Monday, May 31, 2010

Censura, bugie e videotape


ATTENZIONE: Le centinaia di battute copiate da Luttazzi sono riportate qui.

Il video inchiesta (non realizzato da me) sulla questione e che mostra una piccola parte dei plagi di Luttazzi a confronto cogli originali è scaricabile da torrent:
http://www.torrenthound.com/torrent/a3b789f78851bd9b77134311db5d8b5ac2554775


Me lo sarei anche risparmiato questo post, ma ormai la quantità di balle su questa faccenda ha le stesse proporzioni dei plagi.

Post e date

Premesso che il concetto di "Caccia al tesoro" non è una formula magica per poter plagiare a tutto spiano, come ho precisato in questo post, c'è da aggiungere altro.

Luttazzi parla sempre di due post sul suo blog, uno datato "9 Giu 2005" contenente l'annuncio della "Caccia" e l'altro datato "11 Dic 2007" e contenente una lista mistificatrice (come ho spiegato sempre in questo post) di comici/autori/scienziati/giornalisti. Tra l'altro la data del post contenente la lista degli autori è sospetta, anche solo perché si colloca giusto 20 giorni prima rispetto all'apertura di questo blog.

Alcuni fan (o ex) di Luttazzi hanno segnalato la falsità della data del post contenente la lista, precisando che hanno visto comparire quel post meno di un anno fa. Quindi, quasi due anni _dopo_ l'apertura di questo blog.

Per quanto queste siano persone di cui ci si può assolutamente fidare, non basta certamente per dire una cosa del genere. Purtroppo per Luttazzi, come fa notare -paolot- nello stesso thread, il content management system usato per creare il suo blog offre un tracker con la cronologia effettiva dei post.

Vediamo come ad esempio l'annuncio della "Caccia" sia stato modificato:



O come la lista degli autori sia stata modificata solo 24 settimane fa (sul forum si è sostenuto che sia comparsa il 20/11/2009):



Ma ritorniamo al post dell'annuncio della "Caccia". Il contenuto (voglio ricordarlo) del post presente sul blog di Luttazzi è:

Caccia al tesoro
Da anni, Luttazzi organizza una "caccia al tesoro": dissemina qua e là indizi e citazioni di comici famosi, e i fan devono scoprirli. Questo escamotage nacque come esigenza legale dopo il processo Tamaro: il pretesto delle querele miliardarie, infatti, è che quella di Luttazzi non è satira, ma volgarità e insulto.

Facevano così anche contro Lenny Bruce e Lenny Bruce, per difendersi, cominciò a inserire nei suoi monologhi brani di autori satirici famosi. Vinse così alcuni processi dimostrando che il brano tanto volgare di cui lo accusavano, in realtà era di Aristofane!

Luttazzi ha ripreso lo "stratagemma Bruce": non solo vince le cause miliardarie che gli intentano, ma può togliersi lo sfizio di dare dell'ignorante a chi lo attacca sui giornali sostenendo che la sua non è satira e non fa ridere. Quando i soloni fanno un esempio, quasi sempre il brano che non li fa ridere -sorpresa!- è ripreso da un comico famosissimo: Bruce, Carlin, Hicks. ( Famosissimo per tutti, tranne che per loro! )

Il campo di Luttazzi è minato. Occorre competenza per attraversarlo indenni.

La cosa col tempo è diventata una strizzatina d'occhio ai fan: la caccia al tesoro. Scoprire le mine. Una complicità fra appassionati di comicità, come nel jazz quando Fred Hersch inserisce in una improvvisazione una frase di Monk: chi se ne accorge entra a far parte di un circolo di eletti.

Il premio simbolico è un libro di Luttazzi o un suo cd con autografo commemorativo dell'occasione fausta.

Altre mine restano ancora nascoste. Quindi, buona caccia!


Non che conti nulla dopo 10 anni di plagi venirsene fuori con una cosa così, ma andiamo avanti.

Sempre purtroppo per Luttazzi, esiste un servizio chiamato web.archive.org che contiene backup di siti. A questo link è consultabile l'intero blog di Daniele Luttazzi del 2005:

http://web.archive.org/web/20060506133947/www.danieleluttazzi.it/?q=blog&from=80

L'unico post sulla "Caccia" è datato 24 Ottobre 2005 e il testo è il seguente:

caccia al tesoro

I più attenti hanno notato che mi diverto a disseminare di scherzi e di allusioni segrete i miei libri. Ad esempio, in "Bollito misto" cito il Levitico a proposito del divieto di mangiare aragoste, ma se uno va a controllare, il testo biblico in quel punto parla di gonorrea. In “Adenoidi”, la frase assurda che Oscar Sancisi usa per rimorchiare ( “Ti ha mai detto nessuno che la voce dei tuoi occhi è più profonda di tutte le rose?” ) è in realtà una poesia di e.e. cummings. E così via. E' una caccia al tesoro. Gli indizi sono centinaia.
Buon divertimento.


Una screenshot per chi la vuole guardare:



Buffo perché la frase di Cummings la "scovai" proprio io. L'ho riconosciuta in inglese recitata nel film "Hannah and her sisters" di Woody Allen. Ma non divaghiamo, cosa c'entri Cummings con i plagi non si sa.

Anche il post riguardante la vincita di un libro o cd di Luttazzi per alcune battute di Chris Rock scoperte ha viaggiato nel tempo (e nel contenuto). Nella prima immagine di questo post vedete che il secondo elemento "Caccia al tesoro" è stato modificato sempre un anno e tre settimane fa (sta esattamente sopra a quello evidenziato). Trovate il post originale qua:

http://web.archive.org/web/20070706012647/www.danieleluttazzi.it/?q=node&from=10

La data vera è Maggio/Giugno 2007, quella sul blog di Luttazzi è invece 16/09/2006.



Il contenuto originale era:

Caccia al tesoro

Da anni, Luttazzi organizza una "caccia al tesoro": dissemina qua e là indizi e citazioni di comici famosi, e i fan devono scoprirli. All'inizio questa cosa gli serviva come escamotage per dare dell'ignorante a chi lo attaccava sostenendo che la sua non era satira nè faceva ridere: poi i soloni facevano un esempio e quasi sempre il brano che non li faceva ridere era di un comico famosissimo: Bruce, Carlin, Hicks. ( Famosissimo per tutti, tranne che per loro! )

La cosa col tempo è diventata una strizzatina d'occhio ai fan. Una complicità fra appassionati di comicità, come nel jazz quando Fred Hersch inserisce in una improvvisazione una frase di Monk: chi se ne accorge entra a far parte di un circolo di eletti.

Il premio simbolico è un libro di Luttazzi o un suo cd con autografo commemorativo della vincita.

Il tema della caccia di quest'anno era Chris Rock: vinta sei giorni fa da Davide Prevarin di Caorle.

Altri indizi restano ancora nascosti. Quindi, buona caccia!


Invece, per quanto concerne la lista, il post sul blog di Luttazzi all'indirizzo www.danieleluttazzi.it/node/324:



Giusto per mostrarne la data e ora di pubblicazione. E questo il vero post, intitolato "La colonna infame", trovato da filolif nell'archivio (la data di archiviazione è il 13 Dicembre 2007: due giorni dopo):



Stesso link (324), stessa data (11 Dic 2007), stessa ora (9:30). Risulta chiaro che Luttazzi in questo caso non abbia retrodatato, ma abbia preso un vecchio post del suo blog (uno che guardacaso fosse antecedente al mio blog di 20 giorni) e lo abbia stravolto nel contenuto, inserendovi la famosa lista e modificandone il titolo.

Lo ribadisco, questa storia della caccia non cambia assolutamente niente, ma giusto per mettere i puntini sulle i.

Youtube, Facebook, Megavideo etc.

Si parte con il primo video, quello di Sback (uno dei primi utenti del blog ad attivarsi riguardo alla faccenda). E' un video semplice che conteneva una foto di Luttazzi (la stessa della copertina di Barracuda) e alterna immagini delle battute scritte in inglese alla foto di Luttazzi. Pochi giorni dopo il video viene fatto rimuovere dalla Krassner Entertainment perché viola il copyright (sulla foto, si presume).

Intanto, chiariamo da subito chi è la Krassner. Mi è bastato fare un whois al sito ufficiale:



Cosa fa Sback? Da brava persona (magari un po' ingenua) scrive a Luttazzi per sapere il perché della censura. Luttazzi replica che "per pubblicare qualunque cosa mi riguardi (video, foto eccetera) occorre chiedere l'autorizzazione a krassner, che è titolare dei diritti. se c'erano delle mie foto, il motivo è quello.". Non accenna minimamente al fatto che sia stato lui stesso a farlo rimuovere. Si mantiene vago. Una settimana prima, tuttavia, un fan di Luttazzi gli linka il video su youtube e ne ottiene un'esclamazione di sorpresa:

...em...diciamo che non posso dirlo...è uno scambio personale e non sarebbe giusto nei suoi confronti....però l'inizio...ahahah.... ... .sintetizza bene:

Urka!


(http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=8919103)

Il video viene in seguito riuppato su youtube da Sback, stavolta senza la foto di Luttazzi.

Passa il tempo. Un altro utente del blog realizza il documentario di 40 minuti "Il Meglio [NON è] di Daniele Luttazzi". Viene uppato su youtube, megavideo e megaupload. Viene immediatamente rimosso dalla Krassner da youtube. A questo punto per chiarire la questione "ma Luttazzi sa come agisce la Krassner?" ho fatto un whois al sito della Krassner. Troppo facile nascondersi dietro ad una Srl.

Il video è stato più volte fatto rimuovere da: youtube, facebook, megavideo. Sempre col pretesto del copyright.

In seguito, persino il trailer contenente solo spezzoni dei comici inglesi viene fatto rimuovere. Stavolta con la scusa della "diffamazione". Di seguito le stesse parole dell'autore del video:

INCREDIBILE!
SU YOUTUBE è STATO RIMOSSO ADDIRITTURA IL TRAILER DEL VIDEO, che non conteneva materiale di Luttazzi coperto da copyright (era stato montato così a posta per evitarne la cancellazione).

Non mi è arrivato nessun messaggio che mi avvisasse della cosa. In ogni caso se guardo tra i miei video, cliccando sul prom...o cancellato, posso leggere questa cosa fanstastica:

Messaggi di errore comuni: DIFFAMAZIONE

Se visualizzi il messaggio "Rifiutato (diffamazione)" accanto a uno dei tuoi video caricati, significa che il video è stato rimosso da YouTube a seguito di un reclamo di diffamazione inviato da una terza parte. Un'email con ulteriori dettagli [CHE NON MI è ARRIVATA, ndr] è stata inviata all'indirizzo email associato al tuo account YouTube. Per ulteriori informazioni, consulta le nostre Norme della community.


Wikipedia

Su wikipedia v'è una feroce battaglia per quanto concerne la sezione: "Influenze artistiche, citazioni ed accuse di plagio" della pagina "Daniele Luttazzi".

L'utente Santepracucci ne ha fatta una questione di vita o di morte. Ogni due giorni rimodifica la voce (peraltro, quasi l'unica alla quale abbia dato contributo, sempre rimuovendo i riferimenti al blog o a cose simili):

http://it.wikipedia.org/wiki/Speciale:Contributi/Santepracucci

Addirittura scrive a qualcuno di wikipedia:

Ciao, sono Sante Pracucci. Volevo segnalare che alla voce "Luttazzi" c'è qualcuno che continua a inserire il termine "plagi" nel titolo di un paragrafo. Il plagio è un reato e accusare qualcuno di un reato che non ha commesso è diffamazione. Luttazzi, come spiega la voce, non ha mai plagiato nessuno. Andrebbe spiegato al tizio che deve accontentarsi delle informazioni già contenute nella voce (voce che peraltro nella sua versione lui usa per mettere un link al suo sito!) e non insistere nel SUO reato.

E nella discussione riguardo alla pagina:

Non sono per niente d'accordo.La caccia al tesoro di Luttazzi è proprio la dichiarazione pubblica dello stratagemma di Lenny Bruce:se Luttazzi nasconde citazioni invitando a trovarle,dov'è il plagio?Non c'è,e accusarlo di plagio è diffamazione:Wikipedia non ammette contenuti diffamatori.Quello di Luttazzi è un gioco letterario che ha scopi precisi: Luttazzi nel suo blog ne parla in modo diffuso e da molto prima delle "scoperte" di qualche blogger che pare marciarci. Luttazzi inoltre elenca sul suo blog tutti gli autori,comici e non solo,da lui citati.Luttazzi ha scritto diciotto libri che vanno dalle 150 alle 370 pagine l'uno.Sono decine di migliaia di battute comiche.Dire che si tratta di un non-autore è una stupidaggine da troll.Va ricordato soprattutto l'aiuto "Cosa NON mettere su Wikipedia, punto 4: tesi, opinioni e teorie personali o di parte. Wikipedia è un'enciclopedia e non un forum, una chat o un newsgroup." SP

All'utente, sempre nella discussione, viene risposto per le rime.

È molto interessante notare che l'utente Santepracucci abbia modificato anche la pagina inglese di Luttazzi:

I cut the references to script-doctoring for HBO and Comedy Central: it's a FALSE information. And I cut the chapter about his monologues' soundtracks: it's absolutely irrelevant .

http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Daniele_Luttazzi&diff=prev&oldid=295141561

E questo commento lasciato sul blog di Beppe Grillo:

http://www.beppegrillo.it/2009/02/mauirizio_gaspa.html

"Bella l'idea del necrologio in anticipo. L'ha già avuta Luttazzi TRE ANNI FA!

Necrologio di Berlusconi:
http://www.slow.danieleluttazzi.it/luttazzi.htm

Sveglia, Grillo!
sante pracucci 15.02.09 09:41| "


Un fan molto accanito e molto informato su Luttazzi. Questo si potrà dire.

Inoltre, aneddoto interessante, se si cerca "Sante Pracucci" su google esce:

La storia di quest’ultima generazione inizia nel 1906, quando Sante Pracucci, nativo di Longiano, si trasferisce a Santarcangelo e lavora a bottega dalla famiglia Molari

L'indagine continua grazie all'utente filolif in questo thread:
http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9234046&p=5

La storia di quest’ultima generazione inizia nel 1906, quando Sante Pracucci, nativo di Longiano, si trasferisce a Santarcangelo e lavora a bottega dalla famiglia Molari; col tempo il suo ruolo si accresce fino al punto di rilevare la tintoria, che sarà successivamente gestita dal genero Alfredo Marchi e poi dal nipote Alfonso Marchi che l’anno scorso consegna ufficialmente ai figli Lara e Gabriele il testimone assieme ai segreti dell’arte tintoria; il 17 marzo 2008, infatti, venne inaugurato il negozio/laboratorio sotto la guida degli ultimi eredi.
Per informazioni:
Stamperia Artigiana Marchi di Lara e Gabriele Marchi

( http://www.geosearch.it/s_123/siti-storici-culturali/Antica-Tintoria-Marchi.php )

E in un libro di Luttazzi:

A Santarcangelo c'è gente arguta, dalla battuta pronta: devi essere all'altezza. [...] Per non parlare degli artisti: [...]. E del festival del teatro in piazza [...]. La scuola di Bornaccino. La stamperia artigiana di mio zio Alfonso Marchi.
(La guerra civile fredda, pag. 220)

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Google

Un certo "r3kroy" richiede insistentemente a Google di rimuovere questo blog:

http://www.google.com/support/forum/p/blogger/user?userid=13787515302472055745&hl=it

Nell'arco di due giorni a partire dal 28/05/2010 fa cinque richieste di rimozione, le elenco qua:

Il blog http://ntvox.blogspot.com/2008/02/luttazzis-plagiariezed-jokes.html posta in apertura il link a un sito TORRENT dove scaricare un video che contiene materiale protetto da copyright. Questo non viola le norme per i contenuti di Blogger?

Il blog http://ntvox.blogspot.com/2008/02/luttazzis-plagiariezed-jokes.html accusa del reato di plagio il comico Daniele Luttazzi. Questa è diffamazione: Luttazzi ha spiegato che si tratta di un suo gioco con i fan.
La diffamazione non viola le norme per i contenuti di Blogger?

Il blog http://ntvox.blogspot.com/2008/01/daniele-luttazzi-copia.html accusa del reato di plagio il comico Daniele Luttazzi. Questa è diffamazione: Luttazzi ha spiegato che si tratta di un suo gioco con i fan.
La diffamazione non viola le norme per i contenuti di Blogger?

http://ntvox.blogspot.com/2008/02/luttazzis-plagiariezed-jokes.html
Questo blog diffama l'artista Daniele Luttazzi,definendo "plagi" una serie di citazioni che Luttazzi usa per la Caccia al Tesoro coi suoi lettori.Luttazzi ne parla nel suo blog elencando anche gli artisti citati.Quindi non si tratta di plagi e accusarlo di plagio è diffamazione.La DIFFAMAZIONE non è contro i termini di servizio di Blogger?

http://ntvox.blogspot.com/2008/02/luttazzis-plagiariezed-jokes.html
Questo blog,nella pagina iniziale,linka a un sito TORRENT da cui scaricare video con materiale protetto da copyright.Questo non va contro i termini di servizio di Blogger?


Strano. Anche un fan dalla parte di Luttazzi, perché dovrebbe insistere in modo così accanito? Inoltre, non ho ancora incontrato fan di Luttazzi interessati alla chiusura di questo blog.

E-Mail

Luttazzi ha mentito per email. Su questo non ci piove. Pure saltando la mia email del 2006 in cui non risponde alle battute prese da Emo Philips ma millanta una collaborazione con autori americani. Vi è la testimonianza di Headbox:

2 anni fa scrissi tramite myspace a Daniele per segnalargli la battuta (già da voi individuata) sempre di Seinfeld "Dogs are the leaders of the planet. If you see two life forms, one of them's making a poop, the other one's carrying it for him, who would you assume is in charge?" lui mi rispose così

"Caro headbox, grazie della segnalazione, ma la battuta è mia. Per colpa di internet, ne vedo diverse ormai attribuite a questo e a quello. Non posso difendermi. C'è di peggio. Un mese fa, Jay Leno ha detto due battute prese pari pari dal mio Tabloid del 1996! Come si spiega? I suoi autori, come quelli di Seinfeld, setacciano internet. Non c'è protezione. Ne scriverò altre.

Ciao.

D."


Balle. La battuta è proprio di Seinfeld (SeinLanguage pag. 144, 1993).

Vi sono altre email, come quella in cui dice di aver aggiunto una bellissima coda ad una battuta di Hicks, usando, in verità, sempre una battuta di Hicks, ma ve la risparmio per carità.

Giornali

Consiglio di leggere le testimonianze.

Un estratto:

da La Repubblica, 03.02.01 (http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/02/03/lettere.html)

Le battute di "Satyricon"
Daniele Luttazzi (Roma)
Alcuni giornalisti (l'ultimo è l'ottimo Antonio Dipollina) suggeriscono che avrei nascosto al telespettatore le somiglianze fra il mio "Satyricon" e il "David Letterman Show" della Cbs. Lungi da me l'idea. Il mio debito però non col Lettermann, ma col talk-show originale cui lo stesso Letterman si ispira: il "Tonight Show" inventato nel 1962 dal grande Johnny Carson e trasmesso per 30 anni dalla Nbc. Da allora, tutti i talk-show notturni americani (sono una decina) ricalcano quella formula fortunata: monologo di apertura sui fatti della settimana, tre ospiti, alcune rubriche comiche (ad esempio la Lista, che Letterman ha copiato dal quotidiano "Usa Today", e che per questo motivo ha potuto portare con sé passando dalla Nbc alla Cbs nel ' 93. Cfr. R. Lennon, "David Letterman on stage and off", Pinnacle Books, New York 1994). "Satyricon" fa un passo oltre: gli ospiti vengono coinvolti in sketch umoristici. Una mia idea, che nessun talk-show americano ha. In più, "Satyricon" narra una piccola sit-com sulle mie disastrate vicende sentimentali, delle quali il talk-show finisce per essere un contrappunto. Infine, tutte le battute di "Satyricon" sono originali. (Se si sostiene il contrario occorre fare degli esempi precisi, altrimenti mi si devono delle scuse).


Largamente dimostrato.

39 comments:

Sback said...

SP...ma almeno la firma! dai!!! cambia stile cazzo! DL, SP...

Sback said...

cazzo!!! Cerco Sante Pracucci per curiosità in rete e cosa trovo?
http://www.geosearch.it/s_123/siti-storici-culturali/Antica-Tintoria-Marchi.php

Cerchiamo nella pagina SP e vediamo che dice...

Si chiude il cerchio?

Vaz said...

Me lo vedo, Luttazzi, davanti al PC che si mangia le unghie e pasticcia con il generatore automatico di nickname per autodifendersi in giro la rete... Buffone.

ReRosso said...

bello sto fatto del "marciarci", come se tu ne ricavassi soldi da questo blog. mi ricorda le accuse di crestodina al sottoscritto, che "ci marciava" sul lavorare gratuitamente alla traduzione di comici americana.

Armando said...

Ho inviato, contemporaneamente, due mail a DL: in una gli chiedevo come mai copiasse, essendosi lui dimostrato disgustato da un tale atteggiamento; nell'altra gli chiedevo a chi andassero i proventi dell'"Almanacco" (con le battute de "La Palestra").

Alla prima mi risponde con la solita storia della "Caccia al Tesoro" e dello "Stratagemma Bruce", dandomi dello -Sceriffo a Vanvera-.

Alla seconda, invece, attendo ancora una risposta.

Curioso.

Ntoskrnl said...

E chi l'ha detto?

Nel vostro caso il verbo non può nemmeno stare nella stessa frase, perché diffondete cultura. Offrite un servizio encomiabile e potete andarne fieri.

Nel mio caso, non solo non ci guadagno niente, ma nemmeno la gloria.

Questa è una faccenda imbarazzante e non ci tengo per niente che venga associata a me. Per questo non ci metto il nome, anche quando qualcuno mi scrive per email. E non lo faccio per paura di denunce, ma solo perché non devo guadagnarci nulla, così non si potranno mettere in dubbio le mie motivazioni. Si tenterà lo stesso, ma il mio atteggiamento e di chiunque collabori non deve dare adito a certe stupidaggini.

Come abbiamo tutti più volte ripetuto, si cerca sempre di screditare la voce critica, quando non si può demolire la critica stessa.

E me lo sarei anche risparmiato questo post se non fossi stato informato delle richieste di censurare questo blog.

Ntoskrnl said...

Armando: la solita classe che denota Luttazzi.

Darlene said...

Anche il nickname "r3kroy" è sospetto. In uno dei libri di Luttazzi, infatti (purtroppo non ricordo quale), c'è una lunga digressione su questo: http://en.wikipedia.org/wiki/Kilroy_was_here

Ntoskrnl said...

Mi permetto di aggiungere i due clamorosi post di filolif scritti nel thread:

primo --------------------------

Dunque, facciamo un po' d'ordine. "1 anno 3 weeks ago" significa maggio 2009. E in effetti se provate a cercare 'caccia al tesoro' tramite la casella di ricerca sul blog di DL ( danieleluttazzi.it/search/node/caccia+al+tesoro ), escono due risultati: il primo data 05/05/2009, ma se cliccate sul link si apre il post datato 09/06/2005 ( danieleluttazzi.it/node/285 ); il secondo data 06/05/2009, ma se cliccate sul link si apre il post datato 16/09/2006 ( danieleluttazzi.it/node/300 ). Va precisato che le date di maggio 2009 si riferiscono a quando sono stati aggiornati per l'ultima volta quei post, non a quando sono stati aperti.

La domanda a questo punto è: quando sono stati aperti? Focalizziamoci su quello del 16/09/2006 (node/300). Nella mail privata inviata da DL a Prevarin il 31/05/2007, e postata da Prevarin (Devilmath) qui sul forum, DL scrive: Caro Davide, c'è un forum di miei fan che hanno scoperto oggi ( due giorni dopo di te ) le citazioni di Chris Rock. Dunque, stando alla mail privata, Prevarin ha vinto quella caccia il 29/05/2007. Nel post del 16/09/2006 DL scrive che: Il tema della caccia di quest'anno era Chris Rock: vinta sei giorni fa da Davide Prevarin di Caorle. Se Prevarin ha vinto quella caccia il 29/05/2007, quel post sul blog (node/300) è di sei giorni dopo, quindi del 04/06/2007, e NON del 16/09/2006. (O meglio: quella frase su Prevarin è del 04/06/2007. Il post potrebbe anche essere precedente, e DL potrebbe avervi aggiunto quella frase il 04/06/2007.)

In effetti pochi giorni dopo, il 16/06/2007, proprio il sottoscritto (che sfogliava quotidianamente il blog di DL) scrisse su questo forum:

Io mi sono accorto solo oggi di questo vecchio aggiornamento, relativo alla Caccia al tesoro. (Non mi pare fosse già stato segnalato...)
www.danieleluttazzi.it/?q=node/300
(Non è firmato Daniele Luttazzi, ma lloyd...)

Ingenuamente postai solo il link, invece del contenuto. Così non sapremo mai cosa ci fosse scritto in quel post il 16/06/2007.

Ah ah ah, sto scherzando ovviamente. Grazie a un sito segnalatomi da Peru.19, web.archive.org (dove c'è backuppato anche il blog di DL), possiamo risalire esattamente a quando è stato scritto quel post. E in effetti abbiamo la conferma che è stato scritto tra il 06/05/2007 ed il 26/06/2007. Se vi recate qui web.archive.org/web/*/www.danieleluttazzi.it , e poi cliccate su May 06, 2007, e sfogliate tutte e quattro le pagine del blog, non troverete alcuna traccia del post Caccia al tesoro. Se invece cliccate su Jun 26, 2007, e poi andate a pagina 2 (cioè qui web.archive.org/web/20070706012647/www.danieleluttazzi.it/?q=node... ), troverete il post Caccia al tesoro (node/300) nella sua prima stesura, e - sorpresa sorpresa - con un'altra datazione ancora! (16/02/2007).


Caccia al tesoro

Da anni, Luttazzi organizza una "caccia al tesoro": dissemina qua e là indizi e citazioni di comici famosi, e i fan devono scoprirli. All'inizio questa cosa gli serviva come escamotage per dare dell'ignorante a chi lo attaccava sostenendo che la sua non era satira nè faceva ridere: poi i soloni facevano un esempio e quasi sempre il brano che non li faceva ridere era di un comico famosissimo: Bruce, Carlin, Hicks. ( Famosissimo per tutti, tranne che per loro! )

La cosa col tempo è diventata una strizzatina d'occhio ai fan. Una complicità fra appassionati di comicità, come nel jazz quando Fred Hersch inserisce in una improvvisazione una frase di Monk: chi se ne accorge entra a far parte di un circolo di eletti.

Il premio simbolico è un libro di Luttazzi o un suo cd con autografo commemorativo della vincita.

Il tema della caccia di quest'anno era Chris Rock: vinta sei giorni fa da Davide Prevarin di Caorle.

Altri indizi restano ancora nascosti. Quindi, buona caccia!

Ntoskrnl said...

By lloyd at 16 Feb 2007 - 12:00 | Media | blog di lloyd | letto 903 volte


Ricapitolando: il post caccia al tesoro (node/300) è stato scritto nel maggio/giugno 2007, datandolo però febbraio 2007. Nel tempo è stato modificato (l'ultima modifica risale a maggio 2009), sia nei contenuti che nella data. Attualmente è datato 16/09/2006.

Della serie: non ho mai visto una persona innocente darsi tanto da fare per farla franca.

secondo -----------------------

La storia di quest’ultima generazione inizia nel 1906, quando Sante Pracucci, nativo di Longiano, si trasferisce a Santarcangelo e lavora a bottega dalla famiglia Molari; col tempo il suo ruolo si accresce fino al punto di rilevare la tintoria, che sarà successivamente gestita dal genero Alfredo Marchi e poi dal nipote Alfonso Marchi che l’anno scorso consegna ufficialmente ai figli Lara e Gabriele il testimone assieme ai segreti dell’arte tintoria; il 17 marzo 2008, infatti, venne inaugurato il negozio/laboratorio sotto la guida degli ultimi eredi.
Per informazioni:
Stamperia Artigiana Marchi di Lara e Gabriele Marchi
( www.geosearch.it/s_123/siti-storici-culturali/Antica-Tintoria-Ma... )

A Santarcangelo c'è gente arguta, dalla battuta pronta: devi essere all'altezza. [...] Per non parlare degli artisti: [...]. E del festival del teatro in piazza [...]. La scuola di Bornaccino. La stamperia artigiana di mio zio Alfonso Marchi.
(DL, Lepidezze postribolari, pag. 220)

(grassetti miei)

In pratica gli attuali gestori della tintoria/stamperia artigiana che un tempo fu di Sante Pracucci, e cioè Lara e Gabriele Marchi, non sono altro che i cugini di Daniele Fabbri!!!

-------------------------------

Dovrò al più presto integrare le scoperte di filolif con l'articolo.

Ntoskrnl said...

Ah pardon, il thread in cui ha postato filolif è questo:

http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9234046&p=5&#idm104023015

Alessio said...

madonna mia....è imbarazzante.
Se è vero che è lui che cambia nickname ogni volta, lasciando indizi qua e là...potrebbe essere una vera caccia al tesoro questa :D

Armando said...

Vorrei segnalare questo video pubblicato su youtube da Filippo Giardina: "Daniele Luttazzi non copia".

http://www.youtube.com/watch?v=N_H7OYICyEc

marinanoviello said...

Anche io ho mandato una mail a Luttazzi per chiedergli come mai copiasse...e mi ha risposto utilizzando la solita scusa della caccia al tesoro unita a quella dello stratagemma Bruce..e mi ha definita "sceriffa a vanvera".

Quanta originalità anche nelle risposte!

Musik said...

E' anche divertente che DL (o chi per lui, cioè DL) parli di diffamazione perchè "accusano di plagio, ma Daniele ha già spiegato che è una caccia al tesoro per i suoi fan", ovvero il caro e vecchio "ho già detto che non sono andato con quella minorenne". Ah, l'hai detto? Ah, ma allora scusaci tanto.

Inoltre ricordo benissimo (ma purtroppo vatti a fidare di me) che pochi mesi dopo la scoperta di questo blog il caro Daniele scriveva un post in cui diceva appunto che il fine della satira era migliorare, come nella musica e in tutta l'arte etc etc. Questo post, però, risulta (almeno a me) essere sparito, come a dire "non riveliamo che ho la coda di paglia".

DL è già apparso su Repubblica e l'Unità, con una Francesca Fornario più che mai amareggiata (conosco la sensazione, è come sniffare wasabi). Mi domando solo cosa succederà quando la notizia arriverà al Giornale, o a Libero. Saranno cazzi amari, e non mi dispiacerà affatto.

lotha said...

Ho appena letto l'articolo di Repubblica che non ha fatto altro che rinforzare la mia teoria, poi sono venuto su questo blog stupendomi della miriade di plagi.
Spiego. All'epoca della messa in onda di Barracuda su RaiDue, ero rimasto colpito da un episodio particolare. Luttazzi introduceva uno sketch che coinvolgeva il pubblico, in cui mostrava foto di bistecche, carni, arrosti e il pubblico doveva indovinare di che tipo di carne si trattava. Questa rubrica era intitolata "Conosci il tuo taglio di carne".
Attenzione. Dal 2000, l'allora Telepiù, trasmetteva quotidianamente il Late Show di Letterman su RaiSat, e una rubrica che il Letterman proponeva settimanalmente era proprio intitolata "Know your cuts of meat". Volete che vi racconti di cosa trattava o ci arrivate da soli? Stesso identico sketch, con coinvolgimento del pubblico in sala, ripreso nella trasmissione Barracuda un paio di anni più tardi.
La cosa allora però non mi aveva impressionato più di tanto, anzi l'avevo giustificato pensando che Luttazzi avesse voluto riproporre una versione italiana del Late Show, senza avere la presunzione di affermare che si trattasse di uno show "originale", parto della sua mente o degli autori.
Comunque, pazzesco, guarda cosa si va a scoprire...

Luttazzi copia said...

La risposta di Luttazzi sul suo blog:
_____________________________
Continua la saga di "Luttazzi copia" sulla scorta di un video anonimo che "smaschera i plagi di Luttazzi". Notizia succosa, come no; ma inesistente. Il video in questione è diffamatorio. Infatti non scopre nulla che io non abbia già detto da anni. Ad esempio su questo blog:

http://www.danieleluttazzi.it/node/285
http://www.danieleluttazzi.it/node/324

Chi adesso finge di "scoprire" una cosa che "Luttazzi tiene nascosta" diffama consapevolmente, per ovvi motivi.

Il gioco della Caccia al Tesoro è proprio il modo con cui ho dichiarato pubblicamente (prima di qualunque fantomatica "scoperta") lo Stratagemma di Lenny Bruce (lo trovate nel libro "Lenny Bruce!" di Albert Goldman) che ho adottato come difesa dalle querele miliardarie e dagli attacchi della stampa. Ogni querela (per plagio o diffamazione) sostiene sempre che la mia non è satira, ma insulto e volgarità gratuita. Idem i giornali di destra, che poi gli avvocati dell'accusa usano nelle citazioni come prova che la mia non è satira. Quando riportano i miei monologhi "pieni di insulti e volgarità", però, inevitabilmente citano anche i brani di Bruce, Carlin, Hicks, Rock, Schimmel ecc. che vi ho inserito. In questo modo, semplice ma geniale, si dimostra che non sanno distinguere la volgarità dalla satira. Anche gli attacchi della stampa vengono respinti così, e lo si è visto col caso Decameron e la battuta su Ferrara, che alludeva a un celebre monologo di Bill Hicks.

Si ripetono. Qualche giorno fa, il Giornale, che ha sempre scritto che la mia non è satira ma volgarità, si accorge che le battute volgari erano di famosi satirici USA. Invece di ammettere "Ooops, è vero, siamo incompetenti, quella era satira, non volgarità" rigirano la frittata: "Guardate: Luttazzi copia!"

Io lo faccio apposta. Mi diverto così.

* Di Daniele Luttazzi il 10 Giu 2010 - 06:47
_________________________________


Forse era meglio se non rispondeva.
Fa sempre la mossa peggiore. E' una volpe Daniele Fox.

da Wikipedia (nella sezione sulle accuse di plagio):

"il pretesto delle querele miliardarie (per plagio o per diffamazione) è sempre che la sua non è satira, ma volgarità e insulto gratuito."
- editato da Santepracucci.

Dal nuovo post di Luttazzi sul suo blog:

"Ogni querela (per plagio o diffamazione) sostiene sempre che la mia non è satira, ma insulto e volgarità gratuita."

Luttazzi copia SantePracucci su Wikipedia. (Muhahahaha)

beppe said...

Come gia' segnalato sul post principale, l'uso di web.archive.org e' errato: le date presenti sul sito sono quelle di indexing, non quelle di creazione della pagina, e sono compatibili (come numerazione delle pagine nel CMS e di indexing di pagine dello stesso periodo) con la "versione Luttazzi". Qui i dettagli sul perche': http://puntofisso.net/techblog/?p=168

Quello su cui ho dubbi invece e' il tool di management del CMS che mi sarei messo ad analizzare subito se il sito www.danieleluttazzi.it non fosse andato down. Cosa che trovo alquanto preoccupante per svariate ragioni.

Non ci piove invece sulle altre osservazioni, cui spero Luttazzi risponda pubblicamente.

Ntoskrnl said...

Scusa beppe, ma le uniche date riportate sono quelle nelle screenshots:

http://4.bp.blogspot.com/_kgbLpPIj3AI/TAQoBBV9WCI/AAAAAAAAACs/dr8f0TvePuo/s1600/caccia_vero_post.jpg

Tipo questa. C'è un'altra data dove dico "si dice" ma non è basata sull'indexing, ma sulla segnalazione dei fans che, vedendo ogni giorno il blog di Luttazzi, quando hanno visto comparire quel post lo hanno riportato sul loro forum. Da qui la datazione. Se hai visto una data che coincide coll'indexing è un caso, non ne uso nessuna. Anzi, siccome so che non significano niente, non le ho nemmeno guardate.

beppe said...

Qualcosa pero' continua a non convincermi:
http://web.archive.org/web/20070927062206/http://www.danieleluttazzi.it/?q=taxonomy/term/41

che e' lo stesso del tuo link in una data diversa e successiva.

Questo post e' datato 2005 e riferisce alla gara 2007.

Se Luttazzi ha retrodatato questo post, non solo e' moralmente in fallo, ma soprattutto e' un cretino :-)

Oppure, ma qui sto sostenendo la tesi della difesa e magari sono piuttosto ingenuo, puo' essere che abbia usato quello stesso post ripetutamente, aggiornandolo di anno in anno.
Lasciando il testo, aggiungendone, facendo "update" del post. Quindi risulterebbe un riferimento al 2007, ma il post continuerebbe a essere del 2005.

Quindi riporterebbe (a seconda del CMS usato; io uso wordpress, per esempio, e dovrebbe fare lo stesso a meno che non smanetto le impostazioni per visualizzare "data ultima modifica" invece di "data creazione") la data iniziale del post, non quella dell'ultima modifica.

Che ne pensi?

PS: Ripeto, a scanso di equivoci, qui non voglio necessariamente difendere Luttazzi. Da informatico mi interessa piu' il problema tecnico dell'uso lecito di uno strumento informatico e della sua validita' indiziaria.

Roberto Capodieci said...

Innanzitutto, complimenti per il lavoro fatto in questo blog. Oggi ho un mal di testa di quelli che se avessi un trapano, mi farei un buco sulle tempie per far circolare un po' d'aria e, qualche ora fa, stavo per andare a letto, quando (non mi ricordo nemmeno come) sono capitato nel tuo sito. Che cruccio! ora non continuo a meno che non mi ricordo come sono arrivato qui.. Ah si, da IHU (it.hobby.umorismo su usenet). Ben, dovevo andare a letto dopo due mesulid che mi sono portato dall'Italia (vivo in Indonesia) per far passare il mal di testa, ed invece mi ritrovo a notte inoltrata qui, dopo aver letto praticamente tutto il blog. Onestamente a me Luttazzi non è mai risultato simpatico (Bonolis meno ancora), e di conseguenza non lo ho quasi mai seguito. Ho vissuto anni in USA e vederlo in TV le poche volte che sono passato in Italia, mi dava già l'idea di qualcuno che copia (sono un appassionato di "comedy" e conosco la scena americana abbastanza bene, e un po' quella italiana (ero uno spettatore regolare allo Zelig, durante una mia permanenza di 10 mesi a Milano, prima che diventasse un fenomeno televisivo. Avevo una sedia rossa che veniva messa in sala apposta per me, visto che sono sovrappeso e il mio sedere non "entrava" nelle sedie di alluminio a disposizione nella sala). Beh, vedere l'atteggiamento di Luttazzi davanti all'evidenza dei fatti - e chiaramente si "nasconde" dietro a diversi commenti "anonymuos" che sono messi qui - mi ricorda la fidanzatina che avevo a 14 anni quando la ho confrontata a riguardo della sua cattiva abitudine di tradirmi. Alle olimpiadi di arrampicata sugli specchi Luttazzi arriverebbe secondo (prima ci arriva la mia ex fidanzatina)! La tristezza di un comportamento come quello che ha avuto Luttazzi è possibile a causa dell'ignoranza (in senso lato) che chiude gli Italiani tra le mura della barriera linguistica. Fosse l'Inglese la prima lingua in Italia, non solo l'Italia farebbe affari d'oro con il resto del mondo, ma persone come Luttazzi verrebbero prese per quello che sono. Quello che voglio dire è che la circonvenzione d'incapace dovrebbe essere presa in considerazione anche per casi del genere (dove l'incapace è il pubblico che PAGA per ascoltare o leggere cose che non appartengono a chi quei soldi incassa). Tra l'altro, IMHO, ripetere le battute di un altro le rovina. Non (sempre) le migliora. Basta vedere un film in lingua originale ed uno doppiato. Luttazzi ha la qualità, IMHO, di un film doppiato. Ah, povera Italia, le cattive abitudini non le perderà mai! Qualcuno regali a Luttazzi (visto che sembra sappia l'Inglese) "the comedy bible" by Judy Carter, giusto per imparare i fondamenti del mestiere. A pagina 56, i 10 comandamenti del "comedian", cito dal primo: "1. Thou shalt not covet thy neighbor's jokes, premises, or bits. [...] When you rip off some- body else's material, you are not only robbing them; you're also stealing from yourself because you're not pursuing your own creative process. [...] Someone else's material might help to get your foot in the door, but you'll soon find some comic's foot in your butt. Word will get around fast that you steal material, and since a lot of comics book clubs, you will get blacklisted and never again work."

Ntoskrnl said...

Roberto: grazie della tua testimonianza.

beppe: ha riusato lo stesso post e l'ha editato più volte, è chiaro. Il post originale del 2005 è quello con screenshot nell'articolo. Te hai guardato il backup del 2007, dove ha riusato lo stesso post per la vincita del premio.
Fai bene a precisare, ma hai visto il mio nickname? Parliamo tra colleghi.

Fred said...

Il pensiero che piu' disturba e' ormai la certezza che, se DL potesse, tapperebbe la bocca a tutti noi; noncurante dei profondi sentimenti che ha stuprato prima, svilito dopo e disprezzato adesso.

Ti credevo uno di noi, uno sincero,
pronto a difendere l'onesta' intellettuale di chi continua a cercare, in una nazione come questa, tutti gli aspetti della verita'.

Mi sbagliavo, ci sbagliavamo, di grosso.

Volevo salutare l'autore del blog e chi gli ha dato una mano nel tempo.

Grazie ragazzi, ci unisce il medesimo desiderio di coerenza.

beppe said...

@ntoskrnl: sisi non precisavo per te, e' solo che non vorrei che gli altri che leggono mi prendessero per pazzo :-)

Max said...

La cosa che più mi fa tristezza non è il plagio, ma la corsa affannosa a sotterrare il tutto, poi fatto da uno che criticava fortemente Berlusconi...Daniele lascia che la rete "faccia" il suo corso, è impossibile batterla, fai le tue scuse e finiamola li....
Ps poi dette da lui fanno molto più ridere...
Max

Ntoskrnl said...

Sul blog di Luttazzi:

Un blogger esperto sbugiarda l'asso nella manica dei diffamatori: la retrodatazione dei post sulla Caccia al Tesoro. (link)

L'articolo del blog di beppe s'era già discusso nei commenti del blog. Nessuna data di indexing è stata usata nell'articolo originale (figuriamoci se mi affido all'indexing).

E' bello notare la linea che vuole perseguire Luttazzi, quando prima parlavo di sobrietà...

Che pena.

beppe said...

Finira' che ci andro' di mezzo io...

Sigh.

Ntoskrnl said...

Secondo me dovresti precisare in grassetto in cima al post che le imprecisioni non sono in questo articolo.

Ma non si è stancato Luttazzi?? Io speravo che ora le acque si calmassero, anche perché è una cosa veramente penosa e invece no. Si peggiora.

Luttazzi copia said...

RIPORTO QUI L'ULTIMA RISPOSTA DI FRANCESCA FORNARIO A LUTTAZZI CHE LA INVITAVA A LEGGERE IL SUO NUOVO AGGIORNAMENTO SUL BLOG (relativo ai post retrodatati):

<< Daniele mi ha scritto raccomandandomi di leggere il link. gli ho risposto. Così:

Caro Daniele, leggilo tu. I commenti spiegano quello che io stessa avevo verificato: i post sono stati alterati per avvalorare la tesi della caccia. Imagino che gli informatici smanettoni si divertiranno ad aggiungere prove su prove come hanno già fatto sul blog - non sul tuo, dato che non pubblichi i loro commenti - ma non me ne rallegro affatto né mi interessa, perché come ti ho scritto trovo ridicola la scusa della caccia al tesoro a prescindere da quando l'hai tirata fuori ("Si ho copiato, ma lo avevo detto". Cosa vuoi, la prescrizione?). Come ti ho scritto, trovo mortificante a prescindere l'ipocrisia di accusare Bonolis di averti copiato una battuta che tu stesso avevi capiato (peggiorandola, secondo me. Ehi, non puoi mica darti i voti da solo come fa Berlusconi: "Sono il miglior presidente degli ultimi 150 anni". "Chi lo ha detto?". "Io"), trovo deprimente l'aver dichiarato che non ti saresti divertito a recitare una battuta scritta da altri per poi farlo a manetta, e aver plagiato quintali di gag senza mai citare la fonte e pagare i diritti, sfruttando cinicamente la posizione l'artista perseguitato ("ehi, sono costretto a copiare, così posso difendermi"). Infine, mi avvilisce che tu abbia censurato il video che provava la copiatura a tuo dire leggittima, proprio tu che sei stato vittima di una così insopportabile censura. Se mi hai mandato questo link che non prova niente perché vuoi continuare il dibattito sul sito dell'Unità lo pubblico volentieri. Se invece me lo hai mandato per riconquistare la mia stima, la mia e quella dei fan delusi, allora avrei preferito una giustificazione accettabile. ti abbraccio.
Francesca >>

Credo che il succo sia tutto qui.
A questo punto non c'è molto altro da dire.

senility said...

un bel lavoro, e faccio i complimenti qui anche per comedysubs, che mi sembrate più o meno tutta una cumpa.

amarezza a badilate, ma che ci vuoi fare, la verità è una roba che fa penare.

dalla difesa che fa di battute non sue, io ci vedo del patologico, mi sa che crede veramente di averle inventate... se non fecesse schifo farebbe pena.

d said...

Dopo tutto quello che ho letto e verificato anche dalla vostra ricerca sono rimasto veramente deluso dal comportamento di Luttazzi. Ero un grande fan ma sinceramente questo spezza le gambe a tutto. Più che altro delude ancora di più l'arroganza nelle risposte...

beppe said...

Premesso che vorrei che la discussione si svolgesse senza alcuna preclusione ideologica.

Ho notato, facendo ricerche incrociate, che una pagina chiamata “Caccia al tesoro” compare su web archive gia’ a gennaio 2006: http://web.archive.org/web/20060112195056/http://www.danieleluttazzi.it/?q=node/144.

Quindi, l'idea di "caccia al tesoro" (giusta, lecita, o sbagliata e illegale che sia) esisteva gia' a gennaio 2006. Ovvero, indicizzata su webarchive circa 2 mesi dopo la sua creazione (ottobre 2005).

Si noti un dettaglio: l'url della pagina e' node=144 invece di node=285. Presenta anche un formato di URL fondamentalmente diverso.
Ovvero, e' plausibile che ci sia stato un cambio di CMS. (Questo potrebbe aver causato anche altre issues qui presentate, ma non mi sembra essenziale parlarne).

Quindi:
- un post che parla di caccia al tesoro esisteva gia' a gennaio 2006, forse come indicizzazione della sua creazione in ottobre 2005
- Luttazzi potrebbe aver retrodatato il post nel nuovo CMS per riportarlo alla data originaria del vecchio post; immagino come difesa abbastanza imbranata dalle accuse (ammesso e non concesso che lo abbia fatto davvero - e in ogni caso "ideologicamente" parlando, non sta retrodatando la prima pubblicazione dell'idea)

Questo chiaramente non toglie importanza a nessuno dei discorsi sul plagio, la copia, eccetera, ma penso che quanto meno tolga importanza all’accusa di "cospirazione", che per quanto mi riguarda non e' utile ai fini “morali” della discussione, che e’ quella di stabilire se e quanto sia lecito “copiare”/”citare”, con o senza riferimento.

Io credo che sia giusto arrivare alla verita', e anche stabilire con certezza quanto Luttazzi abbia copiato.

Ma per favore, non usiamo ancora questa questione della datazione, perche' mi sembra evidente che si sta frettolosamente cercando delle "prove inconfutabili" (la prova "imparziale" della retrodatazione dei post) che, dopotutto, non servono (dato che non siamo un tribunale).

Ntoskrnl said...

beppe: continui a non capire. E' esattamente quel che c'è scritto nel post. E' evidente che in ottobre 2005 compare un post su "caccia al tesoro", ma che non c'entra nulla con quello datato giugno 2005 che stato messo dopo. Quindi, retrodatazione + modifica di contenuto. E' questo il punto. Ma hai letto l'articolo beppe? No, perché a questo punto comincio a dubitare che tu l'abbia letto. C'è pure la screenshot del post del 2005.

Ed è anche ovvio che ha cambiato il suo blog. (basta fare un confronto tra i due)

Qui non si sta parlando di citazioni di poeti, ma di battute copiate da comici. Quindi la modifica di contenuto c'è stata eccome!
Inoltre, c'è il post del premio a Prevarin, retrodatato 2006 e quello della lista di autori.

Inoltre, ci sono menzogne dette nel 2006 e nel 2007 per email, dove la caccia al tesoro riguardo alle battute copiate non compare.

beppe said...

Diciamo che non sono sicurissimo che, a livello morale, siano macchinazioni dello stesso valore. Se lui ha davvero "lanciato" una caccia al tesoro nel 2005, non lo si puo' accusare di averla inventata a posteriori.
Per me e' solo su questo che non ci piove; restano validi tutti gli altri discorsi.

Ntoskrnl said...

Be', l'ha inventata comunque a posteriori, visto che il primo plagio è datato quasi 20 anni prima, eh. Ci sono libri o monologhi di Luttazzi in cui nomina la caccia? No.

edweena said...

Oggi per curiosità ho letto questa pagina http://www.law.umkc.edu/faculty/projects/ftrials/bruce/bruceaccount.html in cui si parla dei processi di Lenny Bruce. Sull'argomento non so quasi nulla a parte quello che ho appreso dal sito, comunque ho notato che non viene menzionato il fatto che Bruce copiasse appositamente altri autori per poi difendersi. C'è scritto soltanto che nei processi come argomento difensivo l'avvocato comparava il suo umorismo a quello dei grandi autori classici. Qualcuno ha letto il libro che segnala Luttazzi in cui si spiegherebbe meglio questo stratagemma?

Checo said...

Ok, porto un mio piccolo mattoncino alla discussione: il fantomatico "stratagemma di Lenny Bruce" (piazzare nei propri monologhi cose scritte da altri per coprirsi le spalle davanti ai giudici), come lo ha descritto Daniele Luttazzi, non è *mai* esistito.

Scrive il nostro:
"Facevano così anche contro Lenny Bruce e Lenny Bruce, per difendersi, cominciò a inserire nei suoi monologhi brani di autori satirici famosi. Vinse così alcuni processi dimostrando che il brano tanto volgare di cui lo accusavano, in realtà era di Aristofane!"

In un altro post rimarca: "Il gioco della Caccia al Tesoro è proprio il modo con cui ho dichiarato pubblicamente (prima di qualunque fantomatica "scoperta") lo Stratagemma di Lenny Bruce (lo trovate nel libro "Lenny Bruce!" di Albert Goldman) [...]"

Ora, aprite google books, cercate la biografia di Bruce a cura di Goldman, inserite come ricerca, per esempio "Aristophanes", e vedrete che si parla solo di paragoni, mai di nessuno stratagemma o simili.

Se qualcuno vuole chiedergli di indicarci la pagina estatta dello "stratagemma"...

NC said...

Vorrei segnalare questo canale youtube:

http://www.youtube.com/user/humb3rth55#

Secondo me è decisamente sospetto: attivo dal 4 Dicembre 2010, non ha fatto altro che difendere Luttazzi e accusare di diffamazione vari video presenti su youtube che si occupavano della sua vicenda. Potete verificare voi stessi sul suo canale, nella sezione 'Attività Recenti'.

Lorenzo D'Amato said...

E il fatto che il nick sia Humberth (come H.H, protagonista di "Lolita") sarà di certo un caso. Aspetta, com'è che si chiama l'ultimo libro di Daniele?

Vabbè, oramai è palese che ha creato decine di alias in rete.

P.S: Se qualcuno non ci fosse ancora arrivato, Sante Pracucci è morto già da un po'. E ad averne scelto il nick è qualcuno che ne conosce un minimo l'identità e la storia. Di Giulietta se ne è già parlato. Dell'anonymous che usava la stessa identica sintassi ortografica pure. Gli altri alias farlocchi non li cito nemmeno... divertitevi voi a scoprirli.

A tutto questo Daniele obietterà che, per fronteggiare "l'attacco massiccio" di mistificatori come voi, tutto è lecito. Mah, rimango molto perplesso, davvero. Perché per anni anche io ho creduto alle cazzate dello Stratagemma Bruce, della Caccia al Tesoro e via dicendo; per anni ho anch'io pensato che l'attacco nei suoi confronti fosse eccessivo e non del tutto informato. E poi invece scopro PER CASO questo blog e trovo al suo interno centinaia di commenti (mi sono preso la briga di leggerli tutti, ci ho perso quasi 10 ore di tempo ma almeno mi sono fatto un'idea molto precisa della questione) che, ancora più dei post, rivelano come sia facile smontare tutto il suo castello di menzogne.

E mi chiedo: ma, cazzo, che bisogno aveva? Scriveva comunque un sacco di battute divertenti sull'attualità italiana, e quelle mica poteva copiarle! Poi, leggendo in giro e ragionandoci su, ho trovato la risposta anche a quello.

Vabbè, è inutile proseguire oltre, una parte di me continua a pensare che Daniele (e se mi sta leggendo sappia che davvero mi piacerebbe instaurare con lui un "dibattito colto" in merito alla faccenda) abbia un'importanza chiave per il risveglio delle coscienze di molti italiani, che sia un pensatore fondamentale per il nostro paese. L'altra parte di me però non può che essere delusa e mortificata da tutto ciò che ha scoperto su di lui. Ok, l'aveva detto: anche lui, come Bruce, è il primo dei "corrotti". Ma allora non ci sarebbe nemmeno tutto questo bisogno di negare l'evidenza a spada tratta, come ha fatto e sta continuando a fare. :(

Un ringraziamento a tutti voi per l'ottimo lavoro svolto (anche ai commentatori attentissimi che si sono presi anche la briga di metterci nome e cognome, cito ad esempio Paolo Burini e Francesco Vespa) e ciononostante un abbraccio di solidarietà a Daniele perché ha contributo alla mia formazione ideologica ben prima dell'avvento di internet, perché mi ha dato tanto e perché comunque non può dispiacermi che ora venga gettato nel fango (anche se, come si dice, chi è causa del suo mal pianga se stesso).

Rorshark