mia testa resta davvero poco di positivo.
Detto questo continuiamo la nostra VERA CACCIA AL TESORO, la più interessante: quella sugli autori veri, originali, creativi, brillanti... e ce ne sono tanti. Luttazzi a quanto pare è solo un collage del loro genio creativo.

Ntoskrnl said...

Concordo con entrambi i commenti. E sì, come diceva Fausto, la discussione ormai è fine a se stessa. Io, in verità, ho pubblicato l'articolo già molto tempo fa e lì era rimasto. Solo ultimamente il blog ha acquisito una discreta visibilità grazie a persone come sback che lo hanno diffuso. Io, di mio, non ho fatto nulla per diffondere questo blog. Sono contento di vedere che ci sono ancora in Italia delle persone intellettualmente oneste come ritengo di essere anch'io.
Cioè, ciò che voglio dire è che per me personalmente il fenomeno era già passato dopo 2-3 mesi dall'uscita dell'articolo. Il mio interesse è stato riacceso dall'interesse e dal sostegno che ho riscontrato dai più che hanno lasciato un commento.

Ovviamente, c'è poco da aggiungere (a meno che qualche comico non commenti la vicenda), ma non dimentichiamoci che molti altri rimarranno sorpresi leggendo l'articolo. La questione è metabolizzata solo per noi che lo sappiamo da tempo. Inoltre, se questo blog acquisterà ancora più visibilità (cosa probabile, visto che sta procedendo come passaparola), allora dubito che la faccenda si chiuda del tutto, almeno per me.

Voglio intanto ringraziare headbox, Fausto e sback.

Anonymous said...

Ma la cosa assurda (veramente mi da da pensare che abbia qualche problema esistenziale) è che non ha mai perso l'occasione per attaccare con ira chi copia le battute (insultandolo) e la censura. Ma io dico, tu copi, stattene zitto, fai come tutti, fai i tuoi soldi e non rompere le balle, così nessuno le romperà a te.
E poi che fa con arroganza? Censura tutti i post del suo blog che non gli piacciono, mettendo chissà perchè solo quelli che gli leccano il sedere. E qui non si parla di insulti, ma di commenti che educatamente esprimono un'opinione diversa dalla sua. Ma poi non solo, lui dice che la censura non dovrebbe esistere, ed infatti INSULTA Berlusconi o altri potenti, e poi perchè nel suo blog non fa lo stesso?
Fra gli altri non fa altro che prendere per i fondelli Grillo. Ma io dico, nonostante io non la possa pensare come Grillo, di certo non lo posso odiare, perchè almeno lui la faccia ce la mette, si muove proprio per cercare di migliorare le cose, e mi chiedo chi glielo fa fare visto che guadagna cento volte di più di Luttazzi e potrebbe fare anche i lui i suoi spettacolini dove prende in giro tutti e poi dopo se ne torna a casa sua.
Parlate di caccia al tesoro? Che ridere...Ma qualcuno lo sapeva che esisteva questa caccia al tesoro, dove si vincevano i suoi libri e dvd? ahahahahah
Certo, nessuno lo sapeva, perchè era una doppia caccia al tesoro, la prima per scovare le battute e la seconda PER INDOVINARE CHE ESISTEVA UNA CACCIA AL TESORO CON PREMI!!!!!
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Perchè non lo inondate di post e email con le battute scoperte? Avrete migliaia di regali!!! ahahahaha

ops...ah certo...lui non vi risponderebbe e non pubblicherebbe i post nel suo blog.
Quindi forse c'è una terza caccia al tesoro. Quale mezzo di comunicazione usare per ottenere i premi???? Forse il piccione viaggiatore???
Comunque va sputtanato, come lui fa satira e informa, noi tutti dobbiamo fare satira e informare su chi è e cosa fa Luttazzi. Libertà di parola e non censura, giusto Danielino?

Paolo Burini said...

A parte il fatto che non accetto la giustificazione di Luttazzi “copio le battute satiriche così mi difendo dalle accuse di volgarità” (troppo comodo), ma allora come giustifica i suoi furti di battute come le seguenti?

It's amazing that the amount of news that happens in the world every day always just exactly fits the newspaper.”
- Jerry Seinfeld -

People are stupid. Not us, just all the others.
- Ellen Degeneres -

I saw a man with a wooden leg, and a real foot.
- Steven Wright -

You can't have everything. Where would you put it?
- Steven Wright -

The other day I got on an elevator and this old guy got in with me. I was over near the button, I pushed number four and I said: “Where you going?”. He said: “Phoenix”. So I pushed 'Phoenix'.
- Steven Wright -

Now I'm going to tell you about the girl I'm seeing now. The last week in August we went camping way up in Canada. We were laying around in the woods and stuff, and I don't know how she did it but she got poison ivy on her brain. And the only way she can scratch it is if she thinks about sandpaper.

- Steven Wright -

Come vedete sono tutte battute semplicemente comiche, e non satiriche. Di certo non possono essere accusate di volgarità.

Paolo Burini

Anonymous said...

La battuta "alla tua età ne avevo già sei" è appunto vecchiotta. Non so se avete modo di verificare, ma sono sicuro di averla vista in una vignetta di Altan degli anni '70 o '80, su una copertina di Linus.

Sono anche io molto deluso da Luttazzi (m'è caduto un mito) e concordo sul fatto che si tratti fondamentalmente di plagio ingiustificato.
Dissento invece sul discorso censura e sulla Palestra: sul suo sito può fare quello che vuole (e comunque non pubblica solo interventi favorevoli), non si può parlare di "censura"; per quanto riguarda il riciclo delle battute altrui, aspettiamo di vedere come e cosa metterà nel libro di Feltrinelli. Le battute della Palestra non sono sue ma sono sicuramente anche merito suo; non giudichiamo troppo presto.
Trattandosi di un "teorico", non escludo (forse però mi voglio autoconvincere, temo!) che sia anche in buona fede, nel discolparsi con queste argomentazioni.
Non ho ancora letto "La Guerra Civile Fredda"... continuerò a tener d'occhio questo blog però.
Grazie per l'ottimo lavoro.

C.B.C.

Ntoskrnl said...

Grazie, C.B.C.

Grazie, Paolo. Aggiungo le battute da te segnalate al repository. Grazie del contributo.

Anonymous said...

Quoto in pieno l'altro anonimo:
"Certo, nessuno lo sapeva, perchè era una doppia caccia al tesoro, la prima per scovare le battute e la seconda PER INDOVINARE CHE ESISTEVA UNA CACCIA AL TESORO CON PREMI!!!!!
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Perchè non lo inondate di post e email con le battute scoperte? Avrete migliaia di regali!!! ahahahaha"

Ne stiamo pure a discutere; Luttazzi è un SòLA comme pochi altri e anzi con meno senso del pudore e della misura e c'ha infinocchiati per anni, vorrei farmi ridare piuttosto i 100 euro complessivi che mi saranno costati i "suoi" spettacoli.

"Io le battute degli altri le miglioro"
Se, e io correggo gli assolo de Hendrix, ma vadavialchiul, va'.

Anonymous said...

Rivisto il suo libro in libreria. Sono felice, perchè mi è passata la curiosita (o forse abitudine) di leggerlo.
Tra l'altro ho pure sentito commenti e sembra sia un palla, tipo l'ultimo Lepidezze...Tanti discorsi politici, pseudo-culturali e poco da ridere seriamente.
Meglio così

Anonymous said...

Dimenticavo, non c'è una sola caccia al tesore ma ben:
1)scoprire le battute copiate
2) scoprire che c'è una caccia al tesoro
3) scoprire come si fa per ottenere i premi
4) scoprire quale è la balla, ops, il motivo per cui copia le battute
4a) per migliorare le battute
4b) per difendersi da eventuali attacchi legali contro la sua satira
4c) perchè appunto bisogna scoprire tutto l'ambaradan suddetto

:D

Paolo Burini said...

Eccone un'altra:

All this travelling, all this moving from town to town, living out of a suitcase. It's a hard life for anyone to comprehend. It's really going to take one very special woman. Or a lot of average women.
- Bill Hicks -

Povero Bill. Derubato delle sue battute, e per giunta da un non-fumatore.
Paolo Burini

Anonymous said...

"My uncle once told me when I was five, 'When I was your age, I was six.'"

http://en.wikiquote.org/wiki/Talk:Steven_Wright

Fausto 'RivéR' said...

Non so se già c'è stata questa segnalazione, comunque...

Non ho modo di riprendere dal monologo di Chris Rock le battute in lingua originale.
Il monologo è "Bring The Pain" (1996) e Luttazzi ha ripreso questi spezzoni in "Barracuda" 2007:


CR/DL:
Non chiedete mai ad una donna con quanti uomini è stata a letto.
Non volete saperlo.
Qualsiasi cosa vi dirà vi sembrerà troppo.
Mettiamo che vi dica 2.
e voi: "Due?...Due?!"
CR: sarà colpa di come ti hanno cresciuta.
DL: dove sei cresciuta nel Bronx ?!
CR/DL:
Un altro motivo per cui non bisogna chiedere alle donne quanti uomini hanno già avuto... perchè mentono.
Non chiedete mai ad una donna quanti uomini ha già avuto.
DL: Accontentatevi di essere quello attuale!
CR: Accontentatevi di essere voi a scoparla ora.
CR/DL: Le donne mentono. Vi dice 3 sono 10.
CR: Bisogna considerare per ogni donna una curva di 7 cazzi. O meglio ancora, 3 cazzi elevati all'ottava potenza.
DL: vi dice 10? Sono 80! Io considero il numero che mi dice la ragazza come una potenza di due.


CR:
NON TRADITE, VERRETE SCOPERTI. NON IMPORTA CHI SIETE. POTETE ESSERE 007, MA VERRETE SCOPERTI LO STESSO.
MA SAPETE COSA SUCCEDE ADESSO? ORA TU NON TI FIDI PIù DI LEI.
[...]
VOI L'AVETE TRADITA E ORA NON VI FIDATE PIù DI LEI.
LE HAI APPENA CONSEGNATO UN BUONO PER UN CAZZO GRATIS.
E NON SAI QUAND'è CHE ANDRA' A RISCUOTERLO!

DL:
Non tradite mai la vostra donna, la vostra donna vi scoprirà.
Potete essere James Bond la vostra ragazza vi scoprirà.
[...]
Essere scoperti è tremendo quasi come essere scoperti e perdonati. Essere scoperti e perdonati è la cosa peggiore e più devastante che possa capitare a un uomo. Sì perchè se la vostra donna vi scopre e vi perdona, da quel momento vi accadrà una cosa stranissima. Voi non avrete più fiducia in lei. Voi l'avete tradita e voi non avrete più fiducia in lei. Perchè le avete appena regalato un abbonamento gratis ad un nuovo uccello.
E non saprete mai se l'abbonamento è ad un mensile, ad un settimanale oppure a un quotidiano.


CR:
QUANDO ERAVATE SINGLE, NESSUNO PENSAVA AL VOSTRO BRUTTO CULO....
ORA TUTTE VOGLIONO SCOPARE CON VOI.
ORA IL VOSTRO TELEFONO SQUILLA FUORI CONTROLLO. FOLLI E PERVERSE CHIAMATE SESSUALI, COME: "HEI, CHE STAI FACENDO ? IO E LA MIA AMICHETTA FACCIAMO UNA GARA DI POMPINI E ABBIAMO PENSATO CHE SARESTI UN BUON GIUDICE".

DL:
Tu sei single, non ti caga nessuno.
Come ti metti con una, tutte le donne della provincia vogliono farti.
E da quel momento cominci a ricevere telefonate pornografiche nel cuore della notte del tipo: "Ciao, non mi conosci, sono un'amica della tua ragazza. Io e le mie otto amiche modelle siamo ninfomani. Hai un mese libero per caso ?"

Tenete presente che ho ricopiato gli spezzoni di Chris dai sottotitoli inseriti da ComedySubs.
Ovviamente l'adattamento di un testo tradotto difficilmente può risultare identico all'originale.
Nel caso specifico di Luttazzi che è un esperto di Satira, è anche logico che non si sarebbe limitato a tradurre le battute ma anche a adattarle all'italiano per farle funzionare. E' un meccanismo che vale per qualsiasi aforisma o battuta riportata in italiano. Questo per rispondere all'eventuale critica "eh ma i testi sono diversi. Luttazzi ha fatto come dice: ha riadattato con battute diverse!". Solo in pochi casi questo può essere vero. Ma se voleva usarle questo era il minimo che potesse fare. E in ogni caso è palese che abbia ripreso spezzoni interi proponendo nello stesso spettacolo idee non sue.

Per chi volesse scaricare lo show di Chris Rock (subita): http://www.megaupload.com/?d=IN1FHP9S .

;]

Ntoskrnl said...

Povero Hicks.

Ah, guarda, anche quella dell'età era di Wright.

C'è anche: The Post Office commemorates prostitution: the stamp costs ten cents, but if you want to lick it, it'll cost a quarter.

di Chase.

Ho appena visto lo spettacolo "Breaking the rules" di Kinison e, come anticipò un anonimo diverso tempo fa, contiene la gag sul sesso orale contenuta anche in "Sesso con Luttazzi". Ma non posso aggiungerla, è troppo generica per parlare di plagio.

Ntoskrnl said...

Ah, grazie Fausto. Sto scaricando lo spettacolo, appena posso trascrivo.
In verità, quella del bronx l'avevo già sentita in uno spezzone su youtube, mi pare. Ma doveva essere uno di quei momenti in cui ho pensato "se vabbe', un'altra" e non l'ho trascritta.
C'è da dire che, soprattutto nel periodo di fiacca (ovvero prima che questo blog ricevesse un minimo di visibilità), non ho trascritto diverse battute che ho sentito. Mi pare che ho tralasciato anche qualcuna di Maher.

Inoltre, molti mi hanno fatto notare che Luttazzi nello spettacolo di Decameron ha preso i primi 20 minuti di Zeitgeist 1 (che ho visto). Tuttavia, questo blog si focalizza principalmente sui plagi di battute. Non so se ha senso segnalare il plagio di un documentario. Peraltro, io non ho visto Decameron (non ho visto né sentito più niente di Luttazzi dalla fine del 2007), ma è proprio da scemi copiare Zeitgeist. E' un documentario di fama crescente, sottotitolato in 50 lingue e gratuitamente scaricabile dalla rete.

Anonymous said...

Ragazziiii!!!
Io non sto leggendo, ma sul serio sta copiando tutta sta roba??? Dai, non posso crederci, non un paio, ma sembra che praticamente tutte le sue battute siano copiate pari pari....Ma ha mai scritto qualche battuta sua, o semplicemente vai è un raccoglitore umano di battute altrui????
Mah, qui sembra che tutto ritorni.....la gente se ne accorge...lui vive della rete..e allora si inventa la Palestra.....
Mah?????????
E' davvero inquietante!
Adesso piano piano inizio a guardarmi gli spettacoli ORIGINALI di comici americani e non. Adios Danielino...la rete non ti lascia scampo, prima o poi le schifezze vengono fuori ;-)

Ntoskrnl said...

Sto guardando lo spettacolo di Chris Rock segnalato da Fausto (ne avevo già visto degli spezzoni su youtube).

La riconoscete questa? =)

You know what a platonic friend is to a woman? It's like a dick in glass case: in case of emergency break open glass.

Ntoskrnl said...

Allora le battute che ho trascritto da questo speettacolo sono:

---------------------------
You know what a platonic friend is to a woman? It's like a dick in glass case: in case of emergency break open glass.

One thing I learnt about women. Guys: never ask a woman how many men she slept with. 'Cause you don't wanna know. Just be happy you're fucking her now. [..] Why you wanna know? First off, no matter what she says, it's too much for you. She can go "two" and you'll be like: "two?? TWO?? I guess it's how you was raised".
Women will lie. [...] If she says "three", that's "ten". You know, you have to give every woman a seven dick curve. That's more like 3 dicks at the 8th power.

(changes slightly in the end)
When you were single, nobody was thinking about your ugly ass. [but once you're in a relationship] everybody wants to fuck you. When you were single, nobody was calling your ass up? Now, you're phone ringing up the hook. Crazy, freaky sex calls going: "hey, what you're doing? You know me and my girlfriend have a dick sucking contest and we think you would be a good judge."

You can't cheat, you know why? 'Cause you're gonna get caught. You're gonna get caught. I don't care who you are, you are 007, you are gonna get caught.

(changes slightly in the end)
You know what the crazy shit is? You cheated on your woman. She should trust you no more, but she does, eventually she does. But you know what happens now? Now you don't trust her. You know what happened? You fucked around your woman. You know what happens when you fuck around your woman? You just gave her get some dick free card. And you'll never know when she's gonna cash it in.
---------------------------

Non è poco, è 1/3-1/4 dello spettacolo e le restanti battute non si potevano riproporre in italiano.

Anonymous said...

Grazie ragazzi...giusto qualche giorno prima dello spettacolo di Firenze!In realtà non sono così sconvolta,dall'inizio dell'anno con un mio amico abbiam parlato di qualcosa di "marcio"che veniva fuori da come Daniele gestiva il blog(scusate,ma io non ho mai digerito quelle menate tipo le autointerviste SERIE...aiuto!!!),da alcune sue uscite(da secchione aggressivo,diciamo;-D),dai toni agiografici suoi e tutt'intorno,e con l'avvento della Palestra c'è stato un peggioramento progressivo:definire la satira,definirsi attore(col c...,ma questo l'ho sempre pensato,è evidente che non vi sia altro che lui e le sue conoscenze sul palco),etichettare come fascisti in complicità programmata con think thank neocon gli autori dei Griffin,dei Simpson(che banalità,dev'essere stato un po'troppo in internet:Zeitgeist,la Bivings,la Casaleggio,fa delle allusioni con una convinzione degna di un quindicenne invasato...ma soprattutto,chi se ne frega di Beppe Grillo?Perchè è sempre lì a sottolineare le varie pochezze?Della serie,squallidamente,"Lo merito io,il successo,la fama"),il discorso sarebbe lunghissimo ed io sto scrivendo male e di fretta,quindi chiudo qui,adesso.Ci tenevo a lasciare un commento:)Ho riscontrato un ostracismo da ipse dixit da parte di fans e affini.Ipse chi?Appunto.In definitiva,quest'anno ho cominciato a conoscerlo meglio e mi si è creata,abbastanza chiara,un'immagine:secchione mica creativo,ripeto,aggressivo,non so quanto frustrato e velleitario(vedi capitolo musica,sarà che mi tocca particolarmente!).Non mi "fidavo" più.Da Hicks e da Bruce avevo verificato qualcosa con le mie orecchie,tutto il resto mi mancava e amplia il ridimensionamento in fieri.E ringrazio per le indicazioni date,non vedo l'ora di godermi gli "originali"!Tra l'altro,guardando Hicks,si risolve la perplessità che suscita un certo tipo di battute associato alla persona Daniele Luttazzi...la mancanza di verosimiglianza,in riferimento ad un'ispirazione riconducibile ad elementi di un immaginario sperimentato,laddove percepita,credo abbia intrinseca la possibilità di virare verso l'effetto esilarante della discrepanza.P.S.Ricordo che,ancora all'oscuro,gli scrissi perché volevo sapere per quale show americano scrivesse e non mi rispose.Mi sembrò strano da parte di chi è sempre pronto ad accrescere conoscenze altrui,dispensando informazioni ai più precluse...soprattutto da parte di chi aveva perso tempo a rispondermi su aneddotiche personali.

Ntoskrnl said...

Intanto per chi, come me, non conoscesse la vicenda Griffin, può informarsi qui: http://sdrammaturgo.wordpress.com/2009/07/02/luttazzi-mi-dispiace-io-sto-con-macfarlane/

grazie del commento.

Andrea said...

Capito su questo blog per la prima volta, leggo i post e gran parte dei commenti e mi viene da chiedermi: ma sono ancora fan di Luttazzi o sono fan di tutti i comici che lui "cita"?

C'era qualcosa che mi convinceva poco di lui, di ciò che faceva dentro e fuori dai suoi spettacoli, ma ancora non capivo cosa. Solo ora, almeno per me, credo che il disegno abbia preso forma.

E acquistano un senso i vari puntini:
- mancanza di verosimiglianza (dice bene la ragazza qua sopra)
- strenua difesa del copyright (il suo)
- "citazioni" di altri comici (ma era solo la punta dell'iceberg rispetto a quello che ho scoperto qui)
- la "caccia al tesoro" (quel post lo conoscevo, ma è forse messo in modo da essere visibile? No. Ma dopotutto fa parte della caccia alla "caccia al tesoro", no?...)
- il suo additare i difetti di altri comici (Grillo, Rossi) anche a ragione, ma al tempo stesso far finta di niente sui propri difetti o sviare il discorso
ecc. ecc.

Sempre la ragazza qui sopra dice bene "Mi sembrò strano da parte di chi è sempre pronto ad accrescere conoscenze altrui". Ecco perché quando l'hanno scorso, dopo aver visto il suo spettacolo, gli scrissi un commento sul suo blog dicendo che mi era piaciuta la parte sulla religione e citando Zeitgeist, lui non l'aveva pubblicato! (tra l'altro quella parte è inclusa nel suo "La guerra civile fredda", che ho già letto per intero, ed è ampliata e molto curata, anche rispetto a Zeitgest: cita le fonti cartace, ma non Zeitgest, che comunque a sua volta è tratto da diversi testi; in ogni caso la cosa mi puzzava e mi puzza)

Tra i commenti ho trovato la "citazione" di Wright: "I saw a man with a wooden leg, and a real foot." e mi sono cadute le braccia: pure Wright! Ma ormai di che mi stupisco? In ogni caso mi ha colpito quella battuta perchè se cercate Billy Connolly su Youtube, Connolly la racconta in un suo spettacolo, ma cita anche Wright e dice che lo trova spassoso. Quante volte ho sentito da Daniele una cosa simile? Zero.
Insomma adesso non so più a cosa credere: ogni singola volta che sentirò una sua battuta mi verrà da chiedermi se sia veramente sua...

Per concludere: credo che continuerò a seguire Luttazzi, ma per quello che in gran parte è: un bollito misto di tanti altri comici e non solo.Sicuramente continuerò a seguire questo blog, che è davvero un posto piacevole frequentato da persone aperte e disponibili, come qualcuno diceva più in alto.
Che succederà in futuro? Boh, chi vivrà vedrà. Intanto, nella figura che un tempo ritenevo moralmente integra, una breccia si è aperta e io, come direbbe lo stesso Daniele (o forse qualcun'altro?), com'è che c'è una breccia mi ci infilo.

Andrea said...

Vorrei aggiungere un paio di considerazioni al mio commento di prima.
Non ricordo che ricerca ho fatto su Google per finire qui, fatto sta che oltre a questo ho trovato altri blog che criticano Luttazzi per altri motivi, ma secondo me legittimi.
Sono critiche alle linee guida della sua Palestra, in particolare all'aspetto morale delle battute: Daniele impone la sua morale come l'unica vera e buona, così che definisce fascista tutto quello che lui non trova divertente e viceversa non-fascista quello che lo diverte.

Io non sono vegetariano, nè vegano, ma trovo sensata la critica che viene rivolta a Luttazzi per la sua Cow Crucis: è vero che in questo caso il suo intento primario è prendere di mira il Cristianesimo, ma è altrettanto vero che, consciamente o no, sbeffeggia anche gli animali da macello e coloro che difendono i loro diritti.

In una delle linee guida della Palestra dice testualemnte: "Attenti inoltre alle implicazioni. (Es: "Stupri nei videogame. Monito del Santo Padre: pixel sono già piccole creature." Questa battuta si schiera contro il papa, ma indirettamente giustifica i videogame con stupri!)"
Ma i videogame con stupri non implicano automaticamente una giustificazione degli stupri, e lo stesso vale per i videogame dove si spara sugli innocenti o si spaccia droga. (Il videogame giapponese in questione è Rapelay. Non so se conoscete il duo comico Penn & Teller: ricordo di aver visto su Youtube un video podcast di Penn che schierava contro la censura del gioco, argomentando come ho fatto io e aggiungendo che dare la colpa a un videogioco per gli stupri banalizzerebbe un comportamento sessuale violento, in quanto il violentatore diverrebbe vittima, vittima di un videogioco criminale che l'ha fatto agire in quel modo e capace di far agire così chiunque, come se tutti fossimo in realtà potenziali stupratori che necessitano solo di una spinta in più per passare alle vie di fatto)

Andrea said...

Luttazzi critica inoltre MacFarlane, definendolo fascista.
Ora, premesso che non amo gli show di MacFarlane, mentre invece adoro i Simpson, Futurama e South Park (gusti personali), Luttazzi sbaglia di grosso in quanto MacFarlane ha origini ebree ed ebrei sono i suoi co-autori.
Quando guardavo la scenetta di Anna Frank nei Griffin, non capivo cosa ci trovasse Daniele di tanto fascista, ma poi pensavo "Boh, avrà ragione lui, probabilmente siamo davvero tutti talmente indottrinati da non capire quando una battuta è dalla parte delle vittime e quando non lo è". In realtà si trattava semplicemente di capire che la sua morale non è necessariamente giusta e perfetta. Io so cosa trovo fascista e cosa no, ma potrei sempre sbagliarmi.
Evito di sfociare nel discorso "tutto è relativo VS forse no", racconto piuttosto una cosa che ancora una volta mostra come la sua visione morale non ammetta critiche. Sempre riguardo ai Griffin, Luttazzi trova fascista la gag su Madre Teresa: in quell'occasione gli feci notare come Madre Teresa non fosse una santa, nè una brava persona e citavo "La posizione della missionaria" di Christopher Hitchens (in Italia il libro ha avuto la sfortuna di uscire nel 1997, anno in cui Madre Teresa è morta, e nelle librerie è passato ancora più inosservato, sepolto sotto una valanga volumi che santificavano la donna; peraltro c'è anche un documentario filmato intitolato "Hell's Angel" che ha preceduto il libro, credo che in rete si trovi). Il commento non è stato pubblicato, nè mi è stata data una risposta via mail. In occasione del suo post sul Nobel a Obama, dove Luttazzi rispondeva a un utente indignato facendogli notare che il Nobel per la pace ormai non vale una cicca dato che l'avevano dato a Kissinger, scrissi un commento aggiungendo alla lista anche Madre Teresa e citando di nuovo Hitchens (tra l'altro anche autore di "Processo a Henry Kissinger", libro e documentario): risultato? Di nuovo commento non pubblicato e nessuna risposta.
Niente da fare: non gli va giù che io possa ridere di una che ritengo (motivatamente) criminale, perciò io secondo lui sono fascista.


Comunque, per tornare al tema centrale di questo blog: mi va bene essere preso in giro dai politici, mi va bene essere preso in giro da quelli che dovrebbero fare i giornalisti, ma mai mi sarei aspettato una cosa simile da Luttazzi. Fa male, eppure al tempo stesso non mi sento in grado di lasciarlo perdere una volta per tutte. Evidentemente sono ancora parzialmente schiavo di quel meccanismo che descrive bene nella "Guerra civile fredda": narrazione emotiva con successiva sospensione del ragionamento critico e razionale. Sono certo che molti suoi fan reagirebbero cercando di negare l'evidenza, se messi di fronte a questo blog.

Peccato, Daniele: per ora continuo a seguirti, ma sappi che sono come una donna che ha appena perdonato il tradimento del suo uomo.

Andrea
(chi volesse contattarmi può scrivermi a andynuke@ngi.it)

Ntoskrnl said...

Il libro di Hitchens l'ho letto. =)

Hai scritto un bel commento. I fanatici (e per fortuna non sono tanti), messi a confronto con questo blog, negano l'evidenza, usando le stesse identiche espressioni/parole usate da Luttazzi. Parlano dei fraseggi nel Jazz di Miles Davis, di Mozart che riprende Vivaldi, di Lenny Bruce, della caccia al tesoro, del post del 2005, di radio2, di Picasso e Velasquez.
Ma stanno esaurendo gli specchi su cui arrampicarsi.

marcus said...

Caro Ntoskrnl,se vuoi ti mando le battute che gli ho mandato alla Palestra così ti porti avanti col lavoro...Scherzo naturalmente! In effetti noto che dal mio primo intervento la voce si sta spargendo,t'han linkato su Spinoza e su un altro blog di cui ora mi sfugge il nome. Per quanto esistano i fanatici,il pubblico di Luttazzi è composto da persone che si informano e non mi stupiscono i nuovi arrivi e commenti sul blog!

Paolo Burini said...

Ecco altri esempi di “Déjà Vu Comedy” da parte di Daniele “Simulacro” Luttazzi:

I was walking through the desert and a UFO landed, these little 1 inch tall guys got out and came over next to me. I said: "Are you really that small?" They said: "No, we're just really very far away".
- Steven Wright -

This Bin Laden guy is creepy looking. Don't you miss the old days when the only millionaire living in a cave was Batman?
- David Letterman -

Some people are addicted to popping the bubbles in bubble wrap. I know. I had a bad case of it for a while. I would costantly open other people 's packages and pinch the protective plastic. [...] Then one day my habit almost got me killed. I intentionally crashed my car into a tree so I could pop the airbag.
- Chris Rock -

Do you realize that in 1997 some women still don't give head? Ninety-fucking-seven. When I was single and I met a woman who didn't give head, I'd look at her like she was a Betamax. “They still make you?”
When it comes to head, there's three types of women. […] The woman C is my favourite. “Where's that dick? It's got the antidote and I'm gonna get it.”
- Chris Rock -

Non è questione di accanirsi contro Luttazzi. È questione di rendere giustizia ai vari Emo Philips, Steven Wright, Bill Hicks, Chris Rock, Eddie Izzard, Robert Schimmel, George Carlin... E di dare agli appassionati di Comicità la possibilità di scoprire chi sono i veri autori di tutte quelle battute geniali che Luttazzi spaccia per sue.
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

marcus: sì, è vero, ma il più della visibilità era dato dai link messi (non da me) su wikipedia e su youtube (per opera di sback). Entrambi rimossi e del video sappiamo da chi. Il 70% del traffico su questo blog è dovuto alla gente che cerca "luttazzi copia" su google. Io stesso non ho fatto niente per pubblicizzarlo. E' solo grazie al passaparola e a gente come sback che il blog ha acquisito visibilità.

Paolo: grazie delle segnalazioni. Non ho mai guardato molto di Wright, ma in effetti noto che Luttazzi ha preso parecchio da lui.

Paolo ha espresso pienamente anche la mia opinione. Questo deve essere visto come un lavoro (a tempo perso, per carità) di ripulitura.

Anonymous said...

Ragazziii!!! Posso bestemmiare???

Ma io dico!!!!!!!
Danielino il furbino viscidino ci ha smaronato per anni sull'odio verso qualsiasi forma di censura, e poi non fa altro che censurare a destra e a manca anche su cose che non sono un insulto nei suoi confronti!!!!!

Vi prego, fatemi bestemmiare!!!!

Ma perchè non siamo in anarchia, leggi della natura e basta!
Così uno potrebbe salire sul palco e dargli un bello schiaffone o calcio nel culo a sto essere più viscido che abbia mai visto! Vedreste che smetterebbe al momento, da nerdone cagasotto, di fare il furbacchione.

Vi prego, fatemi bestemmiare!

Perchè intanto non si fa una cosa molto semplice?
Non si informano direttamente intanto i vari INTERESSATI. Per chi conosce l'inglese i vari americani e stranieri. Poi anche gli altri italiani che lui tanto attacca, compresi tutti quelli che lui tanto odia, quindi giornalisti, dirigenti televisivi ecc. ecc. Vedrete che Danielino si cagherebbe sotto in un battibaleno e almeno lui ce lo toglieremmo dalle balle. Cristo santo!! Con tanti viscidi contro cui dobbiamo combattere abbiamo anche il viscido che attacca i viscidi. E’ veramente il colmo dei colmi!

Facciamolo, iniziamo con email a queste persone. Vedrete che così il Danielino avrà poco da censurare a troverà solo terra bruciata intorno a lui. E magari un giorno qualche media principale affronterà l’argomento e lo sputtanerà definitivamente su scala nazionale e mondiale.

Dimenticavo, io informerei anche Berlusconi!! Credo che sarebbe felice di sputtanarlo. E a sto punto mi sta più simpatico lui che Danielino!

Ntoskrnl said...

Siete liberi di segnalare agli autori americani ciò che volete (l'articolo l'ho tradotto in inglese per questo motivo). Più mail gli arrivano e più mostreranno interesse. Se poi vorranno commentare la questione...

Contattare Berlusconi? No, per favore. =)
Berlusconi è un delinquente. Capisco, la tua delusione e anche rabbia nei confronti di Luttazzi, ma non devi abbassarti a quel livello.

Manteniamo, piuttosto, noi un equilibro e una sobrietà di cui non sono capaci né Berlusconi né Luttazzi.

Anonymous said...

Sì, è chiaro, ma tra Berlusconi (e tutti i delinquenti che da che mondo e mondo, secondo leggi della natura, fanno di tutto per avere potere e soldi) e Luttazzi, quello che va vomitare di più è quest'ultimo.
E come ho sempre pensato, W Zelig e i comici che non fanno satira ma semplicemente cercano di farti passare momenti leggeri e allegri. W Grillo, Rossi, Guzzanti...che fanno satira (e addirittura lottano personalmente e concretamente) ma non si mettono a criticare e insultare ogni volta i loro colleghi (forse perchè non hanno nessun problema di inferiorità esistenziale). Se si vuole libertà, allora deve essere libertà vera, e accettare la visione altrui, anche se non la si approva.

Sback said...

video su youtube di nuovo online!

Ntoskrnl said...

Adesso sono abbastanza innervosito. Mi stavo guardando l'ultima stand up di Bill Hicks ( http://www.youtube.com/watch?v=gnnzMERGuiY&feature=rec-LGOUT-exp_stronger_r2-2r-2-HM ). Mentre guardo, sento questa battuta:

I was in Australia during Easter, which was really interesting to know: they celebrate Easter in the exact same way we do. Commemorating the death and resurrection of Jesus by telling our children a giant bunny rabbit left chocolate eggs in the night.

È un fottuto sacrilegio, cazzo. Plagiare una battuta dell'ultimo stand up act di uno che da lì a poco sarebbe morto di cancro e che già lo sapeva (difatti, nello spettacolo lo dice pure).

Paolo Burini said...

Sono indignato quanto te, Ntoskrnl.

Speaking of Satan, I was watching Rush Limbaugh the other day. Doesn't Rush Limbaugh remind you of one of those gay guys who likes to lay in a tub while other men pee on him? Am I the only one? Can't you see his fat body in a tub while Reagan, Quayle and Bush just stand around pissing on him? His little piggly wiggly dick can't get hard, 'Uhh... uhh...I can't get hard. Reagan, pee in my mouth!' He still can't get hard, so Barbara Bush comes in. She takes off her pearls, and undoes her girdle. Her wrinkled, flaccid labia unfolds half way to her knees, like some ball-less scrotum. Barbara walks over, squats over his face, and squeezes out a link into his mouth. Finally, his tiny dick gets half-way hard. 'Oooh!' A little bubble forms on the end of his dick, with a little demon maggot inside. The demon maggot pops the bubble, and goes off to join a pro-life group somewhere.
- Bill Hicks -

Anche questo è tratto da “Live at Igby's”.
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

Sì, l'avevo sentita e conoscevo la polemica: era quella su Ferrara. Ma non mi ricordo quanto simile era quella su Ferrara, e poi in questo caso si tratta più di un'immagine. Il potenziale comico dato da Hick che imita Limbaugh non c'è nella versione di Luttazzi.

Invece, la battuta sulla pasqua è proprio un plagio e basta.

Sback said...

Propongo la nuova CACCIA AL TESORO! indicare quali sono le battute davvero di Luttazzi!
non è uno scherzo, sfido chiunque a fare un elenco, ma che faccian ridere, non frasi a caso! :D

Paolo Burini said...

Dealers don't force drug on people. They don't have to. A drug dealer is not like a door-to-door encyclopedia or vacuum cleaner saleperson. You won't hear a pusher saying: “Man, oh man, how am I gonna get rid of all this crack? It's just piled up in my house […].” Dealers offer drugs. I'm 31 years old and nobody's ever forced anything on me. If a dealer says: “Hey, man, you want some smack?” And I say: “No.” That's it.
- Chris Rock -

I got my hair highlighted, because I felt some strands were more important than others.
- Mitch Hedberg -

It's very dangerous to wave to people you don't know because what if they don't have a hand? They'll think you're cocky.
- Mitch Hedberg -

I had a paper route when I was a kid. I was supposed to go to 2,000 houses. Or two dumpsters.
- Mitch Hedberg -

I went to the store and bought eight apples; the clerk said, "Do you want these in a bag?" I said, "Oh, no, man, I juggle."
- Mitch Hedberg -

Ma come ha potuto essere così ingenuo da credere di farla franca? Pensava davvero che non lo avrebbe mai scoperto nessuno?
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

Quella di Rock l'avevo sentita nello spettacolo, ma non me la ricordavo. Ora che l'hai segnalata, mi riaffiora il ricordo.

Quella invece di Hedberg:
I had a paper route when I was a kid. I was supposed to go to 2,000 houses. Or two dumpsters.

L'avevo cercata io stesso, convinto che non fosse di Luttazzi, ma cercando su google non l'avevo trovata 1 anno fa.

Ricordo anche quella della spesa, era nel contesto crisi, negozianti più gentili.

L'unica che non ricordo proprio è quella dei capelli.

Ottime segnalazioni, Paolo.
Posso dare una risposta solo parziale alla tua domanda (retorica). Ovvero: Luttazzi ha cominciato a plagiare prima che internet divenisse il fenomeno quale è. Ancora nel 2001 le connessioni erano perlopiù molto lente e di youtube nemmeno l'ombra. Non possiamo fare finta che le nostre conoscenze in questo settore non siano soprattutto merito di internet. Non credo che staremmo ad ordinare per telefono i vari spettacoli comici, facendoceli spedire dagli USA, senza nemmeno conoscere il comico in questione.
Vorrei ricordare che Luttazzi plagiava già nel 1994. Ma chi in Italia conosceva Hicks nel 1994? Con quali mezzi poi? Solo chi fosse stato negli USA o in UK poteva conoscerlo. Già questo basterebbe a ridicolizzare l'idea di "caccia al tesoro".

Paolo Burini said...

Luttazzi riferisce la battuta di Hedberg a una ragazza. Dice tipo: "Aveva le meches, come se per lei alcune ciocche fossero più importanti di altre."

Suppongo che Luttazzi abbia conosciuto i comici americani vedendoli come ospiti al David Letterman Show, che veniva trasmesso in Italia dalla TV satellitare già negli anni novanta (ma che non era alla portata della maggior parte dalla popolazione, ovviamente).

Decisamente è stata la rete a smascherarlo, si. Chissà come si sentiva furbo prima della diffusione di Internet...
Paolo Burini

Anonymous said...

Non è solo il discorso che sta venendo fuori forse la più grande bufala comica del secolo!!!
Il fatto è che sto pistola non ha fatto altro che attaccare gli altri comici!!! Non ha fatto altro che insultare chi COPIA le "SUE" battute!!!

Questo o è psicopatico oppure è un vero masochista (ossia in fondo in fondo voleva essere beccato)

Sback said...

105! è ora di iniziare a tenere il conto! per ora siamo a 105 e gli autori presi in esame sono una manciata! 105 battute sono più di quelle pronunciate in uno spettacolo di luttazzi... insisisto ancora sull'idea della "contro-caccia al tesoro"!
I numeri sono importanti, io metterei un contatore bello grosso in cima al sito, così che i neofiti possano leggere subito al primo accesso "105"! Se no ci si ripara sempre su: "ma...forse...un paio...ma lui è un genio, il suo repertorio è molto più vasto..."

A presto (in attesa del tanto annunciato "sesso con schimmell"!)
Sback

Ntoskrnl said...

Sback sai qual è il problema? Alcune battute sono di 10 minuti, come quella di Eddie Izzard su Gesù e i dinosauri. Contarla come "una" battuta è un po' ridicolo. Sono 10 minuti di spettacolo.

Aspettiamo il tuo video. Occhio che si scrive Schimmel ;)

Penso di aver trovato altri plagi. Domani riporterò quel che so.

Sback said...

Dave Attell (da wikiquote)

I'm very romantic when I masturbate. I light some candles. Then I try to shoot them out when I'm done. Never invite me to a birthday party.

----

I'm very romantic when I masturbate. Sometimes I light a candle...then I try and shoot it out. It's like a carnival.
____________________________________

Lewis Black (da Wikiquote)

There's no such thing as soy milk. It's soy juice. But they couldn't sell soy juice, so they called it soy milk. Because anytime you say soy juice, you actually... start to gag. Know how come I know there's no such thing as soy milk? Because there's no soy titty, is there?

-----

Well first of all, I'd just like to say that 2005 was a great year, if you like swimming through crap.


E queste son solo quelle presenti su wikiquote, di soli due comici della "lista nera"...oppoveri noi!
Tra l'altro quella delle candele mi è sempre puzzata perchè non era nello "stile luttazzi"...Adesso sto cercando quella del limbo(sapete cos'è il limbo? bè, andata a pag n° del nuovo zingarelli, non lo sanno nemmeno loro), di sicuro è di qualcun altro, mi puzza pure quella! ;D

Paolo Burini said...

The vagina is the strongest muscle in the human body. A strong man cam lift things like a couch, but the vagina will make you buy the couch
- Dave Attell -

La cosa sta diventando ogni giorno sempre più inquietante!
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

La cosa è inquietante perché ha copiato anche molte veramente semplici, come quella appena riportata da Paolo.

In Toscana si dice da sempre: tira più un pel di fica che un carro di buoi in discesa.

E, francamente, è anche più divertente.

Mi è stato detto che anche in questo spettacolo di Izzard debbono esserci alcuni plagi:
http://video.google.it/videoplay?docid=-7225497280072602900&ei=I3shS7i-IaGC2wKQrfmbAg&q=Definite+Article&hl=en#
Ma non ho ancora avuto il tempo di guardarlo.

Io spero che sback si sbagli riguardo alla battuta del limbo, perché a quel punto quello che stiamo facendo (e già mi pare così) è un lavoro senza fine né senso.

Paolo Burini said...

You know we armed Iraq. I wondered about that too, you know. During the Persian Gulf war, those intelligence reports would come out: "Iraq: incredible weapons – incredible weapons." "How do you know that?" "Uh, well … we looked at the receipts."
- Bill Hicks -

The Beatles were so fucking high they let Ringo sing a few tunes.
- Bill Hicks -

I have this feeling man, 'cause you know, it's just a handful of people who run everything, you know … that's true, it's provable. It's not … I'm not a fucking conspiracy nut, it's provable. A handful, a very small elite, run and own these corporations, which include the mainstream media. I have this feeling that whoever is elected president, like Clinton was, no matter what you promise on the campaign trail – blah, blah, blah – when you win, you go into this smoke-filled room with the twelve industrialist capitalist scum-fucks who got you in there. And you're in this smoky room, and this little film screen comes down … and a big guy with a cigar goes, "Roll the film." And it's a shot of the Kennedy assassination from an angle you've never seen before … that looks suspiciously like it's from the grassy knoll. And then the screen goes up and the lights come up, and they go to the new president, "Any questions?" "Er, just what my agenda is." "First we bomb Baghdad." "You got it …"
- Bill Hicks -

I finally got my own TV Show coming out as a replacement show this fall!It's a half-hour weekly show that I will host, entitled Let's Hunt and Kill Billy Ray Cyrus.
- Bill Hicks -
Anche quest'ultima battuta è tratta da 'Live at Igby's'.

"I'm scared of sharks, but only in a water situation. If I saw a shark on the street, I'd be like, 'What? Fuck you!' It's like the opposite of how I feel about lions."
- Demetri Martin -
Sapevo che prima ho poi avrei trovato anche Demetri Martin tra i plagiati.

Da oggi su ComedySubs è possibile scaricare il video sottotitolato in italiano del monologo 'Unprotected' di Robert Schimmel. Non solo questo spettacolo contiene una decina di battute che Luttazzi ha rubato, come sapete. Ma mi sono ricordato che la battuta che conclude lo show (quella 'stronzo nero-sei sul vivavoce') Luttazzi l'aveva rivendicata accusando lo sceneggiatore di un film di avergliela rubata, esattamente come aveva fatto con la battuta della mosca di George Carlin.
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

Un bella carrellata, Paolo.

Quella del presidente e Kennedy al tempo non la aggiunsi perché modificata un po'. Ma in effetti la modifica di Luttazzi è troppo esigua per non considerarla comunque un plagio.

Questa, invece:
I finally got my own TV Show coming out as a replacement show this fall!It's a half-hour weekly show that I will host, entitled Let's Hunt and Kill Billy Ray Cyrus.

proprio non la ricordo. Ma mi fido di te.

Non conoscevo l'aneddoto legato alla battuta del vivavoce. Bella faccia tosta, come al solito.

Io, intanto, ho aggiunto una battuta dello spettacolo di Izzard che avevo linkato.

Paolo Burini said...

Luttazzi "italianizza" la battuta di Hicks così:
Che programma farei se tornassi in TV? Un reality show intitolato 'Diamo la caccia a Paolo Bonolis e Luca Laurenti e uccidiamoli'.

Che fantasia sfrenata, eh?
Mi vengono in mente ora delle fotografie in cui Luttazzi si fa ritrarre di fianco a Eddie Izzard e a George Carlin, e... nè l'inglese nè l'americano accennano un sorriso. Forse in quel momento sentivano fischiare le orecchie? :)
Paolo Burini

Ntoskrnl said...

Ammazza, che variazione sul tema. Ha addirittura cambiato i nomi.

Vaz said...

Una richiesta per chi, come me, non ha mai letto né visto nulla di Luttazzi (e, a questo punto, me ne vanto): non potreste riportare anche le controparti di DL, proprio per mostrare il plagio plateale? Riportare uno sterminato elenco di battute in inglese e basta non mi pare abbia molto senso, perché voi lo sapete che Luttazzi le ha rubate, ma noialtri no :)
Grazie!

Ntoskrnl said...

Ciao Vaz, la parte in grassetto delle battute è ripresa pari pari. Quando la battuta è "modificata", c'è scritto qualcosa come:

(Luttazzi's version is about Berlusconi instead of "americans")
I don't believe there's any problem in this country, no matter how tough it is, that Americans, when they roll up their sleeves, can't completely ignore.

Sostituisci la parola "americans" con "Berlusconi" e hai la battuta di Luttazzi.

Quando, invece, non c'è scritto niente, allora significa che la battuta è ripresa pari pari.

Non posso adempire alla tua richiesta poiché rischieremmo, per assurdo, di infrangere il copyright di Luttazzi e lui potrebbe richiedere l'oscuramento del blog, come ha fatto per il video di sback su youtube che, ricordiamolo, conteneva una foto di Luttazzi...

Al massimo, potremmo riportare lo spettacolo con minutaggio o il libro con numero di pagina che contiene la battuta plagiata. Ma per quanto concerne me, non ho più né i libri né gli spettacoli di Luttazzi. Le battute le ricordo a memoria e più o meno ricordo anche il libro e lo spettacolo di quasi tutte, ma non il numero pagina o il minutaggio. Se si vuole, si può fare anche questo lavoro.

Fatemi sapere.

Ntoskrnl said...

Trovata un'altra:

Rodney Dangerfield:

What a childhood I had. My mother never breast-fed me. She said she liked me as a friend.

Paolo Burini said...

Why is marijuana against the law? It grows naturally upon our planet. Doesn't the idea of making nature against the law seem to you a bit... unnatural? You know what I mean? It's nature. How do you make nature against the fucking law?
- Bill Hicks -

Ntoskrnl said...

Ricordo che Luttazzi lo menzionava. Ma si può considerare un plagio?

Ntoskrnl said...

Paolo o sback, vi ricordate una di queste?

I haven't spoken to my wife in years. I didn't want to interrupt her.

When I was a kid my parents moved a lot, but I always found them.

When I was born I was so ugly the doctor slapped my mother.

Ho una sensazione di dejà vu.

Ntoskrnl said...

E questa anche:

I used to play sports. Then I realized you can buy trophies. Now I’m good at everything.

Fatemi sapere se ne riconoscete qualcuna.

Fausto 'RivéR' said...

Hai cambiato qualche impostazione ? Qualche tag diverso ?
Quando cerco su Google "Luttazzi copia" non compare più il blog.

Ntoskrnl said...

No, non ho cambiato nulla. Il blog compare, ma non più alla prima posizione. Comunque, aumentando il page rank (ovvero aumentando i link verso il blog), dovrebbe ritornare alla prima posizione.

Sback said...

le prime due direi di si (quella della moglie e quella dei genitori) le altre due non le ricordo. Considerà però che io per lo più ho visto luttazzi live, o in teatro o in DVD. di libri ne ho letti solo due quindi non so...
In compenso ho visto Schimmel sta sera. SCANDALOSO! sono incazzato come un'ape! A parte il mimo del vibratore non ho riso quasi a niente! Quel "figlio di buonadonna" ha copiato ogni dannata battuta, e in più l'ha rovinata!!! Altro che "ottimo attore"!!!

Ntoskrnl said...

Io ricordo vivamente anche quella dei trofei. Ma serve qualcuno che me la confermi.

Sì, di Schimmel ha preso tutto tutto, a parte quella battuta dove lo sperma è così poco che fa tipo goccia e gli bagna il buco del culo.
Puro caso eh.

Paolo Burini said...

Conosco quelle battute, le prime tre sono di Rodney Dangerfield e la quarta è di Demetri Martin... Anche a me danno un senso di deja vu, ma non ne sono abbastanza sicuro per poterti dare una conferma. Il fatto è che sono ormai anni (cioè da quando ho scoperto la verità sul suo conto) che non riguardo o rileggo nulla di Luttazzi, quindi non ho un ricordo nitido di proprio tutte le battute. Sono certo che se dessi una ripassata al repertorio di DL, mi rinfrescherei la memoria e troverei chissà quanti altri plagi. Ma non ce la faccio a farlo: per quel personaggio ora provo repulsione.

Grace said...

Ciao a tutti,sono la ragazza che ha postato un commento tempo fa.Io ho la stessa sensazione di Paolo e forse di tutti voi,il déjà vu.Guardo Bill Hicks e a procurarmela non sono solo parole,ma gesti.Certo,gesti "universali"si potrebbe obiettare,ma negli stessi contesti:il gesto dell'"idrante",il gesto del cunnilingus,il modo di scherzare con il pubblico...l'aspetto più triste è che,come avevo forse già scritto,questa è solo una conferma dei sospetti che nutrivo da sempre,e sempre più distintamente,riguardo a quanto potessero davvero appartenergli determinate gag.E che queste gag appartengono al mondo di una persona lontana anni luce da lui:cioè,uno copia non potendo neanche immedesimarsi un minimo,anzi magari deprecando.E ho dimenticato di parlare della smania odiosa di andare in tv:all'inizio pensavo fosse uno spirito di rivalsa nei confronti delle censure,poi ha cominciato ad infastidirmi sul serio sentirlo accampare ragioni come "La tv raggiunge 7milioni di spettatori,voglio far sentire una mia battuta al maggior numero di persone possibile"...non è una citazione testuale,comunque era una risposta ad una domanda in cui venivano citati i sold out a teatro.Insomma,non basta usurpare,non basta fare il tutto esaurito,usurpando,bisogna usurpare davanti al più grande pubblico.Dissociazione o immoralità?Scusate se offendo qualcuno,ma gli scout non mi sono mai piaciuti.Evidentemente i conti tornano.
P.S.La terza battuta("When I was born...")la ricordo molto bene,finiva con "l'ostetrico ha schiaffeggiato mia madre",ma c'è un altro intermediario,dato che ho trovato questa appena adesso..."Quando sono nato ero cosi' brutto che l'ostetrico ha preso a schiaffi mia madre! "(Mario Zucca,autore televisivo per il Drive in).Se avessi tempo mi ci dedicherei appieno.Non sentite come un rumore di fondo,radiazioni cosmiche che rimandano ad un universo di estensione incommensurabile?Il che è anche sconfortante.Poi vorrei diffondere,però.Al pubblico di 7 milioni di spettatori,ah,ah!Certo che è dura passare la vita a giustificarsi:"Daniele,perché non hai discusso la tesi?"DL"Per protesta contro le baronie universitarie,mica come te che fai parte del sistema!";"Daniele,perché copi?DL"Perché io faccio la caccia al tesoro,stupida ragazzina".Inoltre:"Daniele,perché non ti piace l'hard rock?"DL"Perché è RIPETITIVO"...ahhhhhhh!Andate avanti,prodi smascheratori;-)A proposito,non ho un blog,ma vedrò di far linkare.

ReRosso said...

Robert Schimmel:

"I was with my kids to LA, in one of these nature marine park places who have these billboards all over: "Come see fish in their natural habitat"! And then you get there and they have clowns riding on the back of dolphins and whales jumping through fire hoops. Like this is what you see when you go to the beach!
But she wants to get something to eat, my daughter, and I take her to the snack bar and they serve Filet-O-Fish! What the fuck, what are these, the acts that screw up? [...] "You see your friend Louie on the grill over there? [...] I don't care if you're a fish, get on the bike!"

Luttazzi la scrive a pagina 35 di "I giardini dell'epistassi" libro allegato al dvd "Bollito misto con mostarda"

Anonymous said...

"Il martirio di Berlusconi: una farsa così ridicola da far sembrare la caccia al tesoro di Luttazzi una valida scusa."

Gliela mando, vediamo se me la pubblica. A me ha fatto sorridere ;)

Ntoskrnl said...

Grazie della segnalazione, ReRosso. Anche di Schimmel ha preso proprio tutto a quanto pare, come da Hicks.

Condivido ciò che dici Grace e ti ringrazio se contribuisci a diffondere un po' questo blog semisconosciuto.

Siccome per le battute che ho segnalato non v'è stata una conferma definitiva, penso che aprirò una sezione apposta per le battute da verificare, prima di inserirle nell'elenco.

Nel frattempo, anche io ho trovato un nuovo plagio abbastanza scandaloso:

(Referring to the Muslim concept of achieving 72 virgins upon arrival in heaven)
The first half-dozen or so will be nice, but after that, I'm going to want a pro.

di Dennis Miller. Dennis Miller è un fascistoide che lo stesso anno di questa battuta (2003) ha detto anche:

He's (Michael Moore) going to wake up every day for the rest of his life, and he's going to tell us how he hates everything about this country except his right to hate it. And then we say that we love it and he's going to tell us what naive sheep we are and that he's the true patriot because he hates it and he sees all the problems in it. Yeah, right, Mike. You know something, if my yawn got any bigger they'd have to assign it a hurricane name, okay? Michael Moore simultaneously represents everything I detest in a human being and everything I feel obligated to defend in an American. Quite simply, it is that stupid moron's right to be that utterly, completely wrong.

And finally, and most importantly, the next time we go to war, don't give a specific reason for the war that the left can seize upon and later flog us with it ad nauseam, just do it. Remember, the first rule of Fight Club is that you don't talk about Fight Club.

Il nome Dennis Miller è presente anche nella lista ufficiale di Luttazzi della "caccia al tesoro". Ora, vorrei sapere con che coraggio Luttazzi ha qualcosa da ridire sui Griffin (come qualcuno ha precedentemente segnalato), dopo aver plagiato uno come questo.

Paolo Burini said...

Grace ha detto: "Gli scout non mi sono mai piaciuti. Evidentemente i conti tornano."

A questo posso aggiungere che mi era sempre sembrato strano che un salutista potesse essere così divertente. :)

Anonymous said...

Siamo sempre lì. Il mondo è pieno di gente strana, se così la vogliamo definire.
Magari gli strani sono quelli che pensano che è importante
1) l'onestà, la giustizia, l'altruismo.
Le leggi naturali impongono in molti casi
2)l'egoismo per la sopravvivenza.
Certo che ditemi se non è da fuori di testa uno che professa con rabbia e arroganza 1) ed invece è un 2)
E' proprio vero che non ci si può fidare di nessuno, nessuno! Nemmeno dei propri genitori, dei fratelli, degli amici.
Io ripeto solo quello che ho detto giorni fa. Questo blog è poco conosciuto, bisognerebbe oltre che pubblicizzarlo di più, informare i diretti interessati. Vedo che siete molto informati (io non devo ancora iniziare a vedere Bill Hicks), allora basta diffondere le loro email, recapiti, qualcosa, e poi inondarli di lettere con i plagi.
Artisti stranieri e poi anche italiani, perchè così come è cosa buona e giusta che un tipo come Berlusconi si levi dalle palle (vero Danielino?), allo stesso modo è cosa buona e giusta che il signor Luttazzi si levi dalle palle e vada a lavorare.
Poi volevo dire un'ultima cosa: da quello che ho capito siete ferrati su comici statunitensi, ma chi ve lo dice che Danielino sia un semplice archivio umano di battute di diversi comici? Francesi, Spagnoli, Canadesi, Tedeschi, Burundesi???
Non ci avete pensato? Magari quelle battute che pensate siano sue, perchè non combaciano con i comici che tenete sotto controllo, sono anch'esse di altri comici.
Danielino lo avrete capito, è un nerd, credo che divori libri e materiale alla velocità della luce. In ventanni quanta roba pensate possa aver studiato e archiviato per poi proporla come sua?

Ntoskrnl said...

Per quanto mi riguarda, parlo e scrivo in quattro lingue. Non posso darti assicurazioni sui comici del Burundi, ma per i restanti penso di poterti rassicurare. Ci sono anche diversi motivi per cui a Luttazzi non converrebbe copiare un comico diciamo tedesco. La Germania è molto vicina all'italia, in caso di plagio un comico tedesco potrebbe anche denunciare. Per i comici degli Stati Uniti l'Italia è un paesino che non conta un cazzo, anche solo denunciare qualcuno oltreoceano è troppo complicato. Poi c'è anche da dire che non è detto che Luttazzi conosca il tedesco (quello sicuramente no) o il francese abbastanza bene da trascrivere battute. E anche se, perché dovrebbe farlo? Negli US c'è una quantità infinita di standup comedians da cui pescare a piene mani. Difatti, ogni giorno, se hai notato, si aggiungono almeno 5 battute.

Sì, in 20 anni ha archiviato sicuramente molto. Vorrei far notare che è molto più difficile trovare i plagi che plagiare, poiché noi non sappiamo da dove ha pescato. Anche lui non è che ha visto ogni spettacolo comico. Succede di vedere degli ottimi standup da cui non ha preso una battuta perché probabilmente non li ha visti.

Grace said...

"There's no such thing as soy milk. It's soy juice. But they couldn't sell soy juice, so they called it soy milk. Because anytime you say soy juice, you actually... start to gag. Know how come I know there's no such thing as soy milk? Because there's no soy titty, is there?"(Lewis Black)
"Non esiste il latte di soia,lo so.Perché la soia non ha tette.E'succo di soia.Ma nessuno berrebbe succo di soia.Psicologia di marketing."(Daniele Luttazzi)
E'in Bollito misto,prosegue con sperma-ma il tuo c.non ha tette...altro che migliorie,variazioni:il punto è che sono le battute più geniali,nonché le più note,credo,e gli intermezzi veri sono i raccontini infarciti di surrealtà,che ho sempre trovato,come dire,esercizi di stile.Tra l'altro,se è una caccia al tesoro,perché non riportare solo l'originale?Se continui(giudizio sui risultati sospeso)forse te ne stai appropriando un po'troppo(la variazione sul tema è ben altro,non è un'aggiunta,semmai una modificazione organica,musica docet).Ancora provo ad essere onesta fino in fondo,ponendomi il problema.Poi penso:ma questi satirici agirebbero o avrebbero agito mai così?No,secondo me,no,a giudicare dal livello di creatività e da caratteristiche della personalità che li accomunano.Ad esempio,quando DL cita Lenny Bruce nelle sue "dotte disquisizioni",riportando"La satira è tragedia più tempo",come fosse un dogma di Bruce,dimentica la parte finale:"Satire is tragedy plus time. You give it enough time, the public, the reviewers will allow you to satirize it. Which is rather ridiculous, when you think about it.".Mi sembra una strumentalizzazione,in più con uno scopo indottrinante,non divulgativo,che per me è stato uno dei principali motivi di sospetto.

Ntoskrnl said...

Concordo, Grace.

Ho trovato altre due battute di Chris Rock guardando lo spettacolo Never Scared:

The government hates rap. You know why I say that? 'Cause they don't arrest anybody that kills rappers. They don't got no clues, no suspects, they don't have shit when there's a dead rapper. [...] If you wanna get away with murder, shoot him in the head and put a demo tape in their pocket! [...] "This is a rap killing! Let's go home!"

If Billy Joel, Elton John and David Bowie got shot, they'd have Bruce Springsteen's house surrounded. The government hates rap. And only the good rappers are dead: Biggie Smalls, Tupac [...] You wanna tell me they can find Saddam Houssein in a fuckin' hole, but you can't tell me who shot tupac [...] in Vegas?

Paolo Burini said...

There was a power outage at a department store yesterday. Twenty people were trapped on the escalators.
- Steven Wright -

I had a friend who was a clown. When he died, all his friends went to the funeral in one car.
- Steven Wright -

Paolo Burini said...

We're taxiing in and the flight attendant is saying, "Welcome to Los Angeles International Airport." Well, how can someone who's just arriving herself possibly welcome me to a place she hasn't gotten to yet? Doesn't this violate some law of physics? We've been on the ground barely four seconds and she's comin' on like the fucking mayor's wife.
- George Carlin -

(After a little applause by the audience)
Thank you, two people.
- Eddie Izzard -
(Essendo Eddie Izzard un improvvisatore, cambia leggermente questa battuta ad ogni monologo. A volte dice: “Thank you, five people.” A volte: “Thank you, one person.” Altre volte: “Thank you, twelve people.”)

There was a power outage at a department store yesterday. Twenty people were trapped on the escalators.
- Steven Wright -

I had a friend who was a clown. When he died, all his friends went to the funeral in one car.
- Steven Wright -

Just checking.
- Steven Wright -
(Steven Wright dice “Just checking.” al pubblico dopo aver ripetuto una battuta due volte di seguito di proposito. Luttazzi invece dice “Era un test.” al pubblico dopo aver rubato la battuta “People come up to me and say, "Emo, do people really come up to you?" di Emo Philips.)

Sback said...

Ho finito ora di vedere un DVD di Izzard e stavo per segnalare la frase: "grazie a tutte e tre!"...già fatto da paolo ;)
Un consiglio per la pagina della battute, chi arriva sul blog non trova facilmente il link, il "qui" è troppo fra le righe. Meglio se il link lo metti ulteriormente in evidenza! ;)
A, su google il blog è diventato praticamente introvabile! prima era scalato in quarta posizione, adesso non è più nemmeno nella prima pagina di ricerca! Fai qualcosa!

Ntoskrnl said...

Provvederò per la visibilità delle battute, ma per quanto concerne google non posso farci nulla, dipende da chi mi linka =)

Paolo Burini said...

I saw one of his (Ron Jeremy) pornos with a girl I was dating once, and she said those words that every man fears: "Now THAT'S a cock!"
- Jamie Kennedy -

Paolo Burini said...

It's physically impossible to sneeze while pissing.
- George Carlin -

Paolo Burini said...

Not only do I think pot should be legalized, I think it should be mandatory. Think about it, you get in traffic behind somebody. (Makes loud horn noises) “Shut up and smoke that! It’s the law!” (Puff puff) “Oh sorry, I was taking life seriously."
- Bill Hicks -

Paolo Burini said...

I was brought up Catholic… with a Jewish mind. When we’d go to confession, I’d bring a lawyer in with me. “Bless me Father, for I have sinned… I think you know Mr. Cohen?
- Bill Maher -

Ntoskrnl said...

Ricordo di aver sentito le battute in originale (tranne quella di Kennedy), ma non ricordo la versione di Luttazzi. Invece, quella di Maher ricordo che era una di quelle che notai mentre 1 anno fa guardavo il suo spettacolo ma mi dissi: "bah, chissene".
Aggiunte alla lista.

Sback said...

confermo tutte le ultime battute di paolo, son tutte presenti sui dvd di luttazzi. ciao

Ntoskrnl said...

Sì, non lo dicevo per cercare conferma. Paolo è affidabile al 100%. Dicevo solo che non le ricordavo io personalmente.

Paolo Burini said...

Also, if you're in a restaurant and you're choking to death, you can say the magic words, "Heimlich maneuver." If you're just coughing and got some, you say, "Heimlich maneuver," and all will be well. The trouble is, it's very difficult to say "Heimlich maneuver" when you're choking to death. Yeah.
( mumbling and coughing )
"Your hymen’s been removed?"
"No no. ( more mumbling and coughing )
"You need it removed? Right…"
I don't know how you remove a hymen... But yeah. No, Heimlich maneuver,developed by Dr. Heimlich who woke up one night, obviously, and went,
"A fist, a hand, hoocha hoocha hoocha... lobster! Yes, Hilda! Hilda! Wake up, Hilda!"
"Oh, what is it, Dr. Heimlich?"
"Why are you calling me Dr. Heimlich? I'm you're husband, for fuck's sake! Loosen up, don't be so bloody Prussian."
"Well, what is it, Günther?"
"I have invented a maneuver!"
"What are you, a bloody tank commander now?"
"No! My name is going to be famous in restaurants!"
I don't think he actually did it that way. I don't think it was ( snaps fingers ) a wing and a prayer, I think he must have experimented. He was German, organized.
( German accent ) "Ok, Hans, I want you to swallow this golf ball..."
( choking and coughing ) “I cannot breath."
“I know you cannot breath. I will now make you breath with the cunning use of..." ( muffled shot)
“I still cannot breath."
"Ok, maybe not, maybe this will… ( muffled shot )
“Jesus fucking Christ!”
"Ok, then maybe with a frying pan..." Pow!
( Hans coughing throughout, as Dr Heimlich smacks him )
"Must be a combination. No, ok… "
"Ok, two frying pans… Frying pan in the bollocks… Bollocks stop…
"Frying pan…"
( Hans collapses to thefloor )
"Oh, he's dead."
Other doctors are going,
"How's it coming along, Dr. Heimlich?"
"Well, not very well at the moment. It's not really a maneuver at the moment. It's more of a gesture."
- Eddie Izzard -

Questo sketch che Eddie Izzard fa nel DVD 'Dress to Kill' (1998) corrisponde alle pagine 52 e 53 del libro 'Bollito Misto con Mostarda' (2005) di Daniele Luttazzi.
Ntoskrnl, sono decisamente d'accordo con te quando dici che non avrebbe senso tenere il conto delle battute rubate, dato che ad esempio gli sketch di Izzard sono quantitativamente incalcolabili!

Paolo Burini said...

Men are full of shit. We have women we'll fuck but we won't take out! That's mean, right? Women are just as mean. You've got men you let take you out... but you won't fuck.
- Chris Rock -

Ntoskrnl said...

Aggiunto post della "caccia" con la lista ripulita di comici:

http://ntvox.blogspot.com/2009/12/la-caccia-al-tesoro.html

Ntoskrnl said...

Accidenti, Paolo, che roba quella di Izzard. E' come quella sui dinosauri che trovai, veramente non si può contare come una battuta.

Paolo Burini said...

Alla fine di un suo monologo Luttazzi esce di scena, poi rientra e dice al pubblico: "Bravi, avete applaudito nei momenti giusti: mi sono molto divertito."
Questa l'ha rubata ad Oscar Wilde, il quale la diceva alla fine delle sue commedie teatrali. Questa scena è presente nel film 'Wilde' (1997) di Brian Gilbert.

Ntoskrnl said...

Sì, ricordo la frase di Luttazzi. Non ricordavo venisse detto nel film. La segnaliamo come plagio? Si potrebbe anche, volendo.

Paolo Burini said...

http://www.youtube.com/watch?v=a-7WmJGuP7w&feature=related

Minuto 2:30.

Nel film l'aforisma di Oscar Wilde viene parafrasato, per ora non ho trovato l'originale.

Sback said...

Per chi non ha la possibilità di vedere la manovra di Heimlich ecco qui il link a youtube http://www.youtube.com/watch?v=6MnurooA2tw .
Dopo la manovra un pezzo sui film e poi, alla fine, l'inizio della gag su "la grande fuga", già depositata nella pagina dei plagi ;) Buon divertimento!

Alberto said...

sarebbe possibile mettere nella lista delle battute copiate anche lo spettacolo o il libro dove luttazzi le ha riportate? giusto per precisione.

Anonymous said...

Sono arrivato qui per puro caso. Ho sempre ammirato Luttazzi al punto di difenderlo anche pubblicamente con nome e cognome. Ho passato una notte a leggere tutto il blog e i commenti, mi era passato il sonno dal disgusto. Tremendo. A questo punto ogni cosa giusta che dirà non avrà più credibilità, se alla base c'è un comportamento scorretto.

Spunti di riflessione:

Uno dei punti della difesa è che Shakespeare copia da Plauto. Ma l'argomentazione è fallace, perchè al tempo di Shakespeare non esisteva il copyright, che è stato creato apposta per difendere i diritti di chi crea un'opera. I tempi cambiano e il fatto che l'abbia fatto Shakespeare cinquecento anni fa non giustifica che il plagio letterale sia in sè e per sè giusto. A meno che non vogliamo tornare indietro. Che è l'argomentazione del Ministro Brunetta, ricordate? " Vivaldi non lavorava così". Giusto, dunque è bene che nessuno finanzi l'arte e che gli artisti facciano la fame perchè Vivaldi non lavorava così.

Il paragone col Jazz è ambiguo. Perchè il Jazz contemporaneo è un genere di nicchia, difficilmente assimilabile da chi non abbia una buona cultura musicale. Il pubblico del Jazz è spesso composto da specialisti,e lo stesso vale per la musica classica. Se invece pretendi di essere popolare - perchè la tv è un mezzo popolare - ti rivolgi ad un pubblico medio, sapendo che il pubblico medio non si porrà nemmeno il dubbio se la tua sia una citazione o meno, perchè si interessa d'altro e non ha intenzione di sondare tutto lo scibile umano alla ricerca del tesoro,allora lo prendi per i fondelli,perchè attribuirà a te la parternità della battuta e lo sai.

La storia dell'arte che imita l'arte è un argomento capzioso, perchè non giustifica una tale mole di lavoro plagiato. Insomma, Dvorak nella "sinfonia dal nuovo mondo" ripete letteralmente l'attacco di un tempo della nona di Beethoven. Ma la cosa finisce lì. Inoltre è un incipit, e il contesto-incipit dichiara la natura di Omaggio al grande maestro.

La ricontestualizzazione è un processo assolutamente comune, che però, quando è scoperto, non mi provoca l'orticaria che ho provato leggendo questo blog.
Prendete "Two lovers", un film di Gray del 2008. C'è un chiaro e ripetuto riferimento a "La finestra sul cortile " di Hitchcock. Ma lo spunto-citazione serve all'autore per creare un'altra storia. Quello di Hitchcock è un thriller, quello di Gray una parabola esistenziale-intimistica. Inoltre Gray enfatizza molto i passaggi-citazione (Movimenti di macchina etc), dato che il protagonista è un bipolare che vive una vita mentale assimilabile a un film. Scopro la cosa, ne sono felice. E' meta-cinema. Non è plagio. Una battuta che attraverso gli stessi mezzi ottiene lo stesso fine, invece, è plagio. ( A questo proposito è caratteristica, nei libri di Luttazzi, la scrittura per brevi paragrafi, alcuni dei quali assolutamente autosufficienti e decontestualizzabili. - battute che spezzano il ritmo e il filo del ragionamento - E guarda caso, molte delle battute plagiate sono inserite proprio in quella maniera. Nessuna riconestualizzazione, dunque plagio.)

Sappiamo che Daniele è amico di Ricci, tanto da citare spesso Striscia la Notizia come organo anti-mistificazione. ( Senza considerare che la cornice fa veramente pena). Ebbene, che fa striscia la notizia ad ogni festival di Sanremo? Va a sputtanare le canzoni plagiate.
Mi sembra un ottimo esempio di coerenza.

Concludendo: ultima regola della palestra: "non inviate mie vecchie battute, o calchi di mie vecchie battute. ( "Daniele, leggi qua. Penso che tu sia tonto." )"

Quanto è freudiano tutto questo?

E'una faccenda davvero molto brutta.
Grazie ancora,ciao.

Anonymous said...

Per l'anonimo sopra: quello che hai spiegato è giusto, ma comunque inutile. Perchè? Perchè sicuramente saprai anche tu quanto Luttazzi non perda occasione con l'attaccare chi, SECONDO LUI, copia le sue battute. Quindi adesso sappiamo che attacca chi copia le battute che LUI HA COPIATO!
Secondo te ciò è freudiano? :D :D :D

Ntoskrnl said...

Il commento dell'anonimo (scusami, ma non avendo lasciato un nickname non posso apostrofarti diversamente) è veramente molto ben formulato.

Mi permetto di aggiungere alcune cose. Per quanto l'argomentazione Shakespeare-Plauto sia totalmente corretta, Luttazzi potrebbe controbattere che l'arte va al di là delle regole contingenti dell'epoca o cose così. La cosa da notare qui, e che ho anche tentato di evidenziare nello scambio di email, è che Shakespeare non è famoso perché si rifa a Plauto. Se, invece, qualcuno copia metà repertorio di Hicks, può diventare famoso proprio, o in parte, per quello. La caratteristica fondamentale del plagio è di far guadagnare popolarità/soldi/prestigio. Che è quello che sostanzialmente dici riguardo a Dvorak e Beethoven. Però, anche se la ricontestualizzazione ci fosse (e magari per alcune battute potremmo dire che c'è), nulla toglie al plagio.
Grazie del commento.

Tristemente deluso said...

Ho scritto una mail anche piuttosto incazzata a Luttazzi.
Questi, in sostanza, i punti della sua risposta:

- L'autore di questo blog vuole diffamarmi.( Non so se tu abbia ricevuto querele etc )

- La caccia al tesoro serve per una protezione legale, è lo stratagemmma di Bruce. ( Ma nei commenti questo argomento cade miseramente, dato che la maggiorparte dei plagi sono battute non satiriche, bensì comiche. Nessuna necessità di difesa dunque. Fine.)

- Mi linka l'elenco dei riferimenti nascosti. E anche qui si è dimostrato che è un depistaggio bello e buono: un conto è se citi Zola, un altro se copi interi paragrafi di Izzard. A quel punto non ci siamo più. Fine.

- La caccia al tesoro è stata creata nel 1992 e tu ti sei accorto di questo solo un decennio dopo. Nella prima risposta via mail lui dava per scontato il fatto che tu sapessi della caccia al tesoro. Poi ha capito che non era così e te l'ha ricordato. D'accordo. Mettiamo pure sia così. Ma sotto continua: " La citazione nascosta ( Con invito a scoprirla, però: ecco perchè non è plagio) è un gioco per esperti, non per dilettanti".
Allora, se è vero che la caccia al tesoro inizia nel 1992 perchè il post che lo ricorda è del 2005? Io mi appassiono a lui nel 2001, come faccio a sapere che esiste questa caccia al tesoro?
Di più, all'inizio dello spettacolo, dopo l'invito a spegnere i cellulari sennò si viene mangiati ci dovrebbe essere una piccola introduzione: " Signori del pubblico, in questo spettacolo sono presenti delle battute non mie che fanno parte di una caccia al tesoro". Basterebbe questo, la gente non scapperebbe mica!
Mio padre che ha cinquantasette anni e fa il calzolaio non è che sia un dilettante, è semplicemente un uomo in buona fede che quando paga per sentirti a teatro crede che le battute siano tue, e te le attribuisce. Si ritorna alla solito problema della paternità delle battute.

- La chiusa: "Il web purtroppo dà a chiunque la possibilità di dire la propria, anche a chi non ne sa mezza, ma vuol mettere becco. Prima di accusare a vanvera, informarsi".
A questo punto devo dire che sensibilità e intelligenza non coincidono necessariamente con il sapere, le opinioni si formano anche per deduzione. Sennò passeremmo la vita sui libri.
Darmi dell'ignorante non risolve la questione.

Una domanda alla quale naturalmente non ha risposto è stata: "Perchè accusi gli altri di plagio? non è lecito anche da parte loro prendere un pò del tuo repertorio?"

continua...

Tristemente deluso said...

Comunque, mi sono fatto un giretto su altri blog di satira e comicità e pare che il fatto, fra gli addetti ai lavori, fosse risaputo.
In un blog
(http://walrus81.giovani.it/diari/3063949/luttazzi_ridacce_i_sordi.html)
trovo l'argomentazione definitiva sulla questione "arte-figlia-dell'-arte":

" Che poi l'aspetto più assurdo della vicenda è che il discorso di Luttazzi non fa una piega: è vero che nell'arte conta più il come che il cosa; è vero che la tecnica è il vero fattore fondamentale; è vero che la citazione, la rivisitazione, il riadattamento, la riformulazione, nella storia delle arti sono tutto; è vero che l'originalità assoluta non esiste; è vero che il rifacimento è la linfa vitale dell'arte; solo che poi Luttazzi non fa nulla di tutto questo! Non rispetta le sue stesse parole: si limita infatti quasi sempre a tradurre, persino letteralmente. Ora, la rivisitazione è una cosa, ma la traduzione è tutta un'altra cosa. Non a caso esistono due termini specifici per identificare le due pratiche.
Luttazzi per difendersi fa l'esempio - tra i tanti, anche giustissimi - di Picasso che rifà Velazquez e si frega con le sue stesse mani: vero, Picasso rifà Velazquez, ma innanzitutto Picasso prende un quadro di Velazquez e lo scompone, lo lavora, lo muta, facendolo diventare di fatto un quadro di Velazquez "che prende spunto da"; in secondo luogo, anche più importante, Picasso LO DICHIARA che sta riprendendo un quadro di Velazquez. Non è che si limita a fare la copia del quadro di Velazquez con pennelli diversi e lo tiene segreto.
Nella letteratura specialmente, l'appropriazione del cosa cambiando il come è uno dei pilastri della produzione artistica. Prendiamo il caso del teatro: le storie sono sempre state quasi sempre quelle, la Medea, l'Edipo, la Fedra; ogni drammaturgo ha ripreso le stesse trame, ma mutandone puntualmente le parole, il portato filosofico, il senso, focalizzandosi ora su un tema, ora evidenziando un altro, magari accantonandone un altro ancora rispetto ai suoi predecessori. Ecco perché esistono la Fedra di Seneca e la Fedra di Racine, che, pur attingendo alla medesima storia (anche qui, DICHIARATAMENTE) sono due opere completamente diverse dal mito originario e soprattutto dall'Ippolito di Euripide, capostipite delle pièce su Fedra. Non è che Seneca e Racine hanno tradotto Euripide ed hanno detto di aver scritto una nuova Fedra.
Se no semo bboni tutti a esse artisti: basta un buon vocabolario."

Per me la questione finisce qui.
Buone feste ragazzi.

Ntoskrnl said...

Ciao Tristemente,
no, non ho ricevuto querele. Sarebbe il colmo. Poi direi proprio che a Luttazzi non converrebbe per niente, vista la quantità di plagi. C'è stato un certo Paolo molti post più in su che ha accennato a "reato di diffamazione" e a me quel Paolo sa tanto di Daniele.
Hai pienamente ragione, voglio solo farti notare che benché tra appassionati di comicità si sapesse di qualche plagio, anche tra gli addetti ai lavori non era chiara l'entità del fenomeno. Il post su walrus è posteriore di un anno al mio blog. Difatti, l'autore del post si basa sul video del nostro sback che a sua volta è capitato su questo blog qualche mese fa e il suo video fa riferimento a questo blog.
Quindi, sì, qualcuno sapeva di qualche battuta di Hicks, qualcun altro di Carlin e qualcun altro di Rock. Ma la lista di battute plagiate è molto più vasta e comprende comici anche meno famosi. Inoltre, la lista non è stata stilata solo da me, ma anche da altre persone come Paolo Burini e segnalazioni varie. E se pure è vero che io da solo avevo già trovato molte battute, io l'ho fatto in un modo sistematico. Chi è appassionato di comicità non si mette a guardare tot spettacoli di comici statunitensi per scroprire plagi di Luttazzi.
Grazie del commento, è interessante come testimonianza e hai pienamente ragione in quello che dici.

Anonymous said...

Ciao. Anzitutto grazie per l'interessantissimo lavoro che ha sollevato questa questione.
Ora la mia domanda è: perchè non fare una segnalazione a Striscia la Notizia e vedere che succede?
La mia curiosità è anche dovuta al fatto che (credo) nessuno abbia mai datto nulla di questa cosa in tv o sui giornali (quotidiani settimanali ecc.) a parte qualche articoletto che non chiariva nulla.
Perchè Striscia è così brava a scovare truffe e plagi vari (vedi sanremo) e di questa cosa (che sappia io) non ne ha mai fatto parola?
Mi sbaglio? È una questione affrontata da qualche parte? Se si, dove e con che conclusioni?
A mio avviso qui si tratta di plagio.
Grazie e saluti

Ntoskrnl said...

Grazie!
No, finora non se n'è mai parlato sui giornali. Il massimo che è saltato fuori è la battuta su Ferrara ripresa da Hicks, ma non è un plagio. O il fatto che la trasmissione Satyricon riprendesse il late night di Letterman. Stronzate, insomma.
Intanto, il fenomeno dei plagi ha un'estensione molto maggiore di quella riportata finora (e già è tantissimo).
Sono in arrivo altre battute, semplicemente non ho avuto tempo finora di postarle.
Per quanto riguarda striscia la notizia, mah. Non è in linea con le mie convinzioni. Io non vieto a nessuno di linkare il blog a chi meglio crede, ma ancora spero che siano le persone di cultura a diffondere la cosa, per onestà intellettuale, come ho fatto io, e non per altri motivi più gretti.
Voglio, inoltre, precisare che questo blog è ancora praticamente sconosciuto, quindi è chiaro che non se ne sia parlato molto. Io dalla mia parte non ho assolutamente contribuito a diffonderlo e/o spammarlo. Anzi, le visite che ho ricevuto son per lo più casuali (google), da forum o per merito di gente come sback che ha diffuso la voce con un video su youtube.
Ciao

Fausto 'RivéR' said...

“My girlfriend said to me in bed last night' 'you're a pervert' I said, 'that's a big word for a girl of nine'.” (Emo Philips)

C'è un sito che è pieno di citazioni di comedian americani. Basta cercare nella barra in alto il nome dell'autore, cliccare su Quotes by: "xyz" e ci sono le citazioni originali. Un esercizio interessante (che ho iniziato ma con qualche difficoltà maggiore rispetto a voi che conoscete bene l'inglese) sarebbe quello di cercare tutti i comici presenti nella lista della caccia al tesoro e andarsi a spulciare le varie citazioni. Una sorta di lavoro al contrario: lui ci ha fornito una parte della lista delle persone che ha copiato, senza specificare però "COSA" ha copiato. Quindi cercando le loro citazioni probabilmente troveremo altre battute non-di-Luttazzi (a questo punto di battute sue credo ne esistano un paio, tipo: "Buonasera" e "Ciao Pippo. Grazie Pippo").
Il mio "limite" (inglese a parte) è che non ho nessun libro di Luttazzi (mai buttato/regalato quei soldi fortunatamente), quindi mi posso rifare solo alle battute che ricordo dei vecchi spettacoli.
Quella di Emo sulla fidanzata di nove anni, l'ho trovata proprio su quel sito: http://thinkexist.com/quotes/emo_philips/

Ho notato solo adesso che tra i plagi di STEVEN WRIGHT c'è la battuta "My uncle once told me when I was five, 'When I was your age, I was six". In un commento precedente ponevo questa questione viste le lamentele di Luttazzi (in un articolo di Repubblica e anche sul blog) che ne rivendicava la paternità, e infastidito dal "plagio" di Berlusconi e Franceschini, frignava a telefono col povero Travaglio costretto a subirselo (battuta tra l'altro ripresa pure da Brignano a Canale5...).
Dopo l'attacco a Bonolis per il plagio della sua-Carlin-battuta.... persevera a quanto pare.

Ci tiene proprio a sto "tesoro", mi sa che la caccia non è poi così ben accetta.

A proposito, ieri mentre sculacciavo una tipa con l'Avvenire, mi sono chiesto: "ma se è una caccia al tesoro, oppure uno strataggemma legale, oppure l'arte figlia dell'arte.... perchè tra le sue citazioni non ci sono battute di Benigni, Guzzanti o altri comici italiani? Sarà che sono troppo conosciuti dagli spettatori che storcerebbero subito il naso?!".

Ntoskrnl said...

Quella di Philips la conosco bene. Ero certo di averla già sentita e mi pareva da Luttazzi, ma non ricordavo dove precisamente. Per quello è rimasta una delle battute non confermate. Visto che me la confermi, la aggiungo al repository. Faccio notare che è una battuta geniale.

Sì, thinkexist ne ha tante di citazioni. Ma ne esistono anche altri di siti, per alcuni comici abbiamo fatto così infatti. Io i libri di Luttazzi li ho tutti, ma in un altro paese rispetto a quello in cui mi trovo al momento. Probabilmente li recupererò fra qualche tempo se passo di lì (anche se mi fa senso toccarli, a questo punto).

La cosa più brutta di tutta questa faccenda è che quando guardo uno spettacolo di un comico americano spero solo non dica una battuta che ho già sentito, perché invece di farmi ridere mi fa deprimere quando succede.

Non conosco la storia riguardante la battuta di Wright con annessa telefonata allo sfortunato Travaglio. Ma pare molto pietosa.

Be' io non la butterei sul discorso comici italiani. Direbbe subito che "sarebbe troppo facile", "non vanno bene per la caccia" ecc ecc. Lascia stare.

Ntoskrnl said...

Ah Fausto, aggiungo una cosa nel caso non te ne fossi accorto.

Ho pubblicato la lista ripulita della caccia al tesoro:

http://ntvox.blogspot.com/2009/12/la-caccia-al-tesoro.html

Quella pubblicata è stata ripulita dai vari scrittori e intellettuali vari. Contiene solo comici e in grassetto sono quelli aggiunti da noi e che non erano presenti nella lista originale.

Fausto 'RivéR' said...

http://archiviostorico.corriere.it/2006/gennaio/27/Travaglio_copiato_tre_battute_mie_co_9_060127028.shtml
L'articolo era questo.

Avevo notato la lista ripulita, infatti sto prendendo quella come riferimento.
Sulla questione dei comici italiani che non plagia, la mia era "un'osservazione retorica", so benissimo che si giustificherebbe. Il punto è che al gran parte di pubblico che lo segue la cosa non piacerebbe, caccia al tesoro o meno.

Nella battuta di Emo che Luttazzi riprende cambia solo "pervert" con un'altra parola. Mi pare dicesse qualcosa tipo "...non ti sembra un linguaggio un po' troppo forbito per una di 9 anni?" qualcosa del genere. Ovviamente la battuta è la stessa.

Ntoskrnl said...

per Fausto: ho dovuto rimuovere la battuta che hai riportato di Emo Philips. Sono sicuro di averla sentita dire anche io e mi sembrava anche a me di Philips, tuttavia Philips mi ha detto che non è sua e non sa come mai gli è stata attribuita.
Finché non troviamo l'autore devo metterla tra le battute da verificare.

Paolo Burini said...

So, stand-up comedy – vocation. You can't just fall into it. There's others, like taxidermist. You can't go, "I was working in a chip shop, then I started stuffing animals with sand."
You've got to want it. "I wanna be a taxidermist! I wanna fill animals with sand. I want to get more sand into an animal than anyone's ever bloody got in an animal. I want to fill a rat with the entire Gobi desert so it's really quite tight."
They should put more things in, sand gets boring.
"Porridge. I'm doing this one with porridge."
B-dum, b-dum. Staple gun.
"Your dog's finished, I filled him with porridge. Thbpth!"
"It's a bit floppy."
"Yeah, that's porridge for you. You've got a two-level effect."
"That's got a nine-level effect."
"I've done your cat - he's with helium."
"It's a bit high up."
"That's helium for you. There's no height restriction. Do you want it here?" Woosh. Pah.
"In fact, grab hold, I've got two controls."
"What? Oh, right, I see. Er."
There's a cat going whoo, whoo. With that fixed expression.

- Eddie Izzard -

Paolo Burini said...

So Noah started to saw up pieces of wood to make the ark.
(Sawing noise)
[...]
And after a while Noah realised he was actually punching a baboon.
Ooh-ooh-ooh!
"Stop hitting me."
Ooh-ooh-ooh!

- Eddie Izzard -

Paolo Burini said...

“I have this other one script.”
“If you want me to, I'll read it.”
“Could I come over and read it to you?”
“Come over and read it to me? You must be joking. I've done my own reading since I was forty.”

- Woody Allen -

Paolo Burini said...

I didn't lose my virginity until I was twenty-six. Nineteen vaginally.

- Sarah Silverman -

Paolo Burini said...

It's amazing that the amount of news that happens in the world every day always just exactly fits the newspaper.”
- Jerry Seinfeld -

Paolo Burini said...

People are stupid. Not us, just all the others.
- Ellen Degeneres -

Paolo Burini said...

And suddenly my whole life passed before my eyes. I saw myself as a kid again, in Kansas, going to school, swimming at the swimming hole, and fishing, frying up a mess-o-catfish, going down to the general store, getting a piece of gingham for Emmy-Lou. And I realise it's not my life. They're gonna hang me in two minutes, the wrong life is passing before my eyes.
- Woody Allen -

Anonymous said...

Ragazzi. Io non ricordo certo le battute di Luttazzi, ma voi potete aiutarmi. Sbaglio o fra le sue battute su cacca, pipì e robe simili ci sono state battute che descrivevano situazioni legate alla cacca quando si va al bagno? Perchè in un vecchio spettacolo di Eddie Murphy c'erano appunto battue sulla defecazione e le classiche cose buffe che ti possono accadere, e ho avuto la strana impressione del repertorio di Luttazzi.
Se voi vi ricordate e volete accennare io poi posso riportare le battute di Eddie.

Paolo Burini said...

I like hotels. I enjoy tiny soap. I pretend that it's normal soap and my muscles are huge.

- Jerry Seinfeld -

Paolo Burini said...

I have the underarm deodorant with the cologne smell. Why do you want the smell there? I think once a woman's got her nose in your armpit, the seduction's pretty much over.

- Jerry Seinfeld -

Paolo Burini said...

I think some people look at their sex videotape like football players, trying to improve for the next time.

- Ellen Degeneres -

Paolo Burini said...

I have the underarm deodorant with the cologne smell. Why do you want the smell there? I think once a woman's got her nose in your armpit, the seduction's pretty much over.
- Jerry Seinfeld -

Vaz said...

Riprendo la mia richiesta di un mese fa, modificandola leggermente: invece di riportare la battuta esatta di Luttazzi, potreste almeno scrivere da dove proviene? Non dico la pagina o il minuto esatta/o del libro/spettacolo, ma almeno a sapere un po' più di preciso dov'è che sta il "furto"... Più si va avanti e più ho l'impressione che, così com'è, l'elenco serva a ben poco, o quantomeno possa essere fruibile solo da quei 2-3 che sanno a memoria le battute riportate.

Ntoskrnl said...

Mi scuso per la mia latenza nel rispondere, ma sono molto indaffarato ultimamente.

Vaz: ok, cerchiamo di mettere la pagina, almeno quando ne siamo a conoscenza.

Paolo: per le prime due di Izzard mi fido. Non le conosco.

Questa: It's amazing that the amount of news that happens in the world every day always just exactly fits the newspaper.”

era già nel repository, ma un certo paolo, molti commenti più su sosteneva che era una battuta di Luttazzi passata a Seinfeld. L'ho tolta perché non ho modo di verificare le date.

People are stupid. Not us, just all the others.
Questa mi pare un po' leggera per sostenere che è un plagio. Qual è la variante (si fa per dire) di Luttazzi?

E questa: I think some people look at their sex videotape like football players, trying to improve for the next time.?

Anche io ne ho da aggiunte diverse altre di battute.

Sback said...

Quella del football è di Ellen DeGeneres, la si trova nello spettacolo pubblicato su comedysubs.
La versione di luttazzi sono sicuro di averla vista anche io, di sicuro recitata e non in un libro. Non ricordo però in che spettacolo...forse sesso con luttazzi? o forse l'avevo vista a teatro nel tour 2008 e non è nel dvd? Devo ferificare, cercherò di farlo al piu presto!
Scusa/scusate, ma anche per me questo è un periodaccio di merda! E purtroppo ero pieno di buoni propositi sulla vicenda!!!

PS, scusate ma sono sempre più scettico sulla possibilità che Luttazzi abbia passato battute a Seinfield....:S.
Ma comunque cerchiamo di non interpretare soggettivamente e atteniamoci ai fatti, con date alla mano!

Ntoskrnl said...

Le ultime battute di Emo plagiate le ho prese da qua:
http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=8917530&p=4&#idm100478618
Nella fretta di postare l'altro giorno (sono _molto_ indaffarato) non ho nemmeno considerato di citare la fonte. Siccome, però, mi è stato fatto notare, rimedio adesso.
Si dovrebbero trovare anche altre battute in giro per il forum.

Trilussa said...

Leggo qui in un post che oltre a Family Guy (i Griffin) ha criticato anche i Simpson? Quando dove e perchè ?!? Durante la lettura di Lepidezze Postribolari trovai un sacco di roba che mi face incazzare, da allora lo tenni sotto osservazione speciale. Mi considero un (ex)fan della prima ora, anche se vedo che qui c'è gente che ha citato battute che non conoscevo e che non ho ancora avuto l'occasione o la voglia anche di andare a cercare. Ah, i Simpson: in Lepidezze c'è una battuta su i fan di harry Potter che delusi dal film dichiarano che guarderanno il film "solo altre 3 volte, oggi" o qualcosa del genere, non posso garantire alla lettera ma controllerò. In un episodio dei Simpson l'Uomo-fumetto fa la stessa battuta dopo l'ultimo film di Star Wars, o comunque la parodia di Star Wars.
Qui penso che siamo più o meno tutti ex-fan, Io credo che a questo punto solo gli idioti possano rimanere suoi fan.
La mia diffidenza scoppia nel 2007, dopo Decameron: non per sospetti di battute già sentite, per l'atteggiamento.
Questo è qualcosa di interessante credo: dopo Decameron, io fan dal '96 provo disprezzo per lui, per parte di quello che dice ma soprattutto per come lo dice.
Credo che sia una qualità per pochi eletti.
La cifra di base dell'uomo è l'ipocrisia e l'arroganza. Mi ricorda qualcuno....
Sputa fuoco sulla gente che lavora a mediaset e nella quasi totalità dei casi questi sono delle merde umane, anche prive di talento, ma non è queto il punto: il punto è che lui ha il diritto di prendere i soldi dal losco due volte anche se al tempo in cui li prede il losco due volte ha montagne di prescrizioni, pene indultate e assoluzioni con formula dubitativa alle spalle, salvo poi pontificare, il suo sport preferito, sulla gente che prende i soldi dal doppio losco ma attenzione eh, dopo che il doppio losco lo ha citato per l'intervista riguardo al libro di Veltri e Travaglio. insomma qundo lui ciucciava dalla mammella di mediaset, già avrebbe avuto tutti gli elementi per non farlo, quindi non dovrebbe accusare nessuno per non passare da ipocrita.
Klau Davi. In Lepidezze Postribolari viene attaccato da Luttazzi non mi ricordo perchè. Luttazzi oltre a difendersi, sfotte, bulla Davi (che io personalmente considero repellente)accusandolo di portare un cognome che non è il suo. A parte che è il suo, lui non usa forse un cognome che non è il suo?

Trilussa said...

Che nessuno si offenda, anch'io continuo a vedere cosa fa, ho anche letto La Guerra Civile Fredda, ma con occhi diversi, ora che si è scoperta questa montagna di roba, ulteriormente diversi da quelli del 2007, in maniera peggiorata ovviamente. Però se non ci si rende conto della truffa in piena regola, allora si è idioti. Dubito che ci sia una alta percentuale di idioti tra il pubblico di Luttazzi, in quanto le battute che lui ha usato per guadagnare quello che un chirurgo guadagna in un anno in un solo mese (questo dice in Lepidezze Postribolari in sberleffo a una tipa che voleva attaccare il cappello al chiodo con lui ma poi lo ha lasciato)sono di comici apprezzabili solo da "gente di un certo livello". Comunque verosimilmente esisterà una schiera di pivelli e pivelle che non hanno i mezzi intellettuali nemmeno per leggersi tutto il blog, figuriamoci di capire. Spero per il bene della patria che sia la minoranza. Questi qui, accalappiati dall'anti-berlusconismo o Qualche ragazza da qualche ottima battuta di Schimmel sul sesso secondo me non ci crederanno a qualcuno che gli dica che il loro profeta è un falso profeta. Ha ragione la Greta, uno scout doveva destare sospetti da mooooooooooooolto prima ;-)
Mi viene in mente una battuta: "Chi sono i fan di Luttazzi? gente che per farsi dare il culo dalla fidanzata ha bisogno di Luttazzi."
Attenzione Daniele che sguinzaglio gli avvocati.

Trilussa said...

Volevo ringraziare tutti i partecipanti al blog e ovviamente l'autore, e in particolare Andrea per la segnalazione riguardo Maria Teresa di Calcutta.
Questo è forse uno dei pochi blog che servono a qulacos' altro che non sia perdere tempo, ma a fare un discorso partecipato e costruttivo.

«Oldest ‹Older   1 – 200 of 477   Newer› Newest»